Ufficio moderno
Ufficio moderno
Speciale

Come rendere ecosostenibile un ambiente lavorativo

Aumenta l'attenzione per la sostenibilità

Il tema della sostenibilità è tra i più delicati in assoluto nei tempi correnti, ecco perché ci si sta mobilitando per cercare di far fronte alle problematiche che ne derivano. In tutti i settori, sia sociali che commerciali, si stanno adottando delle vie alternative allo scopo di rispettare i nuovi standard relativi alla tutela della natura. Insomma, è diventato l'obiettivo comune quello di ridurre l'impatto ambientale per cercare di migliorare la situazione. Ciò si sta diffondendo gradualmente nelle case di tutti gli abitanti del pianeta, così come nei vari luoghi lavorativi. Ma per approfondire quest'ultimo aspetto, è bene conoscere i passaggi per rendere ecosostenibile un ambiente di lavoro, sia esso praticante un'attività edilizia o di ristorazione, nonché i più tradizionali degli uffici.

Come rendere ecosostenibile la ristorazione


La ristorazione è uno di quei settori dove l'ecosostenibilità può e deve fare la differenza. I clienti ormai giudicano un'attività di questo tipo anche in base a come vengono consegnati o presentati i prodotti culinari, al di là di quella che è la qualità insista in essi. Tuttavia, si sta facendo molta più attenzione al rispetto delle normative ambientali rispetto al passato, tant'è che nella maggioranza dei ristoranti, dei pub e dei bar, vengono praticati comunemente alcuni passaggi per tutelare l'ambiente; e quelli che non lo fanno, non vengono visti di buon occhio.

Prima di tutto bisogna sempre selezionare degli ingredienti di stagione, così da ridurre l'impatto ambientale relativo al loro trasporto, e incrementando il supporto ai produttori regionali. Poi, è opportuno adottare delle politiche per ridurre gli sprechi alimentari, così da rendere il ristorante sostenibile a tutti gli effetti, donando ciò che è avanzato. Successivamente, ci si deve preoccupare della produzione dei rifiuti di plastica, in quanto questi ultimi devono essere ridotti il più possibile. Come fare? Si possono acquistare, da appositi fornitori come Effe2cart, contenitori biodegradabili nonché posate e altri materiali da riciclare.

Come rendere ecosostenibile un'attività edilizia


Ciascuna attività edilizia sta muovendo passi da giganti verso l'ecosostenibilità, e su più fronti. Infatti, per rendere ecosostenibile un'azienda in questo settore, bisogna adottare dei materiali adatti a tale scopo. Le costruzioni devono risultare maggiormente efficienti da un punto di vista energetico, e ciò è possibile tramite le finestre a doppio vetro a dei sistemi di riscaldamento abili nel ridurre i consumi. Inoltre, tra i materiali sostenibili più selezionati dalle attività edilizie, ci sono il legno certificato, le vernici a basso composto organico volatile, e infine l'isolamento riciclato. Ma a proposito dell'ottimizzazione energetica, è bene investire anche in pannelli solari o generatori eolici, i quali abbassano sensibilmente la percentuale relativa alle emissioni di carbonio, sfruttando l'energia rinnovabile. Si segnala che un'attività edilizia può avvalersi delle cosiddette certificazioni ambientali, in modo da palesare l'impegno indirizzato verso l'ecosostenibilità.

Come rendere ecosostenibili gli uffici tradizionali


Gli uffici tradizionali possono essere tranquillamente tramutati in ambienti lavorativi ecosostenibili. Da questo punto di vista, ci si deve concentrare sull'efficienza energetica, ad esempio adoperandosi per installare delle luci a LED e dei termostati programmabili. Si consiglia, tra l'altro, di avvalersi il più possibile della luce naturale piuttosto che di quella artificiale. Anche negli uffici bisogna promuovere il riciclaggio, incentivando gli impiegati a utilizzare materiali che non siano usa e getta.

Oltre a ciò, si potrebbero invogliare i dipendenti a spostarsi con dei mezzi di trasporto sostenibili, ad esempio in bicicletta o con dei veicoli elettrici. Quando non è necessario lavorare direttamente in ufficio, lo si può fare da remoto, così da evitare spostamenti effettuati con automobili tradizionali e inquinanti. Infine, è bene che negli uffici vengano installati dei dispositivi a basso consumo idrico, così da ridurre la produzione d'acqua. Rispettando questi passaggi, si potrebbero ottenere delle certificazioni ambientali a prova dell'impegno preso.


  • lavoro
Altri contenuti a tema
Centri per l'Impiego nella Bat: aziende cercano 136 persone Centri per l'Impiego nella Bat: aziende cercano 136 persone In particolare nei settori del turismo, dell’ospitalità e della ristorazione
Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Un approfondimento a cura dello Studio Antonio Arbore Srl
Appalto CUP Asl Bt: proclamazione sciopero del personale NTA Srl Appalto CUP Asl Bt: proclamazione sciopero del personale NTA Srl Per l’intera giornata del 29 gennaio p.v. ci sarà l’astensione dal lavoro di tutti i dipendenti
Nuove assunzioni per gli enti territoriali del Sud Nuove assunzioni per gli enti territoriali del Sud E' ancora possibile partecipare alle manifestazione di interesse
Centri per l’Impiego Bat: il mercato del lavoro in cifre nel 2023 Centri per l’Impiego Bat: il mercato del lavoro in cifre nel 2023 Ecco l'analisi dell’ARPAL sul mercato del lavoro nel territorio della provincia Bat, basato su annunci di lavoro e persone da assumere
Quasi 350 persone richieste dalle aziende a dicembre, il bilancio dei centri per l'impiego Quasi 350 persone richieste dalle aziende a dicembre, il bilancio dei centri per l'impiego All’estero si cercano animatori per la stagione estiva in Spagna
Lavoro irregolare: controlli ad Andria di Polizia di Stato e Ispettorato del lavoro Lavoro irregolare: controlli ad Andria di Polizia di Stato e Ispettorato del lavoro Applicata sanzione amministrativa pecuniaria di un importo superiore ai 6000 euro nel complesso
Centri impiego BAT: le aziende cercano oltre 500 persone da assumere Centri impiego BAT: le aziende cercano oltre 500 persone da assumere EURES Italia continua la ricerca di 2 mila persone per la prossima estate
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.