Simulacro di Sant'Anna
Simulacro di Sant'Anna
Religioni

Festa di Sant'Anna e San Gioacchino: ad Andria benedizioni delle gestanti

Presso la parrocchia di San Riccardo, cerimonie alle ore 10,30 ed alle 19

Domani 26 luglio 2020, si celebra la XVII domenica del tempo ordinario, ma anche ricordo di Sant'Anna e San Gioacchino.

In questa data, la Chiesa cattolica invita i fedeli a pregare per le gestanti, in quanto Sant'Anna è la patrona delle madri di famiglia, delle vedove ed è invocata nei parti difficili e contro la sterilità coniugale.

Per l'occasione, ad Andria, presso la parrocchia di San Riccardo, don Michelangelo Tondolo onorerà la santa con due cerimonie liturgiche, una alle ore 10.30 e l'altra alle ore 19, cui sono invitate tutte le gestanti, al fine di ottenere da Dio, per intercessione della santa tre grandi favori: un parto felice, un figlio sano e latte sufficiente per poterlo allevare.

La storia di Sant'Anna, protettrice delle donne incinte
Figlia di Achar e sorella di Esmeria, madre di santa Elisabetta (e quindi nonna di Giovanni Battista), Anna si sposa con Gioacchino, un uomo benestante e virtuoso appartenente alla tribù del Regno di Giuda: il matrimonio, tuttavia, dopo vent'anni non ha ancora prodotto figli per colpa della sterilità di Gioacchino.
Così, mentre suo marito viene pubblicamente umiliato (gli viene proibito di effettuare sacrifici al tempio, visto che non ha dato figli a Israele) e si ritira tra i pastori nel deserto in preghiera, Anna, dopo aver implorato Dio a sua volta, riceve la visita di un angelo, che le annuncia il concepimento imminente di un figlio; lo stesso angelo contemporaneamente appare anche a Gioacchino in sogno.
Marito e moglie, ricongiuntisi, si incontrano vicino alla Porta Aurea di Gerusalemme, dove – secondo la tradizione medievale – un casto bacio dà vita al concepimento immacolato della loro figlia. Chiamano la loro bambina Maria, che vuol dire «amata da Dio». Gioacchino porta al tempio i suoi doni: insieme con la bimba dieci agnelli, dodici vitelli e cento capretti senza macchia. Più tardi Maria è condotta al tempio per essere educata secondo la legge di Mosè.
Sant'Anna muore intorno agli ottant'anni. Il suo culto si diffonde in Oriente e, dopo le reliquie portate dalle Crociate, in Occidente. La prima manifestazione di culto risale al 550, quando Giustiniano fa costruire una chiesa in suo onore a Costantinopoli. Se è vero che nel Vangelo Gesù sottolinea che la pianta si riconosce dai frutti, dalla santità di Maria, cioè il frutto, si può dedurre la santità di Anna, sua madre.

Il nome di Anna deriva dall'ebraico Hannah (grazia) mentre Gioacchino significa, sempre dall'ebraico, "Dio rende forti". Sant'Anna è invocata come protettrice delle donne incinte, ma ė patrona di molti mestieri legati alle sue funzioni di madre, tra cui le lavandaie e le ricamatrici.
  • parrocchia san riccardo
  • san riccardo
Altri contenuti a tema
La musica sacra dedicata a San Riccardo La musica sacra dedicata a San Riccardo Una riflessione di Michele Carretta, incaricato per la Musica sacra della Diocesi di Andria
San Riccardo: l’uomo e il santo San Riccardo: l’uomo e il santo Breve biografia sulla vita del Santo Patrono di Andria e un riferimento alle elezioni comunali a cura dello storico locale dott. Antonio Di Gioia
Celebrazione in onore dei Santi Patroni: ecco il programma religioso Celebrazione in onore dei Santi Patroni: ecco il programma religioso I festeggiamenti in onore di S. Riccardo e S. Maria dei Miracoli si svolgeranno da mercoledì 16 sino a lunedì 21 settembre
1 Dopo oltre 15 giorni non viene ancora rimosso un grosso albero caduto in viale Comune di Puglia Dopo oltre 15 giorni non viene ancora rimosso un grosso albero caduto in viale Comune di Puglia I residenti chiedono: "Sarebbe stata la stessa cosa se fosse accaduto in una zona centrale?"
Parrocchia di San Riccardo: il Vescovo Mansi partecipa alla festa del Corpus Domini Parrocchia di San Riccardo: il Vescovo Mansi partecipa alla festa del Corpus Domini Numerosi i momenti liturgici vissuti dalla grande comunità parrocchiale cittadina
"Settimana Laudato Sì": il rispetto per l'ambiente parte dalle nostre azioni quotidiane "Settimana Laudato Sì": il rispetto per l'ambiente parte dalle nostre azioni quotidiane Dal 16 al 24 maggio una riflessione sulla cura della casa comune. Ad Andria alcune famiglie sposano l'idea dei detersivi fatti in casa
La Caritas parrocchiale di S. Riccardo ringrazia cittadini e associazioni per gli aiuti in favore dei bisognosi La Caritas parrocchiale di S. Riccardo ringrazia cittadini e associazioni per gli aiuti in favore dei bisognosi «Questo ci rende uniti nella piena comunione spirituale del sentirci chiesa qui e adesso», commentano i responsabili della Caritas parrocchiale
Uova pasquali donate dalla Croce Rossa di Andria alla parrocchia di San Riccardo Uova pasquali donate dalla Croce Rossa di Andria alla parrocchia di San Riccardo Prosegue la collaborazione con la sezione di Andria della Croce Rossa Italiana
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.