Garanzia Giovani Comune di Andria
Garanzia Giovani Comune di Andria
Attualità

Garanzia Giovani, continua l'odissea dei formatori senza pagamenti

La Regione non ha fornito ancora risposte per i corsi di formazione: coinvolti centinaia di esperti su tutto il territorio regionale

Centinaia di docenti da un anno, e più, in attesa di compensi. Decine di enti formativi accreditati senza liquidità, e migliaia di studenti che aspettano i rimborsi spese. Insomma, un corto circuito che, in fondo, sta mettendo in ginocchio decine di enti di formazione professionale riconosciuti dalla Regione Puglia. Nonostante i percorsi formativi del pacchetto Garanzia Giovani siano di fatto conclusi da molti mesi, la Regione Puglia ancora non ha provveduto a liquidare i finanziamenti dei progetti svolti dagli enti accreditati.

«I corsi, partiti a scaglioni tra l'ottobre 2020 e il gennaio 2021 e terminati al più tardi in primavera, non si sa se e quando verranno liquidati, nonostante i tempi ristretti di realizzazione richiesti dalla Regione». A porre attenzione alla problematica, tutt'altro che risolta, è Nicola Romolo Bellanova, formatore che - come tanti altri su tutto il territorio pugliesi - è ancora in attesa di diverse migliaia di euro, compensi spettanti per le docenze dei corsi legati al programma Garanzia Giovani.

«Il problema risolto per i tirocinanti, con tanto di annunci in pompa magna, invece resta ignobilmente aperto per i corsi di formazione, in una sorta di limbo che sta mettendo in crisi di liquidità centinaia di famiglie» prosegue Bellanova.

«A precise e continue sollecitazioni degli istituti e noi docenti – sostengono i formatori provenienti da ogni angolo della Puglia - le risposte fornite sono state vaghe e, oggettivamente, inattendibili: emergenza Covid che non ha permesso i controlli, problemi di personale, burocrazia legata al bilancio regionale. E naturalmente, nessuna previsione sui tempi di liquidazione».

«Sono centinaia i docenti contrattualizzati con prestazione occasionale o con Partita IVA, che hanno rinunciato ad altri incarichi o sacrificato la libera professione per vincolarsi con questi percorsi, fornendo sempre passione e competenza a cifre non basse ma nemmeno enormi. I crediti vantati da ogni formatore sono di alcune migliaia di euro, e tanti di questi professionisti hanno famiglia e scadenze da rispettare.

Il pacchetto formativo "Garanzia Giovani" è una misura di sostegno e incentivo alla riqualificazione professionale e formazione per ragazzi dai 16 ai 29 anni, che possono usufruire di vari progetti della durata di 200 ore, una certificazione riconosciuta e un piccolo ma significativo rimborso spese. Un mercato della formazione che coinvolge una grossa fetta del bilancio della Regione, e centinaia di enti riconosciuti sul territorio. Ma il problema non risiede nella qualità dei servizi offerti dalle agenzie di formazione e da questi professionisti, quanto nella mancanza di sicurezza sui tempi di pagamento, subordinati alle verifiche e controlli dei registri e della rendicontazione di ogni singolo percorso.

Interpellati e sollecitati, i consiglieri regionali della VI commissione, su iniziativa del presidente Donato Metallo, si sono riuniti mercoledì scorso, mettendo l'assessore regionale Leo e degli uffici competenti, davanti al fatto compiuto, e l'ammissione di un fallimento e della disorganizzazione burocratica dell'ente. Andiamo avanti da mesi interpellando gli enti formativi – ammette Nicola Bellanova, portavoce di questo gruppo spontaneo di oltre duecento docenti -, sperando ogni mese che sia la volta buona per avere soddisfazione di un nostro diritto. E invece, con grande sorpresa abbiamo preso consapevolezza che ci sono problemi con i controlli delle documentazioni e delle lezioni online, risalenti a un anno e passa fa. Noi abbiamo sempre fatto la nostra parte con grande scrupolo e professionalità nella tenuta delle lezioni, nella gestione dei registri e nella tempistica. Evidentemente, nella macchina burocratica e amministrativa, qualcuno è andato nel pallone e ne stiamo pagando tutti". E se la prospettiva di un "esperto" verificatore imposto dall'autorità di controllo alla Regione dovesse diventare realtà, i tempi si prevedono ancora più indefiniti: "Gli enti formativi e gli uffici della Regione hanno tutte le documentazioni, compresi i minutaggi effettivi delle presenze rilevati dalle piattaforme online – continua -, e non capiamo dove sia il problema".

Ci sono formatori che devono avere anche alcune migliaia di euro, che hanno impegni, scadenze e famiglia, rinunciando anche ad altri incarichi professionali. Entusiasmo e competenze vanificate dallo stallo di chi invece dovrebbe darsi una mossa, e invece non ha fatto ancora nulla. Oltre ai docenti, ci sono circa ottomila corsisti beneficiari dei rimborsi spese oscillanti tra i 200 e i 400 euro a percorso, che facevano affidamento per potersi permettere qualche sfizio e avere una piccola somma in salvadanaio: "Non si pretendono tutti i soldi subito, perché ci sono vari percorsi terminati in maniera scaglionata. Ma ci sembra il minimo ricevere chiarezza sui tempi e lo stato delle rendicontazioni di questi progetti, in modo che docenti, enti formativi e studenti possano respirare con un po' di liquidità e gestire gli impegni quotidiani".
  • garanzia giovani
Altri contenuti a tema
Sbloccato il pagamento delle indennità dei tirocini Garanzia Giovani Sbloccato il pagamento delle indennità dei tirocini Garanzia Giovani L'annuncio dell’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo
Rimborsi garanzia giovani: “Finalmente sblocco annunciato in Commissione lavoro" Rimborsi garanzia giovani: “Finalmente sblocco annunciato in Commissione lavoro" L'annuncio dell'assessore regionale Sebastiano Leo. Boccata di ossigeno per migliaia di tirocinanti
Riparte Garanzia Giovani 2019, destinato a disoccupati dai 15 ai 29 anni Riparte Garanzia Giovani 2019, destinato a disoccupati dai 15 ai 29 anni Per info e iscrizioni, recarsi presso la sede “AndriaDuePuntoZero”. Di seguito, le offerte di tirocinio
Garanzia Giovani: sbloccati fondi per il pagamento delle indennità Garanzia Giovani: sbloccati fondi per il pagamento delle indennità Risolutivo l'intervento dei consiglieri regionali del M5S
Bonus assunzione giovani 2018 Bonus assunzione giovani 2018 Questa opportunità è stata introdotta con la nuova legge di bilancio
Garanzia Giovani: la Prometeo avvia un percorso di formazione e lavoro Garanzia Giovani: la Prometeo avvia un percorso di formazione e lavoro Le attività prenderanno il via anche quest'anno nel centro polifunizonale di Trani
Garanzia Giovani, Di Bari (M5S): "Ritardi nei pagamenti. Quando le liquidazioni?" Garanzia Giovani, Di Bari (M5S): "Ritardi nei pagamenti. Quando le liquidazioni?" L'interrogazione della consigliera andriese e del pentastellato Antonio Trevisi all'assessore Leo
3 Garanzia Giovani, proroga fino al giugno 2018 Garanzia Giovani, proroga fino al giugno 2018 Le dichiarazioni dell'assessore regionale Sebastiano Leo
© 2001-2023 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.