Presidente Giuseppe Conte
Presidente Giuseppe Conte
Attualità

In arrivo un nuovo DPCM: ecco cosa cambierà

Entro domenica 25 ottobre verranno attuate dal governo Conte nuove misure restrittive anti covid

Per evitare in Italia un nuovo lockdown a causa dell'aumento, inarrestabile, dei contagi, entro domenica 25 ottobre, verrà sviluppato un nuovo DPCM, a pochi giorni dell'ultimo presentato domenica 18 ottobre. Secondo gli ultimi dati diffusi dal bollettino della Protezione Civile: i nuovi positivi sono 10.874 a fronte di 144.737 tamponi effettuati. I pazienti ricoverati in terapia intensiva, circa 870 hanno superato i numeri di marzo.

Cosa cambierà? Tra le possibili misure si passa dall'istituzione di un coprifuoco su scala nazionale all'apertura delle scuole anche nel pomeriggio, dal consentire gli spostamenti solo per motivi di lavoro, istruzione o salute al blocco degli spostamenti interegionali.

Nel dettaglio, le misure che secondo fonti interne a Palazzo Chigi potrebbero essere inserite nel nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sono:
  • l'istituzione di un coprifuoco nazionale dalle ore 22 o 23 fino alle 6 del mattino (il M5S spinge l'orario dall'1 di notte alle 5 del mattino, proposta che Conte non disdegna);
  • in alternativa, una limitazione dei movimenti e permetterli solo per recarsi a lavoro o a scuola, con il relativo ritorno dell'autocertificazione;
  • limitazione degli spostamenti tra Regioni;
  • l'introduzione di orari scaglionati per la scuola, inserendo ore di didattica presso gli istituti superiori anche nel pomeriggio. Questi «doppi turni» avrebbero l'obiettivo di ridurre gli assembramenti e il carico nei trasporti pubblici;
  • nuove regole per palestre e piscine;
  • anticipazione dell'orario di chiusura per pub e ristoranti (che l'ultimo DPCM ha precedentemente fissato alle ore 24);
  • nuove regole e limitazioni all'interno dei centri commerciali durante i weekend;
  • nuove indicazioni per le Asl nell'utilizzo dell'app Immuni.

  • Governo Giuseppe Conte
  • DPCM
Altri contenuti a tema
Decreto Ristori bis: le misure decise dal governo per tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia Decreto Ristori bis: le misure decise dal governo per tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia Si tratta del Decreto legge approvato nella notte, connesso all’emergenza epidemiologica da covid 19
Nuovo consiglio provinciale: slitta il voto del 13 dicembre Nuovo consiglio provinciale: slitta il voto del 13 dicembre Il Presidente Lodispoto con propria ordinaza, la n. 12 del 26 ottobre aveva convocato i comizi elettorali
Nuovo DPCM, Conte spiegherà i dettagli questa sera alle 20.20 Nuovo DPCM, Conte spiegherà i dettagli questa sera alle 20.20 Le misure anti Covid del nuovo DPCM slittano a venerdì 6 novembre
Conte ha firmato il nuovo Dpcm: ecco le nuove misure anti-Covid Conte ha firmato il nuovo Dpcm: ecco le nuove misure anti-Covid Le norme entreranno in vigore dal 5 novembre e fino al 3 dicembre. Resta da capire se la Puglia sarà "arancione"
Conte firma il decreto ristoro, risorse a fondo perduto per le categorie danneggiate dal Dpcm Conte firma il decreto ristoro, risorse a fondo perduto per le categorie danneggiate dal Dpcm "Non ci sono operatori di serie A e di serie B, ma dobbiamo scongiurare il lockdown generalizzato"
Le associazioni sportive e le scuole di ballo di Andria: "Chiediamo spiegazioni e risoluzioni al governo Conte" Le associazioni sportive e le scuole di ballo di Andria: "Chiediamo spiegazioni e risoluzioni al governo Conte" Nell'odierno pomeriggio una riunione della FIT Bat ad Andria: "Non siamo disposti ad accettare distinzioni"
Oltre 2 milioni di euro in arrivo tra Andria, Barletta e Trani Oltre 2 milioni di euro in arrivo tra Andria, Barletta e Trani Sono l'acconto del c.d. "Fondone-bis" introdotto dal decreto Agosto del Governo Conte
Dpcm, Conte: i sindaci possono chiudere le piazze a rischio assembramenti Dpcm, Conte: i sindaci possono chiudere le piazze a rischio assembramenti Norme al via da oggi fino al 13 novembre. Reazione di Decaro (Anci): "Uno scaricabarile"
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.