geometra
geometra
Vita di città

Giovani eccellenze pugliesi, il concorso prevede premi per i migliori elaborati

Ecco tutti i dettagli dell'iniziativa #studioinpugliaperchè

A partire da mercoledì 1° marzo e fino al 28 aprile sono aperte le candidature al Premio Giovani Eccellenze Pugliesi #studioinpugliaperché, l'iniziativa di Regione Puglia – Assessorato all'Istruzione e Diritto allo Studio e ARTI che punta a dare evidenza al percorso, agli incontri e alle opportunità offerte dal sistema dell'istruzione regionale che ha portato gli studenti e le studentesse a diventare "giovani eccellenze". Ad essere premiati, infatti, saranno i migliori elaborati rispondenti all'hashtag #studioinpugliaperché, realizzati da diplomati e laureati triennali che abbiano conseguito il titolo con il massimo dei voti e che risultino iscritti nell'a.a. 2022/2023 ad un istituto di alta formazione con sede in Puglia, indipendentemente dall'anno di corso.
Importante novità inserita quest'anno è la possibilità di partecipare al concorso anche in gruppo, composto da non più di tre studenti, di cui almeno il capogruppo in possesso del requisito del massimo dei voti previsto dalla Legge n. 19/2010. Si tratta di una novità di grande impatto immaginata per aumentare l'inclusività del Premio, consentendo di fatto di allargare notevolmente la platea dei destinatari dell'iniziativa.
Gli elaborati, da presentare attraverso le diverse forme espressive previste (foto, video, poesia, racconto, fumetto, graphic novel), dovranno essere inediti e contenere nel titolo o nella descrizione l'hashtag #studioinpugliaperché. Inoltre, dovranno rispondere ai seguenti requisiti:
video: durata massima 2 minuti, sottotitolati in italiano e caricati su YouTube;
foto e tweet: caricati rispettivamente su Instagram e Twitter;
produzioni letterarie: poesie o racconti della lunghezza massima di 1000 battute, spazi inclusi;
fumetti e graphic novel: file in pdf del peso massimo di 10Mb.
Ogni studente o gruppo di studenti potrà candidare una sola proposta attraverso la procedura online presente sul sito https://studioinpugliaperche.regione.puglia.it, accedendo attraverso una delle identità digitali disponibili (SPID/carta d'identità elettrica/tessera sanitaria - carta nazionale dei servizi).
Le proposte dovranno essere presentate a partire dal 1 marzo ed entro e non oltre le ore 12.00 del 28 aprile 2023, salvo proroghe. I progetti saranno votati online ed esaminati da una giuria di esperti.
Da quest'anno, inoltre, ai candidati che si faranno promotori dell'iniziativa diffondendo presso potenziali partecipanti sarà riconosciuta una premialità di 0,25 punti per ogni studente che si iscriverà al concorso, fino ad un massimo di 1 punto extra.
Il concorso prevede l'assegnazione di premi in denaro per un montepremi totale di 150.000€; saranno premiati i migliori elaborati, come segue:
il primo classificato riceverà un premio di € 2.000,00;
il secondo classificato riceverà un premio di € 1.500,00;
il terzo classificato riceverà un premio di € 1.000,00;
l'elaborato che avrà ottenuto più voti online riceverà un premio di € 1.500,00;
i restanti migliori elaborati riceveranno premi da 500€ (se candidati da singoli) e da 600 o 900€ (se candidati da gruppi composti rispettivamente da 2 o 3 studenti) fino ad esaurimento del montepremi totale.
Inoltre, la Giuria assegnerà, sulla base dei criteri sopra enunciati, ulteriori tre premi con menzione speciale dell'importo di € 2.000,00 ciascuno.
L'iniziativa rientra nella strategia messa in campo dall'amministrazione regionale volta a valorizzare i risultati raggiunti dagli studenti pugliesi e a creare opportunità affinché le menti più brillanti decidano di investire sul proprio futuro, rimanendo nel territorio regionale.
Ulteriori informazioni, regolamento e form di candidatura sono disponibili su https://studioinpugliaperche.regione.puglia.it.
  • regione puglia
Altri contenuti a tema
Nuova lettera del Comitato nuovo ospedale di Andria alla Dg Asl Bt: "C'é o non c'é?" Nuova lettera del Comitato nuovo ospedale di Andria alla Dg Asl Bt: "C'é o non c'é?" I Cittadini Andriesi hanno diritto di sapere!
Regione assegna ad Asl 100mila euro quale somma per acquisto ausili guida per autoveicoli Regione assegna ad Asl 100mila euro quale somma per acquisto ausili guida per autoveicoli A favore dei titolari di patente di guida delle categorie A, B o C speciali
Spesa dispositivi, Amati: “Tutte le ASL sforano tetto Spesa dispositivi, Amati: “Tutte le ASL sforano tetto Sprecati 173 milioni di sforamento sul tetto nel 2023”
Il Consorzio Burrata di Andria IGP partner del Vertice dei Capi di Stato e di Governo G7 2024 Il Consorzio Burrata di Andria IGP partner del Vertice dei Capi di Stato e di Governo G7 2024 La conferma arrivata direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Delegazione per la Presidenza italiana del G7
Borse di studio per l’a.s. 2023/2024 e libri di testo per l’a.s. 2024/2025: al via la presentazione delle domande Borse di studio per l’a.s. 2023/2024 e libri di testo per l’a.s. 2024/2025: al via la presentazione delle domande L'investimento complessivo è di 7.825.058 euro. Le domande a partire dalle ore 12.00 di venerdì 7 giugno 2024
A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese L'allarme di Coldiretti Puglia, in occasione della giornata dell' ambiente
Nuovo Avviso pubblico per strutture idonee all’accoglienza di genitori detenuti con figli al seguito Nuovo Avviso pubblico per strutture idonee all’accoglienza di genitori detenuti con figli al seguito Una sperimentazione di percorsi di accoglienza di genitori detenuti con prole al seguito, che potranno scontare la pena, in strutture extra-carcerarie
Ospedali: dal Ministero delle Finanze ulteriori 9 milioni di euro per Barletta e nulla per Andria Ospedali: dal Ministero delle Finanze ulteriori 9 milioni di euro per Barletta e nulla per Andria La nota dei consiglieri comunali di Andria Nicola Civita, Doriana Faraone e Pietro Di Pilato
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.