Gioco d'azzardo
Gioco d'azzardo
Attualità

Gioco d'azzardo: ad Andria si spendono ogni anno 216 milioni di euro

"Boom" nel Nord Barese; 60 i casi di dipendenza giunti allo sportello "vinco IO"

"Al gioco d'azzardo si perde sempre: denaro, tempo e affetti". Queste le parole della dottoressa Liliana D'Avanzo, psicologa e psicoterapeuta dello sportello di contrasto al gioco d'azzardo "Vinco IO", con le quali ieri, giovedì 5 luglio, è stato presentato un incontro a tema con la Diocesi di Andria.

L'Italia è il primo paese in Europa e il terzo al mondo per il gioco d'azzardo, tanto che i proventi di questo settore costituiscono il 3% del Pil nazionale. Un dato allarmante se si considera che il dilagare di questa attività implica l'aumento dei consumatori patologici e della criminalità organizzata.

Nello specifico, tra il 2016 e il 2017, nel Nord Barese c'è stato un vero e proprio "boom" e nella città di Andria la spesa per il gioco d'azzardo si traduce in 216 milioni di euro spesi all'anno, dunque 2151 euro pro capite.

Si tratta di cifre in crescita rilevate grazie all'azione dello sportello "vinco IO", operativo dal novembre del 2017, a cui si sono rivolti già 60 giocatori, tra i 24 e i 69 anni. 50 di questi stanno proseguendo il loro percorso di riabilitazione, mentre 10 lo hanno abbandonato a causa di ricadute di gioco o per mancanza di adeguato sostegno da parte della rete familiare.

L'incontro del 5 luglio fa parte di una serie di appuntamenti voluti dalla Diocesi di Andria. "La Diocesi guarda a questo tema con grande attenzione, obbedendo allo sforzo per far crescere la consapevolezza della gravità e della serietà della problematica - afferma il Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi, presente all'incontro -. L'impegno di questa chiesa è nel promuovere iniziative di studio chiamando esperti che possono aiutare a conoscere le radici della problema, ideare percorsi di salvezza e individuare le vie per affiancare chi cade bella patologia".

"Saper riconoscere i primi campanelli d'allarme e chiedere aiuto diventa basilare - commenta don Geremia Acri, responsabile della Casa Accoglienza "S.Maria Goretti " della Diocesi di Andria e della comunità "Migrantesliberi" - L'offerta indiscriminata mette a contatto chiunque con questa attività rischiosa per la salute. Lo Stato può e deve intervenire".

All'incontro, tenutosi presso la sala Pasquale Attimonelli de "L'Albergo dei Pini", sono intervenuti anche la dott.ssa Ottavia Matera, dirigente del settore socio sanitario del Comune di Andria; la dott.ssa Daniela Fortunato, Assistente Sociale; l'avv. Attilio Simeone Legale della consulta antiusura; la dott.ssa Daniela Capitanucci, Presidente onorario associazione AND-azzardo e nuove dipendenze; prof. Maurizio Fiasco, sociologo/docente presso istituti di formazione della Polizia di Stato; Mons. Alberto D'Urso, Presidente Nazionale della Consulta Antiusura; un ex giocatore.

Lo sportello "Vinco io", è operativo in via Pellegrino Rossi, 41, ad Andria, il martedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 16.30 alle 19.30, ma sempre raggiungibile contattando il numero 3336466548 oppure il numero verde 800589346. Un'equipe di esperti offre percorso terapeutici, di accompagnamento, vicinanza e assistenza.
IMG JPGIMG JPGIMG JPG
  • gioco d'azzardo
  • vescovo di andria
Altri contenuti a tema
Celebrazione 3° anniversario dell’ordinazione episcopale del Vescovo di Andria Mons. Mansi Celebrazione 3° anniversario dell’ordinazione episcopale del Vescovo di Andria Mons. Mansi Grande partecipazione dei fedeli nella chiesa Cattedrale per la celebrazione liturgica
Gioco d'azzardo, no alla proroga: vittoria di tante famiglie Gioco d'azzardo, no alla proroga: vittoria di tante famiglie I consiglieri regionali del M5S: Il nostro pressing è servito
Gioco d'azzardo, Di Bari (M5S): "E' tempo di passare ai fatti" Gioco d'azzardo, Di Bari (M5S): "E' tempo di passare ai fatti" Presentato insieme a Michele Coratella, un esposto alla Polizia Municipale sulla pubblicità al gioco d'azzardo
Allarme dipendenze da gioco d'azzardo ad Andria: se ne parla con la Diocesi Allarme dipendenze da gioco d'azzardo ad Andria: se ne parla con la Diocesi Don Geremia: «I dati sul fenomeno del gioco d’azzardo patologico stanno aumentando vertiginosamente»
Presa in carico del giocatore patologico: ad Andria Mons. Alberto D’Urso, presidente consulta antiusura Presa in carico del giocatore patologico: ad Andria Mons. Alberto D’Urso, presidente consulta antiusura Aspetti sanitari, sociali e legali. Predisposizione del protocollo d’intervento giovedì 5 luglio alle ore 19.30 presso la sala Attimonelli
Eccezionale concerto per la festa onomastica del Vescovo diocesano mons. Luigi Mansi Eccezionale concerto per la festa onomastica del Vescovo diocesano mons. Luigi Mansi Le prestigiose opere di Antonio Vivaldi interpretate dalla magistrale esecuzione dell’orchestra” La Stravaganza”
Peregrinaggio mariano: il Vescovo conclude il percorso alla Casa di Accoglienza "S. Maria Goretti" Peregrinaggio mariano: il Vescovo conclude il percorso alla Casa di Accoglienza "S. Maria Goretti" Anche nelle Case famiglia della Comunità “Migrantesliberi” di Andria molteplici momenti di incontro
De Mucci (FI Bat): "Allarmanti i dati del gioco d'azzardo nella Bat" De Mucci (FI Bat): "Allarmanti i dati del gioco d'azzardo nella Bat" Il Commissario provinciale azzurro: "250 i milioni di euro giocati dai cittadini della Bat nel primo semestre del 2017"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.