maltempo
maltempo
Territorio

Danni ingenti per il maltempo: campi allagati per la pioggia incessante

Per Coldiretti dopo le ciliegie adesso è la volta delle angurie

Il maltempo non ha dato tregua ai campi in Puglia, con nubifragi, bombe d'acqua e grandinate che hanno imbiancato le aree rurali, denuncia Coldiretti Puglia che continua a verificare i danni in campagna. "Dopo le ciliegie Bigarreau e Giorgia in provincia di Bari con un danno del 60 – 70% sul prodotto, in provincia di Lecce sono le angurie, oltre ai vigneti, a pagare lo scotto maggiore dell'ondata di maltempo che ha imperversato nell'ultima settimana", dice Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

"E' un vero e proprio crack per le angurie – insiste il presidente di Coldiretti Lecce, Gianni Cantele - con i campi allagati e le piantine andate distrutte. Oltre alle angurie, sono andate in fumo le piantine dei meloni, gli ortaggi risultano in asfissia e marciti e sono gravi i danni ai vigneti di uva da vino. Non è solo colpa del clima pazzo. Gli effetti disastrosi della tropicalizzazione si abbattono su un territorio fragile, reso ancora più vulnerabile dall'incuria, dalle mancate manutenzioni ordinarie e straordinarie dei canali di scolo e da opere incomplete. Nell'area dei Paduli e nel dettaglio a Nardò, infatti, non è ancora stato completato lo scolmatore e come di consueto è straripato il nuovo canale Asso, allagando i campi, senza che il Consorzio di Bonifica sia intervenuto per tempo per regimentare l'afflusso di acqua. La frequenza di questi eventi estremi impongo una gestione completamente diversa del territorio che ha un rischio di pericolosità idraulica elevata".

Disastrosi gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima che azzera in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori che perdono produzione e al contempo subiscono l'aumento dei costi – denuncia Coldiretti Puglia - a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a caldo fuori stagione. In questo contesto è fondamentale riconoscere agli imprenditori agricoli – conclude Coldiretti Puglia - un ruolo incisivo nella gestione del territorio, dell'ambiente e delle aree rurali.
  • coldiretti
  • agricoltura
Altri contenuti a tema
Scende consumo di pesce azzurro, da alici -10% a -15% sgombri Scende consumo di pesce azzurro, da alici -10% a -15% sgombri Muraglia, (Coldiretti): "In Puglia paradossalmente consumi tra i più bassi d’Italia"
Controlli dei NAS in Puglia su ristoranti con cibo etnico Controlli dei NAS in Puglia su ristoranti con cibo etnico Un fenomeno in grande espansione che purtroppo a volte riserva amare sorprese
Il caldo porta nel nord barese ad una invasione di pappagalli che nelle campagne mangiano frutta e soprattutto mandorle Il caldo porta nel nord barese ad una invasione di pappagalli che nelle campagne mangiano frutta e soprattutto mandorle Dal primo insediamento a Molfetta, si sono diffusi a Bisceglie, Giovinazzo, Palese, S. Spirito, Bitonto, Bitetto, Palo del Colle, Binetto, Grumo Appula, fino a spingersi sull’alta Murgia
Gelate 2018: il ministro Centinaio ha firmato la richiesta di declaratoria proposta dalla Regione Puglia Gelate 2018: il ministro Centinaio ha firmato la richiesta di declaratoria proposta dalla Regione Puglia "Si chiude - sottolinea l'ass. reg.le di Gioia - una vicenda che ha colpito in modo pesante gran parte del sistema agricolo pugliese"
Italia invasa da olio d'oliva dal Marocco, dopo il crollo della produzione pugliese Italia invasa da olio d'oliva dal Marocco, dopo il crollo della produzione pugliese La Puglia detiene un patrimonio di 60 mln ulivi, con una PLV per un valore di oltre 700 mln di euro
Scoppia finalmente l'estate ed aumentano i consumi di frutta in una settimana Scoppia finalmente l'estate ed aumentano i consumi di frutta in una settimana Il nord della Puglia fa registrare temperature che arrivano ai 36 gradi. Andria con 35°
Declaratoria gelate febbraio 2018 nella provincia Bat Declaratoria gelate febbraio 2018 nella provincia Bat Caracciolo (Pd): “Giunta regionale chiede al Ministero declaratoria per le gelate del febbraio 2018, c’è anche la BAT”
Maltempo, shock termici e colture affogate Maltempo, shock termici e colture affogate "L'Italia è spaccata in due", il grido di allarme di Coldiretti Puglia
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.