Chiara Lubich
Chiara Lubich
Religioni

La pace dei popoli, un ordine voluto da Dio

Riflessione della Comunità dei Focolari di Andria

Era il 22 agosto del 1959, nel pieno della "guerra fredda" che contrapponeva il blocco occidentale a quello sovietico, i partecipanti alla Mariapoli (un Convegno estivo promosso dal Movimento dei Focolari) che si svolgeva a Fiera di Primiero, nel Trentino, provenienti da ben 27 nazioni, decisero di consacrare a Maria sé stessi ed i propri popoli d'appartenenza. La formula di consacrazione fu letta in nove lingue e quel termine plurale – "popoli" – prefigurava che la vita di unità, scoperta e sperimentata in Primiero, era destinata a diffondersi in tutto il mondo.

Oggi c'è il desiderio di riscoprire i valori profetici sanciti in quel lontano 1959. C'è voglia di far crescere il patrimonio di valori lasciato da Chiara Lubich e fare di quella esperienza un laboratorio di fraternità tra i popoli. Coloro che hanno vissuto quell'esperienza di oltre 60 anni addietro parlano di "semi piantati che bisogna continuare ad innaffiare". "La pace dei popoli è l'ordine voluto da Dio", affermava Chiara Lubich ed affidava a Maria i popoli, non gli stati. Li affidava alla difesa di Maria "perché i popoli hanno diritto alla difesa". "Oggi non c'è più guerra fredda – afferma il Prof. Vincenzo Buonomo, Rettore dell'Università Lateranense – ma c'è una pace fredda che è forse peggio perché è una pace, o presunzione di pace, non basata sui valori condivisi".

Cosa rimane oggi di quel "patto" del '59? L'enunciazione di quei principi è oggi quanto mai attuale per orientarsi nel difficile panorama geopolitico. in tempo di "scontro di inciviltà" i rapporti tra gli stati sembrano al massimo disordine ed è perciò evidente l'importanza dei propositi di quelli dell'evento del 1959. Nasce così l'esigenza di tornare a rivivere quell'evento del Patto di fraternità fra i popoli in un Convegno, dal titolo "Far crescere la fraternità", che si svolgerà ancora a Primiero, domenica prossima 22 agosto, alle ore 16:00. Sarà possibile seguirlo – in diretta – sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/focolaritalia.it/, ed anche in differita sul canale YouTube https:/www.youtube.com/c/FocolaritaliaItalia/.
  • centro igino giordani
Altri contenuti a tema
La rivoluzione cristiana – Seconda Domenica di Avvento La rivoluzione cristiana – Seconda Domenica di Avvento Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Le parole di Maria Le parole di Maria Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
“Gli ultimi confini della Terra“, niente meno “Gli ultimi confini della Terra“, niente meno Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, condivide uno scritto di Chiara Lubich
Giornata Mondiale della Gioventù, un appuntamento con Gesù Giornata Mondiale della Gioventù, un appuntamento con Gesù Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, condivide una riflessione di Chiara Lubich
Per Annamaria Di Leo Per Annamaria Di Leo Il ricordo di Gino e Lucia Piccolo
La Città: luogo di fraternità La Città: luogo di fraternità Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La tenerezza di Maria e la porzione di Chiesa stretta intorno al Vescovo Giovanni La tenerezza di Maria e la porzione di Chiesa stretta intorno al Vescovo Giovanni Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Tra la luce del Cielo e i colori della Terra Tra la luce del Cielo e i colori della Terra Riflessione di Gennaro (Gino) Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.