studenti a scuola con i propri dispositivi informatici
studenti a scuola con i propri dispositivi informatici
Scuola e Lavoro

Il ministero dell'Istruzione riconosce l'istituto "Cotugno" scuola virtuosa

Si tratta di una metodologia che permette agli studenti di portare a scuola i propri dispositivi informatici

Ci si lamenta spesso di dotare i bambini di smartphone in età sempre più precoce. Problema irresolubile della nostra società moderna al quale non si può andare in controtendenza. Allora perché non sfruttare questa dotazione e la dimestichezza di utilizzo per scopi nobili? Magari a scuola?
Per questo ci viene incontro il BYOD (Bring Your Own Device – "porta il tuo dispositivo"), una metodologia che permette agli studenti di portare a scuola i propri dispositivi.
Il 3° Circolo "Riccardo Cotugno", ottenuto il riconoscimento dal MIUR di "scuola virtuosa" sui temi relativi all'uso sicuro e positivo delle tecnologie digitali per essersi dotata di un proprio documento di ePolicy, recante le norme comportamentali e le procedure per l'utilizzo delle TIC (Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione) in ambiente scolastico, ha subito sperimentato le potenzialità e i benefici che le tecnologie informatiche possono apportare alla didattica quotidiana.
Gli alunni della classe 5a E, con il consenso autorizzato dei genitori, opportunamente informati, hanno potuto portare a scuola i propri device personali (smartphone, tablet, notebook) per svolgere con estremo entusiasmo un'attività di musica. L'insegnante, condividendo anzitempo le note della 9^ sinfonia di Beethoven e il link del sito di riferimento, ha dapprima messo i ragazzi nelle condizioni di potersi allenare a suonare uno strumento, il pianoforte. Poi nella lezione stabilita si sono esibiti prima singolarmente, poi in gruppo, con sicurezza, dal momento che erano diventati padroni del mezzo utilizzato.
Questo è uno dei vantaggi del BYOD, già utilizzato nelle scuole secondarie di primo e secondo grado: gli studenti usano strumenti a loro familiari e collegano l'ambiente educativo con quello dello svago personale; gli insegnanti rafforzano i loro metodi didattici, sfruttando risorse e app disponibili in rete.
Alla luce di tutto questo si potrebbe parlare di e-didattica, una didattica elettronica e informatizzata che ai tradizionali quaderni e astucci, accosta i dispositivi informatici, siti, tool e piattaforme. Dunque una didattica, moderna e inclusiva, stimolante e divertente. Pronta a catturare ogni canale attentivo degli alunni, senza lasciarne indietro nessuno!
Allora che ben vengano le nuove tecnologie se, applicate alla didattica, riescono ad interessare ed a coinvolgere tutti con brillanti risultati finali!
studenti a scuola con i propri dispositivi informaticistudenti a scuola con i propri dispositivi informatici
  • Scuola
  • 3° Circolo "Riccardo Cotugno"
Altri contenuti a tema
Maestra accusata di violenze sui suoi alunni. Parla il difensore: "Il processo non è affatto concluso" Maestra accusata di violenze sui suoi alunni. Parla il difensore: "Il processo non è affatto concluso" L'avvocato Carmine Di Paola: "Insegnante amata e difesa dalla quasi totalità della classe ed attaccata da una sparuta minoranza di genitori prima e di alunni poi"
Armato di ascia tenta di aggredire contendente davanti all'uscita dei bambini da edificio scolastico: intervento coraggioso di una vigilessa Armato di ascia tenta di aggredire contendente davanti all'uscita dei bambini da edificio scolastico: intervento coraggioso di una vigilessa E' accaduto intorno alle ore 13.30 in via Murge. L'uomo è stato condotto presso il Comando della Polizia Locale di Andria
Condannata in Appello la maestra di Andria accusata di violenza contro i suoi alunni Condannata in Appello la maestra di Andria accusata di violenza contro i suoi alunni In primo grado la donna era stata assolta dal Giudice dell'udienza preliminare di Trani
Simonetta Gola, vedova di Gino Strada, fondatore di Emergency, ad Andria per l'inaugurazione del CPIA Bat Simonetta Gola, vedova di Gino Strada, fondatore di Emergency, ad Andria per l'inaugurazione del CPIA Bat Cerimonia martedì 17 maggio alla presenza delle autorità del territorio
I Carabinieri di Andria a Canosa di Puglia, "A scuola di legalità" I Carabinieri di Andria a Canosa di Puglia, "A scuola di legalità" I militari dell'Arma Benemerita, con il Tenente Pietro Zona, hanno incontrato gli studenti dell’Einaudi
Il 3° Circolo "Cotugno" partecipa al progetto“Una Rete per il Sud: obiettivo STEAM” Il 3° Circolo "Cotugno" partecipa al progetto“Una Rete per il Sud: obiettivo STEAM” Impegnati nella sfida “Come contribuire a ridurre il divario di genere nell’accesso ai percorsi formativi e alle professioni STEAM?”
Il 14 settembre si torna a scuola, fino al 10 giugno 2023 Il 14 settembre si torna a scuola, fino al 10 giugno 2023 Approvato il calendario scolastico 2022-2023
La seconda prova del 29° Rally Matematico Transalpino al Circolo didattico “Cotugno” di Andria La seconda prova del 29° Rally Matematico Transalpino al Circolo didattico “Cotugno” di Andria La "matematica che piace", stimola e promuove percorsi di crescita intellettuale e sociale
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.