Riabilitazione Cardiologia della Asl Bt
Riabilitazione Cardiologia della Asl Bt
Attualità

La Asl Bt ha la sua Riabilitazione Cardiologia

Inaugurata dal Presidente Emiliano l'unità operativa a valenza dipartimentale a Canosa di Puglia

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha inaugurato oggi l'unità operativa a valenza dipartimentale di Riabilitazione Cardiologica a Canosa di Puglia: "in questi quattro anni abbiamo rimesso in piedi questo ospedale di Canosa anche grazie al lavoro del Direttore Generale Alessandro Delle Donne e alla collaborazione di tutti, anche del Sindaco Morra– ha dichiarato il Presidente - oggi, come avevamo promesso, abbiamo inaugurato la Riabilitazione Cardiologica che è una delle migliori di Puglia. Questo presidio avrà a breve anche la lungodegenza mentre è già attivo il servizio di day service chirurgico: insomma, abbiamo ricostituito la comunità sanitaria di Canosa di Puglia. Abbiamo fatto il massimo di quello che la legge e le norme di riorganizzazione dei presidi ci consentono e continueremo a farlo. Qui come a Trani abbiamo riattivato servizi, abbiamo rimesso in sesto le strutture. Non sono destinate agli acuti, ma consentono attività di assistenza di cui la popolazione ha bisogno".

La Unità operativa semplice di Riabilitazione cardiologica del Presidio Post Acuzie di Canosa di Puglia, diretta dal dottor Giuseppe Diaferia è un reparto di ricovero e cura per i pazienti affetti da patologie cardiovascolari che hanno superato la fase acuta e devono essere avviati alla ripresa delle attività quotidiane. Presente all'inaugurazione anche il Direttore del Dipartimento di Cardiologia della Asl Bt, dottor Michele Cannone.

"Questa è una giornata importante non solo per tutta l'attività cardiologica della Bat che si arricchisce di un servizio importante – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt – ma anche per il Presidio Post Acuzie di Canosa di Puglia che riattiva il primo servizio di degenza. Il presidio di Canosa torna dunque a ripopolarsi secondo un programma che avevamo già definito e presentato ma che oggi si concretizza. Stiamo lavorando celermente anche su altri importanti servizi di degenza che ridaranno al presidio una totalità di 100 posti letto circa tra la Riabilitazione cardiologica, la Lungodegenza che sarà attivata a breve e il Centro Risvegli".


Il reparto di Riabilitazione Cardiologica è dotato di 16 posti letto, con 4 posti letto supportati da monitor multiparametrici: il costo totale di ristrutturazione è stato di circa 40mila euro. Sono in servizio 5 medici e 14 infermieri coordinati da Maria Di Muro.
Il paziente dimesso da un reparto per acuti, che per la complessità del quadro clinico e l'impegno assistenziale necessario non può essere preso in carico dalle realtà territoriali o tornare al domicilio in sicurezza, viene ricoverato ed assistito nella Unità operativa di Riabilitazione cardiologica: lo scopo del trattamento riabilitativo è quello di riavviare il paziente alle normali attività interrotte dall'evento acuto, di fornire le indicazioni alla corretta gestione delle proprie problematiche cliniche, costruire in maniera personalizzata la migliore strategia sia terapeutica che di follow-up, operare per affrontare e risolvere eventuali gap motivazionali e culturali che potrebbero nuovamente minarne la salute, condividere con altri pazienti e con gli operatori sanitari le problematiche relative al proprio stato di salute, riprendere l'attività fisica in un ambiente controllato e sicuro.

Il paziente può essere ricoverato entro 30 giorni dalla dimissione da un eventuale reparto per acuti, su indicazione del Medico responsabile della dimissione e/o su indicazione di uno specialista del territorio, che valuti necessario un ciclo di riabilitazione cardiologica intensiva.

Al momento del ricovero il paziente viene sottoposto ad una valutazione congiunta da parte del Medico cardiologo, del Fisiatra, del Fisioterapista e dell'Infermiere: vengono effettuate valutazioni strumentali, sia di base che attraverso test provocativi, viene valutato lo stato di salute percepito dal paziente stesso e viene stilato e programmato un piano riabilitativo personalizzato.

Nella Unità Operativa vengono effettuati tutti gli esami di diagnostica cardiovascolare non invasiva: ecocardiogramma 2D color-Doppler, ECO color-Doppler vascolare dei distretti arteriosi e venosi, ECG dinamico delle 24 ore sec. Holter, ECG da sforzo al cicloergometro e su pedana mobile, stress test farmacologici con imaging ecocardiografico, test del cammino (six minutes walking test), Tilt-up test.

Durante la degenza il paziente viene avviato alla ripresa dell'attività fisica in palestra, con esercizi a corpo libero ed attraverso un training aerobico su cyclette o tappeto ruotante, sempre sotto stretto monitoraggio elettrocardiografico.

Vengono organizzati con il supporto di diverse figure specialistiche incontri personalizzati o di gruppo, in cui vengono spiegate le problematiche relative al proprio stato di salute, l'importanza della aderenza alla terapia e del corretto stile di vita, la necessità della prevenzione e del follow-up.







I pazienti con relativa instabilità clinica ed emodinamica possono venire monitorati con elettrocardiogramma e pressione non invasiva nei 4 posti letto dotati di monitor multiparametrici, mentre i pazienti da subito più stabili, possono essere monitorati durante la degenza, se necessario, anche attraverso una traccia elettrocardiografica a distanza in telemetria.

Alla dimissione il paziente viene rivalutato e viene effettuata una stadiazione comparativa con il quadro clinico all'ingresso: al paziente e/o ai suoi famigliari vengono fornite indicazioni sui tempi ed i modi per un corretto follow-up della malattia e viene fornita la possibilità di accedere al programma di gestione delle patologie croniche cardiovascolari presenti nella Unità Operativa.


In caso di necessità i pazienti vengono arruolati presso gli ambulatori territoriali già attivi a Canosa al piano terra del PPA e a Barletta presso la sede del Distretto (piazza Umberto I): gli ambulatorio territoriali si occupano di scompenso cardiaco, cardiopatia ischemica, aritmie, complicanze macrovascolari del diabete mellito. Al paziente dimesso vengono prenotati direttamente i controlli successivi, sia clinici che strumentali, attraverso percorsi dedicati e personalizzati.


A Canosa di Puglia è attiva da agosto 2019 anche una importante attività di day service chirurgico, coordinato dal dottor Enrico Restini: fino ad oggi sono stati eseguiti circa mille interventi di chirurgia generale, oculistica, ortopedia e chirurgia plastica. (COM)
Riabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl BtRiabilitazione Cardiologia della Asl Bt
  • asl bat
  • michele emiliano
  • Alessandro Delle Donne
Altri contenuti a tema
Misure anti Covid-19: scatta da domani obbligo di mascherina in discoteca e all'aperto se necessario Misure anti Covid-19: scatta da domani obbligo di mascherina in discoteca e all'aperto se necessario Pubblicata la nuova ordinanza della Regione Puglia per arginare i nuovi focolai scoppiati in questi giorni
Coronavirus, rientri dall'estero e discoteche: ecco le spiegazioni e gli interventi di Emiliano Coronavirus, rientri dall'estero e discoteche: ecco le spiegazioni e gli interventi di Emiliano "Le fotografie con assembramenti destano allarme"
Obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna Obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna Il testo dell'ordinanza emessa dalla Regione per contenere il diffondersi degli ultimi focolai
Regionali 2020, Zinni escluso dalla lista del PD a causa del ricorso di Mennea Regionali 2020, Zinni escluso dalla lista del PD a causa del ricorso di Mennea Sarà in corsa in un'altra lista. L'origine da ricercarsi nel mancato quorum dei votanti e la mancata iscrizione al Pd
Covid-19, Emiliano: «Le regole ci sono ma vanno intensificati i controlli» Covid-19, Emiliano: «Le regole ci sono ma vanno intensificati i controlli» Il governatore: «Occhio a movida e spiagge, in autunno tornerà il contagio». Lopalco: «Serve responsabilità»
Stabilizzazioni nella Asl, Fp Cgil: "Lotta al precariato battaglia di civiltà" Stabilizzazioni nella Asl, Fp Cgil: "Lotta al precariato battaglia di civiltà" Il sindacato rivolge un appello alla Asl per il riconoscimento, per il periodo previsto per la stabilizzazione, delle tipologie di contratto flessibile
Posti letto in Puglia, D'Alberto: “La Bat cenerentola, è il momento di pareggiare i conti” Posti letto in Puglia, D'Alberto: “La Bat cenerentola, è il momento di pareggiare i conti” Il segretario generale della Cgil ricorda che in questo territorio la percentuale dei posti letto rispetto agli abitati è vicina al 2%, mentre al 3% è la media regionale
Stabilizzazioni nella Asl Bt: oggi le prime 74 firme a tempo indeterminato Stabilizzazioni nella Asl Bt: oggi le prime 74 firme a tempo indeterminato Per il personale dirigenziale e del comparto, un giorno importante dopo anni di precariato
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.