I Carabinieri confiscano beni per un milione e mezzo di euro a un 51enne di Andria
I Carabinieri confiscano beni per un milione e mezzo di euro a un 51enne di Andria
Cronaca

I Carabinieri confiscano beni per un milione e mezzo di euro a un 51enne di Andria

Un patrimonio illecito che comprende una villa di lusso, tre appezzamenti di terreno, un'autovettura ed un motociclo

Questa mattina, sabato 10 settembre, i Carabinieri della Compagnia di Andria hanno dato esecuzione al decreto di applicazione della misura della confisca di beni n. 66/2016 registro generale misure di prevenzione n.14/2018 (decreto di confisca emesso in data 19 dicembre 2017 dal Tribunale di Trani, sezione misure di prevenzione) nei confronti di A. A., di anni 51, attualmente ristretto presso la casa circondariale di Foggia. Il decreto di confisca è divenuto definitivo il 31 agosto 2022 con sentenza emessa dalla Corte di Cassazione pronunciatasi su appello proposto dal prevenuto.

Le indagini patrimoniali hanno avuto inizio su delega della Procura della Repubblica di Bari – Direzione Distrettuale Antimafia, a seguito della condanna del prevenuto in via definitiva alla pena di 20 anni di reclusione per i reati di rapina aggravata, ricettazione, detenzione e porto di armi da guerra e tentato omicidio, in relazione all'assalto di due furgoni portavalori, avvenuto l'8 aprile 2013 in Lombardia, e alla condanna in via definitiva alla pena di 7 anni di reclusione per i reati di associazione a delinquere finalizzata alle rapine con sequestro di persona commesse nei confronti di autotrasportatori (tra settembre e novembre 2012), alla detenzione illecita di armi e munizioni.

I successivi accertamenti patrimoniali, avviati dai Carabinieri di Andria coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Bari, in ottemperanza alle indicazioni fornite dalla normativa antimafia di cui al d.lgs. n. 159 del 2011, hanno evidenziato come A. A. abbia nel tempo mantenuto un tenore di vita notevolmente superiore alle proprie reali possibilità economico-finanziarie e capacità reddituali, nonostante i modesti redditi dichiarati risultati al limite della soglia di sopravvivenza, facendo ritenere che le stesse fossero il frutto di attività illecite. Il nucleo familiare del proposto infatti, a fronte di una esigua capacità reddituale calcolata nel ventennio successivo alla data di matrimonio, ha accumulato un patrimonio considerato assolutamente sproporzionato rispetto agli stessi redditi.

Il provvedimento interessa la confisca a titolo definitivo, così come da pronuncia della Corte di Cassazione, di una villa di lusso (di cui, sin dal provvedimento genetico, era stata vietata la facoltà d'uso), completa di arredi, impianti tecnologici e suppellettili di pregio, tre appezzamenti di terreno, un'autovettura ed un motociclo, del valore complessivo stimato di circa un milione e 500 mila euro.
ImmagineImmagineImmagine
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Il generale del corpo d'armata Andrea Rispoli in visita al comando dei carabinieri della Bat Il generale del corpo d'armata Andrea Rispoli in visita al comando dei carabinieri della Bat Nella circostanza si è discusso delle questioni relative all'ordine e la sicurezza in provincia
Numerose le auto rubate nel nord barese ritrovate dai Carabinieri di Cerignola, anche da Andria Numerose le auto rubate nel nord barese ritrovate dai Carabinieri di Cerignola, anche da Andria Da luglio ad oggi, sono state recuperate ben 140 autovetture sottratte, molte purtroppo erano cannibalizzate
Prevenzione e contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti: giro di vite dei Carabinieri in via Annunziata Prevenzione e contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti: giro di vite dei Carabinieri in via Annunziata Nella zona regna il degrado generato da alcuni avventori dei locali presenti in quella via
L'ex colonnello dei Ros Angelo Jannone tra i vincitori del Premio Internazionale “Giuseppe Fasano” L'ex colonnello dei Ros Angelo Jannone tra i vincitori del Premio Internazionale “Giuseppe Fasano” Appuntamento a lunedì 19 settembre presso le Tenute di Albano Carrisi, a Cellino San Marco
40° anniversario della morte del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa 40° anniversario della morte del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa Prefetto di Palermo venne ucciso a Palermo dalla mafia, con la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente di scorta Domenico Russo
Concorso per ufficiali della riserva selezionata dell'Arma dei Carabinieri Concorso per ufficiali della riserva selezionata dell'Arma dei Carabinieri Gli aspiranti potranno presentare la domanda attraverso il portale www.carabinieri.it nell’area concorsi
Due mezzi della raccolta rifiuti andati distrutti nella notte: si propende per la pista dolosa Due mezzi della raccolta rifiuti andati distrutti nella notte: si propende per la pista dolosa Sul posto con i Vigili del fuoco i Carabinieri del nucleo radiomobile e del nucleo operativo
Incendio in via vecchia Barletta: fiamme distruggono veicoli parcheggiati Incendio in via vecchia Barletta: fiamme distruggono veicoli parcheggiati Sul posto i Vigili del Fuoco di Barletta ed i Carabinieri
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.