multe per  le biciclette elettriche
multe per le biciclette elettriche
Cronaca

Controlli della Polizia di Stato: prime multe per le bici elettriche

In azione la squadra "Volanti" del locale Commissariato di P.S. ed il Reparto prevenzione crimine Puglia

E le prime multe per le biciclette elettriche e velocipedi a pedalata assistita sono arrivate ad Andria. Sono i primi effetti circa il rispetto dell'ordinanza commissariale che ne vieta l'uso nelle aree a verde comunali.

Nei giorni scorsi, infatti sono proseguiti i controlli e le verifiche da parte delle Forze dell'ordine, sempre nell'ambito degli interventi decisi dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza Pubblica.
I
n particolare la Polizia di Stato ha effettuato, oltre alle consuete perquisizioni presso abitazioni e circoli privati, anche alcuni posti di controlli con il personale della squadra "Volanti" e dei colleghi del Reparto prevenzione crimine Puglia, che sono giunti a dar man forte ai poliziotti in servizio presso il Commissariato di P.S. di Andria. Gli interventi sono stati coordinati dal vice Questore Gerardo Di Nunno.

Alcuni posti di blocco hanno interessato, in particolare anche la villa comunale. E proprio in alcuni di questi controlli sono state comminate le prime sanzioni amministrative, ad alcuni individui che incuranti dell'ordinanza del Commissario prefettizio Tufariello, scorrazzavano tranquillamente per il grande polmone verde cittadino, credendo che la loro condotta rimanesse impunita.

Ebbene, così non è stato: ai sensi dell'art.7-bis del D.Lvo n. 267/2000 le violazioni dell'ordinanza commissariale ha comportato l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00.

Ma, a tal proposito, val la pena ricordare che resta sempre il divieto di modificare i limiti di velocità delle biciclette elettriche

Infatti, data la relativa semplicità con cui è possibile modificare la limitazione dei 25 km/h delle bici elettriche a funzionamento autonomo, sulle strade di molte città italiane -vedasi ad esempio proprio il caso di Andria- si vedono troppo spesso ciclisti, soprattutto giovani o giovanissimi, che sfrecciano a velocità inaudite (per una bicicletta) senza indossare il casco e senza alcun segno di riconoscimento, come la targa. Mettendo a serio repentaglio l'incolumità di se stessi e degli altri, a cominciare dai pedoni. E' quindi bene ricordare che chi circola su una bici elettrica "truccata" compie un'azione vietata dalla legge.

Un'azione come quella descritta appena sopra, può condurre a conseguenze e a sanzioni molto pesanti. Si parte da una multa di 79 euro più il fermo amministrativo del veicolo per 30 giorni se si circola senza targa, passando per i 158 euro se si viaggia sprovvisti di certificato di circolazione e immatricolazione e gli 868 euro per la mancata copertura assicurativa (in entrambi i casi si applica pure il sequestro amministrativo ai fini della confisca del mezzo), per finire con i 5.110 euro e il fermo amministrativo per tre mesi previsti in caso di assenza di patente.

Proprio ad Andria numerosi sono i casi di giovanissimi alla guida di questi mezzi, che sfrecciano incuranti anche controsenso o violando il rosso semaforico, così da mettere in pericolo la normale viabilità stradale.
  • polizia
  • villa comunale andria
  • Polizia di Stato Andria
  • commissariato
  • Gerardo Di Nunno
Altri contenuti a tema
Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato L'uomo ha ammesso le proprie responsabilità davanti al Gip del Tribunale di Trani
Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Secondo l'autopsia il 28enne è morto a seguito di un’unica ferita causata da una lama di circa 6 centimetri
Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Venerdì l'indagato Troia potrebbe recarsi con la polizia sul luogo del delitto alla ricerca dell'arma
Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento La sua sfortuna incappare in poliziotti in borghese appena smontati da un servizio antirapina
Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Si tratta di un 34enne già con precedenti di polizia
Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Ancora senza esito le ricerche dell'uomo armato di coltello che avrebbe rubato alcune migliaia di euro
Il calendario della Polizia di Stato 2020 dedicato all'Unicef Italia onlus Il calendario della Polizia di Stato 2020 dedicato all'Unicef Italia onlus Tutti i cittadini potranno prenotare il calendario da parete (costo € 8,00) e il calendario da tavolo (costo € 6,00), entro il prossimo 23 settembre
Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Il Gip non condivide la tesi della legittima difesa del presunto omicida
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.