rifiuti abbandonati nelle campagne
rifiuti abbandonati nelle campagne
Territorio

Campagne trasformate in discariche a cielo aperto: cresce la possibilità di incendi

Oltre a depauperare un territorio curato e produttivo, si inquina la terra e il sottosuolo

Una delle costanti degli incendi avvenuti nelle nostre campagne è rappresentato dal fatto che vanno in fumo anche i rifiuti che si trovano sul terreno (rifiuti di ogni tipo, anche pericolosi, come l'onnipresente plastica, ma anche amianto e metalli pesanti. Purtroppo con lo sversamento dei rifiuti nelle campagne cresce il rischio incendi, in questa estate torrida e siccitosa con temperature al di sopra delle medie stagionali, in Puglia che è al terzo posto per reati ambientali, pari all'11% delle infrazioni accertate sul totale nazionale. E' l'allarme lanciato da Coldiretti Puglia, con i monitoraggi dei tecnici nei campi dove, oltre a verificare i danni causati dalla mancanza di acqua sulle produzioni e negli allevamenti, stanno registrando la presenza di rifiuti di ogni genere.

Al danno si aggiunge la beffa, incalza Coldiretti Puglia, con le aree rurali utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo, inquinando la terra e il sottosuolo, dove al contempo gli imprenditori agricoli sono chiamati a rimuovere i rifiuti sversati da altri a proprie spese, se non riescono a dimostrare di non averli prodotti.

Si tratta di un fenomeno grave ed in escalation, dove a sversare rifiuti di ogni genere – aggiunge Coldiretti Puglia - non sono più soltanto i gruppi criminali, ma anche residenti che scaricano nelle aree rurali ogni genere di rifiuto, da immondizia a plastica, da elettrodomestici fino a lamine di amianto, oltre a materiale edilizio abbandonato dalle ditte, senza il minimo rispetto della proprietà privata degli agricoltori e arrecando un danno ambientale e di immagine incalcolabile.

Una delle regole basilari per non causare l'insorgenza di un incendio - afferma la Coldiretti Puglia – è proprio quella di non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone di campagna o boscate o in loro prossimità e in particolare, evitare la dispersione nell'ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente.

Di fronte alle emergenze che si rincorrono – continua la Coldiretti regionale – occorre adottare tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute, accertare le responsabilità e avviare le necessarie azioni di risarcimento danni diretti ed indiretti a favore delle comunità e delle imprese colpite. Sul piano strutturale – conclude la Coldiretti Puglia – occorre salvaguardare le aree a vocazione agricola, evitando l'autorizzazione di insediamenti potenzialmente a rischio e proteggendole con i controlli da quelli abusivi.
  • regione puglia
  • Rifiuti
  • incendio andria
  • coldiretti
  • ambiente
  • antincendio boschivo
Altri contenuti a tema
Elezioni politiche, Caracciolo (Pd): "Serve un cambio di passo". J' accuse alla segreteria nazionale e a quella regionale Elezioni politiche, Caracciolo (Pd): "Serve un cambio di passo". J' accuse alla segreteria nazionale e a quella regionale "La strada da seguire deve portarci ad un ritorno alla democrazia rappresentativa. Le grigie logiche di partito conducono alla sconfitta, bisogna tornare in strada a dialogare con le persone”
Vino, è allarme per attacco Oms: a preoccupare gli effetti sull'export Vino, è allarme per attacco Oms: a preoccupare gli effetti sull'export Interventi della Coldiretti Puglia
Monumenti pugliesi: Aperture straordinarie, visite guidate, mostre, musica e convegni Monumenti pugliesi: Aperture straordinarie, visite guidate, mostre, musica e convegni Ricco il cartellone di eventi di questo week end
Covid, numeri in attenuazione Covid, numeri in attenuazione Incoraggiante tendenza alla diminuzione complessiva dei casi positivi
Offerta di lavoro, Centri impiego Bat: quasi 1200 curricula inviati alle aziende da giugno a settembre Offerta di lavoro, Centri impiego Bat: quasi 1200 curricula inviati alle aziende da giugno a settembre Il settore al vertice della classifica è "Commercio e artigianato", con 140 figure professionali, seguito da "Costruzioni, impianti e immobiliare" con 49 posizioni aperte
Aumento dei costi dell'energia: mai così alto il prezzo del pane, anche di 12 volte Aumento dei costi dell'energia: mai così alto il prezzo del pane, anche di 12 volte L'impennata dell'inflazione che peserà sul carrello dei pugliesi di oltre 420.000 milioni di euro soltanto per la spesa alimentare
Arriva il maltempo ed aumenta il rischio di provocare danni con la caduta degli alberi Arriva il maltempo ed aumenta il rischio di provocare danni con la caduta degli alberi "Bisogna intervenire in modo strutturale sugli ambienti metropolitani ripensando lo sviluppo delle città e favorendo la diffusione del verde pubblico e privato"
Sul caso Cianci, Emiliano bacchettato dalla Camera penale di Trani. Chiesta la rettifica delle dichiarazioni Sul caso Cianci, Emiliano bacchettato dalla Camera penale di Trani. Chiesta la rettifica delle dichiarazioni Avvocato De Pascalis: «Grave esternare tali affermazioni senza che si sia giunti ad un accertamento di penale responsabilità»
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.