motociclista denunciato a piede libero
motociclista denunciato a piede libero
Cronaca

Fugge ad un posto di controllo della Polizia di Stato motociclista denunciato a piede libero

Il padre, raggiunto il figlio bloccato dopo inseguimento, preso dall’ira da fuoco al motociclo. Scatta anche per lui una denuncia

Un motociclista intemperante ha causato in città un autentico pomeriggio di fuoco.
Tutto ha avuto inizio intorno alle ore 14, su via Pietro I Nornanno, nei pressi dell'incrocio con viale Pietro Nenni con la strada che conduce al Santuario del SS. Salvatore.

Una volante del 113 del locale Commissariato di P.S., impegnata in uno dei consueti giri di perlustrazione contro i reati predatori, notava giungere un motociclo a velocità sostenuta, privo di targa.
I poliziotti intimavano al motociclista di fermarsi, ma per tutta risposta il motociclista cercava di darsi alla fuga. Ne nasceva un breve inseguimento che si concludeva quando la volante del "113", nel bloccare la fuga del centauro, si impattava con questo mezzo, che cercava ripetutamente di fuggire al controllo. Danni alla parte sinistra della volante venivano procurati dal sinistro automobilistico.

Rovinato al suolo, il motociclista –un 20enne di Andria- veniva subito soccorso dagli stessi poliziotti che nel frattempo avvertivano il servizio 118. Per fortuna per il motociclista nessuna ferita nè alcun trauma, ma dal punto di vista amministrativo, risultava la moto non solo priva di targa, pur essendo un mezzo superiore a 125 cc. ed utilizzato per gare da cross, ma anche senza assicurazione. Nel frattempo, le fasi concitate dell'inseguimento facevano accorrere sul luogo dell'incidente numerosi curiosi, tra cui il padre del giovane, un uomo di 49 anni.

Ebbene, mentre gli agenti di P.S. stavano notiziando il motociclista che per lui sarebbe scattata la denuncia a piede libero per resistenza a Pubblico ufficiale e danneggiamenti, oltre al sequestro del motociclo, il padre del centauro, preso dall'ira, dopo aver inveito contro i poliziotti per come era stata condotta la vicenda, decideva di dare fuoco al veicolo, sorprendendo quindi i poliziotti che erano impegnati nella compilazione dei verbali, ma anche del personale del 118 che si stava sincerando delle buone condizioni del centauro e dei carabinieri del nucleo radiomobile, che nel frattempo erano giunti sul posto per effettuare i rilievi del sinistro.

Con un accendino, quindi il padre dava fuoco alla benzina del motociclo, provocandone l'incendio. Ripresisi dalla sorpresa, i poliziotti sono riusciti solo successivamente, con l'aiuto di alcuni residenti a spegnere l'incendio, ma della moto purtroppo restava solo la carcassa.

Anche per il genitore è quindi scattata la denuncia a piede libero all'Autorità giudiziaria per incendio su cosa propria e danneggiamento di bene sottoposto a sequestro, in quanto poco prima i poliziotti avevano finito di redigere il relativo verbale di sequestro del mezzo.
motociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede liberomotociclista denunciato a piede libero
  • polizia
  • 118
  • Polizia di Stato Andria
  • commissariato
Altri contenuti a tema
Arresto bis De Benedictis. Il sospetto: «Armi custodite per i clan» Arresto bis De Benedictis. Il sospetto: «Armi custodite per i clan» Custodiva un «arsenale degno di una cosca mafiosa», ma il timore è che lo facesse per conto dei clan
Arresto bis De Benedictis. Sparò con il mitra dal balcone a Capodanno Arresto bis De Benedictis. Sparò con il mitra dal balcone a Capodanno Il 30 dicembre 2020 il magistrato di Molfetta, dal balcone di casa di Serafino, esplose in aria raffiche di mitra
Arsenale sequestrato ad Andria, dopo il proprietario della villa altri due arresti Arsenale sequestrato ad Andria, dopo il proprietario della villa altri due arresti Nuova svolta nelle indagini sul ritrovamento di armi da guerra in un casolare di contrada Borduito
Rommy un cane maltese rapito questa mattina: denuncia alla Polizia di Stato Rommy un cane maltese rapito questa mattina: denuncia alla Polizia di Stato E' accaduto intorno alle ore 8.10, nei pressi di via Puccini. Vane le ricerche del cane, ma le telecamere avrebbero ripreso il malfattore
Sciame di api su via Don Sturzo: intervento di un apicoltore per rimuoverlo da un esercizio commerciale Sciame di api su via Don Sturzo: intervento di un apicoltore per rimuoverlo da un esercizio commerciale E' accaduto questa mattina. Sul posto la Polizia Locale che ha messo in sicurezza la zona
Tanti i dubbi sul ritrovamento delle armi e dell'esplosivo in una villa di contrada Borduito Tanti i dubbi sul ritrovamento delle armi e dell'esplosivo in una villa di contrada Borduito L'arsenale in uso alla malavita o nella disponibilità del giudice De Benedictis?
Armi, esplosivi e munizioni: scoperta ad Andria "santabarbara" della mala Armi, esplosivi e munizioni: scoperta ad Andria "santabarbara" della mala In un casolare di campagna l'ingente quantitativo ritrovato dalla Squadra Mobile di Bari
Arsenale da guerra scoperto nelle campagne di Andria Arsenale da guerra scoperto nelle campagne di Andria Operazione della Squadra Mobile di Bari coordinata dalla Procura di Lecce
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.