Il
Il "missile" cinese precipita verso di noi: le istruzioni della Protezione Civile
Attualità

Il "missile" cinese precipita verso di noi: le istruzioni della Protezione Civile

Purtroppo l'eventualità è reale, quindi meglio usare le regole di prudenza e istruzioni indicate dalle autorità

Questa non è proprio come le meteoriti che dicono "ci sfiorerà" ma poi precisano "si disintegrerà a contatto con l'atmosfera". L'eventualità di un impatto è reale, e resa ora autentica dal comunicato ufficiale della Protezione Civile circa misure di prudenza da adottare questa sera.

La Protezione Civile Nazionale ha comunicato che il secondo stadio del Vettore di una stazione spaziale cinese decadrà in atmosfera nelle prossime ore.
Il Vettore ha una massa di circa 18 ton. L'Agenzia Spaziale Italiana ha previsto che la caduta dei frammenti è al momento prevista nella notte tra sabato 8 maggio e domenica 9 maggio p.v in una fascia che ricomprende anche il territorio della regione Puglia. Tali eventi sono assai rari e non sono codificati comportamenti di autotutela.

La Protezione Civile ritiene utile fornire alcune indicazioni utili alla popolazione affinché siano adottati comportamenti di autoprotezione. È poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici. Gli edifici pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti. Si consiglia di stare lontani dalle finestre e porte vetrate.

I frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti. Non disponendo di informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono più sicuri i piani bassi degli edifici. All'interno degli edifici i posti strutturalmente più sicuri, nell'eventuale impatto, per gli edifici in muratura sono le volte dei piani inferiori, i vani delle porte inserite nei muri portanti, per gli edifici in cemento armato, i luoghi nelle vicinanze delle colonne e comunque in prossimità delle pareti. I frammenti più piccoli non sono visibili da terra prima dell'impatto.

Alcuni frammenti di grandi dimensioni potrebbero sopravvivere all'impatto. Poiché tali frammenti potrebbero contenere sostanze altamente tossiche (idrazina), chiunque avvisti tali frammenti dovrà tenersi a distanza di almeno 20 metri e segnalare il fatto alle autorità competenti.

Si allega la cartografia delle ipotesi delle traiettorie di impatto al suolo. Le stesse vanno considerato come approssimative.
  • regione puglia
  • Protezione Civile
Altri contenuti a tema
Cia Puglia chiede ai Comuni maggiore attenzione sulla praticabilità delle strade rurali Cia Puglia chiede ai Comuni maggiore attenzione sulla praticabilità delle strade rurali La Regione ha destinato 100 milioni di euro per il progetto ‘Strada x Strada’
Ondata di calore sino al 25 giugno, l'allerta della Protezione Civile Ondata di calore sino al 25 giugno, l'allerta della Protezione Civile Emanato il decalogo su come affrontare il gran caldo
Trasporto pubblico: con la Puglia in zona bianca aumenta la capienza massima Trasporto pubblico: con la Puglia in zona bianca aumenta la capienza massima Buone notizie per i pendolari: prima fissata al 50, oggi passa a 80% per l'aumento della mobilità
Sale la colonnina delle temperature sulla Puglia Sale la colonnina delle temperature sulla Puglia In tanti hanno gremito le città di mare. Nei prossimi giorni si prevedono picchi anche di 38° come per la giornata di mercoledì 23 giugno
Cresce la spesa degli italiani anche per effetto dei lockdown Cresce la spesa degli italiani anche per effetto dei lockdown Con vini e birra, aumenta anche il consumo di salumi (+8,4%) e formaggi freschi (+5,9%)
Più di 352mila persone hanno ricevuto nella Asl Bt almeno la prima dose Più di 352mila persone hanno ricevuto nella Asl Bt almeno la prima dose Sono 3.157.341  le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia
Appena 45 casi positivi in Puglia da covid, solo 5 nella Bat Appena 45 casi positivi in Puglia da covid, solo 5 nella Bat Si registra un solo decesso, in provincia di Bari
Rifacimento del manto stradale per la viabilità urbana: "Priorità per le vie dell'agricoltura" Rifacimento del manto stradale per la viabilità urbana: "Priorità per le vie dell'agricoltura" Intervento del C.L.A.A. (Comitato Liberi Agricoltori Andriesi)
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.