Il sindaco Giovanna Bruno. <span>Foto Antonio D'Oria</span>
Il sindaco Giovanna Bruno. Foto Antonio D'Oria
Vita di città

Coronavirus, il sindaco Bruno: «Ad Andria 157 casi. Precisazioni sugli orari per le attività commerciali»

Prima conferenza stampa del nuovo Primo Cittadino per un aggiornamento sull'emergenza Covid in città e nella provincia

Prima conferenza stampa del sindaco Giovanna Bruno con novità sull'emergenza Covid per quanto riguarda le attività commerciali e il numero di positivi nella città di Andria: secondo quanto riferito dal Primo Cittadino i casi nella città federiciana sono 157, dato fermo alla giornata di ieri mentre l'aggiornamento per oggi arriverà in serata.

In secondo luogo, a seguito di un incontro svoltosi ieri (non in presenza) con il Prefetto Maurizio Valiante, il Direttore Generale della Asl Bt Alessandro Delle Donne, il Capo Dipartimento dott. Riccardo Matera e i sindaci della provincia Bat per un aggiornamento sull'emergenza Covid e un allineamento sul DPCM, è stata stabilita un'ordinanza sindacale -non ancora emessa- volta a completare alcuni aspetti del Decreto del Governo. Per gli esercizi h24, anzichè alle 21 la chiusura sarà anticipata alle ore 20 in assenza di gestore. Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite fino alle ore 24 con possibilità di consumo al tavolo, mentre in assenza dello stesso la chiusura dell'esercizio viene anticipata alle ore 21. Possibile effettuare anche il servizio d'asporto a patto che la consumazione non avvenga al banco e nelle vicinanze dell'attività commerciale.

«Il mio invito è al rigore assoluto in ogni sua forma, - ha sottolineato il sindaco Bruno - siamo in una condizione d'emergenza che preoccupa dal punto di vista numerico. Il DPCM va nella direzione di recuperare il senso civico e il rispetto delle regole con limitazioni non troppo stringenti. Il mondo scuola, che per molti poteva rappresentare un problema, sta funzionando con un rigoroso rispetto delle norme, ma tutto ciò che accade nella socialità preoccupa in relazione all'aumento dei contagi. Su indicazione del Prefetto è stato chiesto ai sindaci di coordinare l'attività delle Forze dell'Ordine, utilizzando dapprima l'ammonimento e solo in un secondo momento la sanzione».
IMG JPGIMG JPGIMG JPGIMG JPGIMG JPGIMG JPG
Social Video2 minutiIl sindaco Giovanna Bruno sull'emergenza CovidAntonio D'Oria
  • giovanna bruno
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

1210 contenuti
Altri contenuti a tema
Conte firma il decreto ristoro, risorse a fondo perduto per le categorie danneggiate dal Dpcm Conte firma il decreto ristoro, risorse a fondo perduto per le categorie danneggiate dal Dpcm "Non ci sono operatori di serie A e di serie B, ma dobbiamo scongiurare il lockdown generalizzato"
Coronavirus, balzo dei contagi nella provincia Bat: sono 142, in Puglia 611 nuovi positivi Coronavirus, balzo dei contagi nella provincia Bat: sono 142, in Puglia 611 nuovi positivi Superati i 15mila casi in Regione dall'inizio dell'emergenza
Domani sit-in di ristoratori e commercianti contro le chiusure legate alla stretta anticovid Domani sit-in di ristoratori e commercianti contro le chiusure legate alla stretta anticovid Anche da Andria dalle ore 11.30, in piazza, a Bari, ci sarà una mobilitazione promossa dalla Fipe Bari-Bat
A Canosa di Puglia riattivato il presidio post Covid A Canosa di Puglia riattivato il presidio post Covid Decisione presa a causa dell'aumento dei contagi e dei ricoveri nell'ospedale di Bisceglie
424 nuovi casi Covid in Puglia. Nella provincia Bat 42 positivi e un decesso 424 nuovi casi Covid in Puglia. Nella provincia Bat 42 positivi e un decesso Superati gli ottomila casi attualmente positivi in Regione
Covid-19: il Presidio Di Quarto di Palo pubblica avviso per l’utenza, familiari e caregiver Covid-19: il Presidio Di Quarto di Palo pubblica avviso per l’utenza, familiari e caregiver Si tratta di informazioni finalizzati a garantire la sicurezza nella struttura sanitaria
Covid, ristoratori e commercianti in piazza anche in Puglia per dire no alle chiusure Covid, ristoratori e commercianti in piazza anche in Puglia per dire no alle chiusure La manifestazione "Siamo a terra" organizzata a Bari dal sindacato Fipe si svolgerà mercoledì mattina
Didattica a distanza: Ordinanza regionale, dal 24 novembre scuole superiori con quota non inferiore al 75% Didattica a distanza: Ordinanza regionale, dal 24 novembre scuole superiori con quota non inferiore al 75% Una ulteriore misura urgente per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.