Volante della Polizia di Stato
Volante della Polizia di Stato
Cronaca

Coniugi denunciati per simulazione di reato e resistenza a pubblico ufficiale

Un ex sorvegliato speciale è fuggito alla vista dei poliziotti mentre la moglie ha finto di aver subito il furto dell'autovettura

Pensavano di averla fatta franca, ma l'occhio del "grande fratello" li ha inchiodati alle loro responsabilità.
Un ex sorvegliato speciale è stato denunciato a piede libero per resistenza alla Forza pubblica, mentre la moglie è stata anch'essa denunciata ma per simulazione di reato per una vicenda che ha avuto inizio ieri sera, nei pressi di via Castel del Monte.

Gli agenti di una volante del locale Commissariato della Polizia di Stato, scorgevano all'interno di una autovettura un volto noto, a cui gli era stato revocato il permesso di guida. Gli agenti di P.S., cercano quindi di avvicinarsi all'autovettura, dove si trovava l'uomo solo alla guida e iniziano a seguirlo, attendendo di intervenire in un momento in cui il traffico veicolare sarebbe stato più regolare.

Ma ecco che l'uomo, accortosi di essere seguito dalla "volante" della Polizia di Stato inizia a darsi alla fuga con l'autovettura a velocità sostenuta, imboccando anche alcune strade cittadine contromano. Gli agenti iniziano così un inseguimento a sirene spiegate e con i lampeggianti accesi, cercando di bloccare l'autovettura con a bordo l'uomo.

La corsa del fuggitivo si arrestava in una traversa di via Corato, quando l'uomo decide di abbandonare l'auto e darsi alla fuga a piedi. Gli agenti di P.S. che non avevano mollato l'autovettura del fuggitivo, anch'essi si lanciano ad un inseguimento a piedi, ma l'uomo riesce a far perdere le proprie tracce.

I poliziotti, avendo avuto entrambi riscontri visivi circa la possibile identità dell'uomo, decidono di recarsi alla casa del sospettato e qui trovano il suo papà. Alla domanda degli agenti di dove fosse il figliuolo, l'uomo risponde di non sapere dove fosse andato e di non avere il numero di cellulare dello stesso. Riconosce però che la macchina che si era data alla fuga alla vista della Polizia fosse la sua, ma che questa era in uso della nuora, ovvero la moglie del sospettato.

Gli agenti di P.S., messisi in contatto con la donna, questa riferisce che l'autovettura era stata da poco rubata e che la stessa era alla Caserma dei Carabinieri per sporgere regolare denuncia di furto.

Mentre la donna veniva invitata a recarsi presso il locale Commissariato di P.S. per formalizzare lì la prevista denuncia di furto, alcuni poliziotti riuscivano a procurarsi dei filmati nei quali, si riconosceva nitidamente la persona del sospettato scendere dalla macchina e darsi alla fuga.

Giunta al Commissariato di P.S., la donna -una 20enne di Andria- interrogata dagli agenti di P.S., coordinati dal vice Questore Gerardo Di Nunno, cadeva in palesi contraddizioni e pertanto, di fronte a tali evidenti riscontri, veniva denunciata a piede libero per simulazione di reato, oltre ad una pesante sanzione pecuniaria, mentre il marito, un 22enne già noto alle Forze dell'ordine nel frattempo rintracciato, veniva denunciato a piede libero per resistenza alle Forze dell'ordine. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro giudiziario.
  • polizia
  • Polizia di Stato Andria
  • commissariato
Altri contenuti a tema
La Banda Musicale della Polizia di Stato in concerto domenica 21 luglio La Banda Musicale della Polizia di Stato in concerto domenica 21 luglio In programma a Castel del Monte, presso la chiesa S.Luigi alle ore 20.30
Costituito ultimo componente del clan che gestiva lo spaccio di cocaina nella villa comunale Costituito ultimo componente del clan che gestiva lo spaccio di cocaina nella villa comunale L'uomo era sfuggito al blitz della Polizia di Stato di giovedì 11 luglio scorso
La Polizia di Stato presenta i nuovi distintivi di qualifica La Polizia di Stato presenta i nuovi distintivi di qualifica Cerimonia ufficiale svoltasi lo scorso 11 luglio a Roma
Concluso il recupero del materiale bellico: una persona risulta indagata Concluso il recupero del materiale bellico: una persona risulta indagata Intorno alle ore 13 di domenica 14 luglio si sono concluse le operazioni degli artificieri della Polizia di Stato
Pulisce ripostiglio e trova esplosivi e munizionamento da guerra: artificieri all'opera Pulisce ripostiglio e trova esplosivi e munizionamento da guerra: artificieri all'opera La zona è stata messa in sicurezza. Si tratta di una via centrale. Sul posto Polizia Locale
Il sindacato di Polizia denuncia: i nuovi gradi si sciolgono come neve al sole Il sindacato di Polizia denuncia: i nuovi gradi si sciolgono come neve al sole La replica del Viminale: "Nessuna segnalazione è giunta alla Direzione centrale per i Servizi tecnico logistici del Dipartimento P.S."
Operazione antidroga della Polizia di Stato: il plauso del Commissario prefettizio Tufariello Operazione antidroga della Polizia di Stato: il plauso del Commissario prefettizio Tufariello "Sentiti ringraziamenti per il costante impegno nelle attività di prevenzione e repressione"
Controllo del territorio: due arresti della Polizia di Stato nelle ultime 48 ore Controllo del territorio: due arresti della Polizia di Stato nelle ultime 48 ore Interventi degli agenti della squadra "Volanti": un detenuto evaso ed una ordinanza di esecuzione di pena
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.