raccolta olive
raccolta olive
Territorio

Ed il caro bollette colpisce anche i produttori olivicoli: costi lievitati del 12%

Ad incidere, il prezzo del carburante, il costo dell'energia e i rincari di vetro (+15%) e carta (+70%)

Non solo i furti e le contraffazioni colpiscono il comparto olivicolo. Anche sui produttori di olio extravergine d'oliva, nonostante la campagna praticamente conclusa, si abbatte purtroppo la scure dei rincari di bollette e materie prime con un aumento complessivo del 12% dei costi medi di produzione.
Lo comunica Unaprol - Consorzio Olivicolo Italiano che, partendo dai dati elaborati dal Centro Studi Divulga, esprime grande preoccupazione per la congiuntura economica negativa che sta attraversando uno dei settori chiave dell'agroalimentare italiano, già provato da una produzione al di sotto delle aspettative e da prezzi di vendita spesso inadeguati a danno delle imprese agricole.
Ad incidere, il prezzo del carburante, praticamente raddoppiato nel giro di pochi mesi, il costo dell'energia e i rincari di vetro (+15%) e carta (+70%) necessari per imbottigliamento e confezionamento.
"Il rischio concreto è che questa impennata possa ripercuotersi anche sulle esportazioni – ammonisce il Presidente di Unaprol, David Granieri -. Per questo motivo siamo molto preoccupati, anche perché la situazione incerta causata dalla pandemia sta mettendo in crisi i consumi in canali importanti per i produttori come le catene alberghiere e i ristoranti".
  • oliva coratina
  • olio extravergine di oliva cultivar Coratina
  • agricoltura
  • olive
  • olivi
Altri contenuti a tema
Schiaffo all'olivicoltura pugliese: in arrivo dalla Tunisia 57mila tonnellate di olio d'oliva senza dazi Schiaffo all'olivicoltura pugliese: in arrivo dalla Tunisia 57mila tonnellate di olio d'oliva senza dazi Coldiretti chiede che siano applicati gli stessi criteri di trasparenza e tracciabilità richiesti per l'olio italiano
Nubi all’orizzonte per l’ortofrutta pugliese: parlano buyer e commercianti Nubi all’orizzonte per l’ortofrutta pugliese: parlano buyer e commercianti Mimmo Lopolito e Nicola Rendine: "Futuro critico tra caro energia e competitor d'eccellenza come Spagna e Grecia"
A Trieste, con Olio Capitale, tornano gli olii evo della Puglia e di Andria A Trieste, con Olio Capitale, tornano gli olii evo della Puglia e di Andria Dopo due anni di stop a causa della pandemia, torna l'evento organizzato dell'Associazione Città dell'Olio
Ad Andria convegno Confagricoltura su “I contribuenti del PNRR per agricoltura e agroindustria” Ad Andria convegno Confagricoltura su “I contribuenti del PNRR per agricoltura e agroindustria” Appuntamento per venerdì 27 maggio, alle ore 17:00, presso l’hotel Ottagono
Controlli anche in Puglia per la tutela della produzione di olio d'oliva Evo Controlli anche in Puglia per la tutela della produzione di olio d'oliva Evo Il plauso alla Guardia di Finanza di Cia e Coldiretti
Agricoltura: sostegno del Governo al Made in Italy, colpito dalla crisi per la guerra in Ucraina Agricoltura: sostegno del Governo al Made in Italy, colpito dalla crisi per la guerra in Ucraina Una azienda agricola su 10 a rischio chiusura e il 30% che si trova comunque costretta in questo momento a lavorare in perdita
Il XXV aprile in Puglia all'aria aperta, tra verde ed animali, con fave, pane e pecorino Il XXV aprile in Puglia all'aria aperta, tra verde ed animali, con fave, pane e pecorino Tanta la voglia di fare una passeggiata, un picnic, anche per lasciarsi alla spalle per qualche ora le preoccupazioni legate alla guerra in Ucraina
Il 25 aprile dei pugliesi è negli agriturismi Il 25 aprile dei pugliesi è negli agriturismi Sono circa 10mila i pugliesi, secondo la stima di Coldiretti Puglia, sulla base delle rilevazioni di Terranostra regionale
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.