Assemblea Flai Cgil Bat
Assemblea Flai Cgil Bat
Enti locali

Flai Cgil Bat: sotto la lente d’ingrandimento la disoccupazione agricola

Dopo Andria, nei prossimi giorni in programma un’assemblea nella Città della Disfida

Potrebbero esserci conseguenze serie per la disoccupazione agricola, a seguito dell'abbassamento dei parametri e delle qualifiche che riguardano il riconoscimento di alcune professionalità acquisite negli anni dagli operai agricoli e florovivaisti, un fatto che si è verificato dopo l'ultimo rinnovo contrattuale non firmato dalla Flai Cgil. Il sindacato prosegue la sua battaglia al fianco dei lavoratori agricoli e florovivaisti concentrandosi anche su tutto il tema che riguarda le modalità di pagamento delle retribuzioni ed, infine, analizzando le ripercussioni che si avranno sulla prossima disoccupazione agricola.

Dopo l'assemblea organizzata nella Camera del Lavoro di Andria, alla presenza del segretario generale della Flai Cgil Puglia, Antonio Gagliardi, in programma un nuovo incontro nei prossimi giorni a Barletta per coinvolgere anche questa città nella discussione sulle problematiche che attanagliano i lavoratori agricoli.

«Gli effetti di quel contratto che non abbiamo firmato stanno ricadendo anche sul salario differito, ovvero disoccupazione agricola ed altre prestazioni previdenziali come malattia, maternità, infortunio, senza dimenticare il calcolo delle future pensioni. I calcoli vengono fatti sulla base del salario contrattuale e va da sé che l'abbassamento dei salari, per effetto del demansionamento e declassificazione degli inquadramenti e delle professionalità acquisite dai lavoratori nel corso degli anni, inciderà fortemente su tutte le prestazioni previdenziali. Con le assemblee sul territorio continueremo ad informare i lavoratori su questi temi e proveremo a chiedere modifiche in tal senso al contratto», spiega Gaetano Riglietti, segretario generale Flai Cgil Bat.
  • flai cgil
Altri contenuti a tema
Lavoro agricolo nella Bat, Flai Cgil: "Un terzo degli addetti senza tutele"   Lavoro agricolo nella Bat, Flai Cgil: "Un terzo degli addetti senza tutele"   Il sindacato analizza i dati degli elenchi anagrafici dell’Inps del 2019
Lavoro agricolo, Gagliardi: «Caporali e sfruttatori non li ferma il coronavirus» Lavoro agricolo, Gagliardi: «Caporali e sfruttatori non li ferma il coronavirus» La Flai Cgil Puglia: sì ma nella Rete del lavoro di qualità
Agricoltura ai tempi del covid, Flai: “Nessuna mancanza di manodopera” Agricoltura ai tempi del covid, Flai: “Nessuna mancanza di manodopera” Il segretario generale della categoria Gaetano Riglietti focalizza invece l’attenzione su trasporto e DPI
Coronavirus, l'agroalimentare non si ferma ma garantire sicurezza ai lavoratori Coronavirus, l'agroalimentare non si ferma ma garantire sicurezza ai lavoratori L'appello è della Flai Cgil Bat che chiede il rispetto delle misure
Caporalato, ad Andria la sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità Caporalato, ad Andria la sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità I sindacati: "Serve un salto di qualità per liberare definitivamente il settore agricolo da questa piaga"
Il lavoro si fa strada, assemblea con i braccianti di Andria Il lavoro si fa strada, assemblea con i braccianti di Andria Lunedì prossimo nella sede della camera del lavoro di piazza Di Vittorio
Rete del lavoro agricolo nella Bat: "Siamo sulla strada giusta" Rete del lavoro agricolo nella Bat: "Siamo sulla strada giusta" Cgil e Flai: "Una battaglia di civiltà che così continuiamo a combattere"
“Il lavoro si fa strada”, la Flai e Cgil incontrano lavoratori nelle campagne di Andria “Il lavoro si fa strada”, la Flai e Cgil incontrano lavoratori nelle campagne di Andria Proseguono le assemblee in tutto il territorio
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.