dati sull'economia
dati sull'economia
Speciale

Come guadagnare con il trading online: PIC o PAC?

Strategie e controllo per gli investimenti

Dedicarsi al trading online è un'attività che richiede un'attenta pianificazione e una altrettanto curata strategia di investimenti. Si tratta di un mondo che, per quanto complesso, è retto da regole ben precise: conoscerle e sapersi come muovere è indispensabile al fine di non perdere inutilmente tempo e denaro.

Prima cosa da sapere è che non sono necessarie grosse somme di denaro per poter iniziare a fare trading online: i broker, ovvero le piattaforme sulle quali potrete iniziare la vostra attività, hanno soglie di deposito minimo molto basse e spesso basteranno poche centinaia di euro per poter iniziare.

Ad esempio, 24Option, uno dei broker più rinomati al mondo, ha una soglia di deposito minimo di appena 100 euro; eToro, un'altra piattaforma, permette di accedere al trading online con soli 200 e, in generale, nessun broker affidabile vi chiederà mai un deposito minimo superiore ai 250 euro.
Le soglie di ogni singola operazione, invece, sono ancora più basse: spesso potrete investire su un indice anche solo 10 euro, in modo da non dover registrare immediatamente perdite cospicue. L'investimento di soldi reali, tuttavia, è da portare avanti solo se si hanno tutte le conoscenze indispensabili per farlo responsabilmente!

Di seguito vi proponiamo due delle strategie di investimento più comuni e impiegate, particolarmente adatte a trader principianti.

PAC, o Piano d'Accumulo del Capitale

Il PAC è una tecnica che permette di investire in un mercato finanziario una determinata cifra ad intervalli regolari e precisi. Si tratta, in pratica, di ripartire il vostro capitale in una serie di investimenti distribuiti in un arco di tempo più o meno ampio.

Piuttosto che investire immediatamente tutto il vostro capitale, il PAC vi permette di pianificare investimenti anche molto diversi tra loro in un arco di tempo maggiore, in modo da poter esercitare maggior controllo e da poter intervenire per apportare modifiche se necessarie.

Se siete in cerca di una strategia su come investire piccole somme, il PAC si adatta perfettamente alle vostre esigenze. Unica controindicazione riguarda le tempistiche: spalmare le operazioni di trading su un arco di tempo abbastanza ampio vi permette maggior sicurezza, più controllo e libertà di azione ma, al contempo, dilata i profitti. Il vantaggio del PAC è quello di permettervi di imparare molto velocemente e allo stesso tempo registrare dei profitti, ma questi non saranno sufficientemente cospicui da permettervi di soddisfare tutte le vostre necessità a meno che non decidiate di investire, comunque, somme considerevoli per singola operazione.

PIC, o Piano d'Investimento del Capitale

Il PIC è una strategia molto più rischiosa, in quanto prevede di investire immediatamente tutto il vostro capitale in una serie di operazioni simultanee. Rispetto al PAC, il PIC è assai più rischioso in quanto, se non conoscete sufficiente bene il mercato finanziario in cui state operando e se le vostre previsioni non sono sufficientemente accurate, rischiate di perdere tutto il vostro denaro depositato.

Si tratta di una strategia che richiede di concentrare in una singola operazione tutta la preparazione, le considerazioni e gli investimenti che, invece, il PAC distribuisce su più tempo. Il vantaggio, ovviamente, sta nel riuscire, in caso di successo, a concentrare in tempi brevi tutto il profitto, sia per reinvestirlo sia per, invece, prelevarlo.

Come il PAC anche il PIC prevede la divisione dei vostri soldi in più operazioni, in modo da dilatare i rischi. La necessità di concentrare in poco tempo un numero notevole di operazioni ha reso il PIC la strategia predefinita dei BOT, ovvero dei programmi che si occupano di pianificare i vostri investimenti. La logica sottostante i BOT tende a considerare il numero di operazioni capace di bilanciare i rischi di fallimento di alcune di esse, motivo per cui risultano ancora troppo rischiosi per potercisi affidare.

In conclusione, queste due principali strategie di investimenti definiscono il trader che siete e che volete essere: il PAC è particolarmente adatto per trader occasionali o per i principianti; il PIC, invece, comporta sessione di trading molto intense, per cui lo si consiglia esclusivamente ai professionisti, abituati ai ritmi e al multitasking finanziario.
  • Economia
Altri contenuti a tema
Economia BAT:  rallenta la crescita dell’export nel 2018 Economia BAT: rallenta la crescita dell’export nel 2018 L'analisi di Emmanuele Daluiso, Vice Presidente Euro*IDEES-Bruxelles e Membro dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali
Il trust Il trust Privo di disciplina civilista, è comunque riconosciuto in Italia
Bat, emergenza emigrazione e calo demografico. L'analisi di Emmanuele Daluiso Bat, emergenza emigrazione e calo demografico. L'analisi di Emmanuele Daluiso Il vice presidente del centro studi Euro Idees dopo le anticipazioni del rapporto Svimez
Il mondo Wealth Management Il mondo Wealth Management La vita finanziaria di un individuo a 360°
Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Requisito di primaria importanza è la Meritevolezza
Migliori piattaforme per investire in criptovalute Migliori piattaforme per investire in criptovalute Analisi di mercato e strategie per un investimento di successo
La società semplice La società semplice Cosa prevede il codice civile, e come funziona la gestione patrimoniale e fiscale
I patti di famiglia I patti di famiglia Un modo per garantire continuità all'impresa
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.