Panorama di Andria dall'alto. <span>Foto Paolo Liso</span>
Panorama di Andria dall'alto. Foto Paolo Liso
Vita di città

Inquinamento, AndriaLab 3: «L'Amministrazione Bruno ha intrapreso azioni di politiche ambientali più corrette»

Il gruppo consiliare di centrosinistra: «La città vive una condizione drammatica con pessime abitudini»

«Molto clamore ha suscitato la notizia apparsa sugli organi di stampa - scrive il gruppo consiliare AndriaLab 3 - in base alla quale la città di Andria sarebbe la quarta a livello nazionale per agenti inquinanti aerodispersi. In particolare sarebbe elevatissima la presenza di polveri sottili PM10 e PM2,5. Ora, al di là della attendibilità dei dati che lasciano interdetti in considerazione della posizione della centralina di rilevamento posta all'interno di un grande cantiere infrastrutturale a forte impatto di inquinamento atmosferico, rimane la consapevolezza che la nostra è una città per la quale vi è molto da lavorare per migliorarne le caratteristiche ambientali e di qualità dell'habitat nel quale i suoi cittadini vivono, incidendo profondamente su stili di vita errati.

Qualsiasi politica ambientale una pubblica amministrazione voglia porre in essere, non può prescindere dalla conoscenza della conformazione del tessuto urbano di cui la città si compone e delle abitudini comportamentali dei suoi cittadini. Frutto di uno sviluppo disorganico e non pianificato privo di aree verdi e strade ampie stratificatosi nel tempo, Andria vive una condizione drammatica fatta di pessime abitudini con un abuso dei veicoli privati per piccoli spostamenti e giri a vuoto.

Questo problema ambientale che investe profondamente aspetti igienici e sanitari, dopo un decennio fatto di nulla da parte delle amministrazioni di destra per timore di perdita di consenso, ha visto nell'ultimo biennio una inversione di tendenza ed un deciso cambio di passo da parte della Amministrazione Bruno che ha intrapreso in maniera mirata e decisa interventi ed azioni di politiche ambientali più corrette. Aver stretto una interlocuzione seria, continuativa e costante con il Forum ambientalista per l'ottenimento del "Profilo della Salute" cittadino ed aver affidato loro la rilevazione dei campioni di aria in città, è un segnale di forte attenzione. Aver conferito l'incarico per la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) ormai in dirittura per essere approvato, è una prova concreta della visione di un nuovo concetto di mobilità che si intende dare alla città. L'aver previsto e progettato ciclovie e piste ciclabili; l'aver redatto il regolamento per esperire il bando per un servizio di sharing di monopattini; l'avere a breve un numero maggiore di taxi; l'aver cominciato ad istituire zone con limite di velocità a 30 km/h, sono tutte iniziative tese a ridurre il carico di traffico cittadino.

Una attenzione al miglioramento ed all'incremento del verde in città, mediante il prossimo impianto con le esangui risorse comunali di nuovi 200 alberi e la creazione di un bosco urbano con 50 alberi a San Valentino utilizzando il lascito Gucci, sono segnali importanti, senza dimenticare che con i tre grandi progetti PinQuA, la parte a nord della città verrà dotata di nuove aree verdi, di piste ciclabili e di aree libere con pavimentazione permeabile. In questi interventi l'impatto dei gas di scarico di auto ed impianti di riscaldamento, verrà ridotto grazie all'utilizzo di edilizia sostenibile ed innovative pavimentazioni e pitturazioni fotocatalitiche, in grado di annullare gli aeroinquinanti.

Occorre un grande presa di coscienza e sensibilizzazione collettiva, lavorando insieme ai soggetti ed alle associazioni ambientaliste, per fare in modo che si assumano comportamenti ed abitudini tese in maniera decisa verso una mobilità alternativa, sostenibile e che incentivi l'utilizzo dei mezzi pubblici di trasporto pubblico locale. Ne trarrebbero certamente beneficio la qualità della vita e la salute di tutti».
  • inquinamento andria
  • Andrialab
Altri contenuti a tema
Elettrosmog: Il Presidente del Consiglio Comunale ringrazia i cittadini per la loro presenza rispettosa e silenziosa Elettrosmog: Il Presidente del Consiglio Comunale ringrazia i cittadini per la loro presenza rispettosa e silenziosa Ieri durante i lavori del consiglio comunale
Elettromagnetismo: i cittadini protestano presso la sala consiliare Elettromagnetismo: i cittadini protestano presso la sala consiliare Flash mob dei residenti di via Scipione l’Africano presso Palazzo di Città
Elettrosmog: "99 medici si rivolgono ancora una volta alla Sindaca, ma le risposte non arrivano" Elettrosmog: "99 medici si rivolgono ancora una volta alla Sindaca, ma le risposte non arrivano" I quesiti che rimangono ancora aperti circa le richieste di tutela della salute pubblica
Antenna via Scipione l'Africano, Sindaco Bruno: "Resta una grandissima attenzione sul tema" Antenna via Scipione l'Africano, Sindaco Bruno: "Resta una grandissima attenzione sul tema" Risposta alla petizione dei medici sulla questione dell'elettrosmog e dei campi elettromagnetici causati dalle antenne
"Quando vivere nella tua città ti avvelena": se ne parla all'Officina San Domenico "Quando vivere nella tua città ti avvelena": se ne parla all'Officina San Domenico Ultimo appuntamento di "Visioni Scomode" mercoledì 5 giugno, con l'evento “BANGARANG”
Elettrosmog: petizione di 50 medici consegnata al sindaco Bruno Elettrosmog: petizione di 50 medici consegnata al sindaco Bruno "Chiediamo con insistenza la tutela della popolazione da fattori di rischio per malattie evitabili"
6 Cittadini vittime di rumori molesti notturni causa attività di pulizia stradale Cittadini vittime di rumori molesti notturni causa attività di pulizia stradale A nulla sono valse le numerose segnalazioni (formali e non) inviate agli uffici comunali ed alle ditte Gial Plast-SiEco-Impregico S.r.l
Dott. Leonetti: "I ripetitori della telefonia mobile? Non è tutto a posto!" Dott. Leonetti: "I ripetitori della telefonia mobile? Non è tutto a posto!" Intervento del medico oncologo, da anni impegnato sul fronte dell'inquinamento elettromagnetico
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.