Nino Marmo
Nino Marmo
Politica

Buco di 140 mln nelle casse della Asl, Marmo (FI): "Emiliano inattivo mentre la Regione affonda"

"Purtroppo, la Regione è una nave che viaggia senza capitano", sottolinea l'esponente azzurro

Sulla situazione della sanità in Puglia, nuovo intervento del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo.

"Un buco di 140 milioni di euro nelle casse delle Asl pugliesi perché le aziende continuano ad acquistare le protesi mediche sulla base di listini vecchi e mai aggiornati (a differenza delle altre regioni), tanto da pagarle il doppio, e perché si insiste nel comprare il necessario sempre dagli stessi fornitori e sempre dello stesso tipo, anche in casi di merce fungibile. Ciò che emerge oggi dalle colonne della Gazzetta del Mezzogiorno richiede una spiegazione secca da parte del presidente-assessore Emiliano: se le gare d'acquisto centralizzate per i dispositivi medici sono in ritardo, di chi è la colpa? Le Asl sono aziende sanitarie che fanno capo alla Regione e un buco del genere danneggia e affossa l'intero sistema sanitario. Emiliano ne è responsabile, ha gli strumenti per risolvere il problema, per accelerare i procedimenti ed eliminare sperperi insopportabili. Con quelle risorse, si potrebbe procedere a nuove assunzioni di medici e operatori sanitari, alla riqualificazione delle strutture fatiscenti e all'aumento dei servizi. Purtroppo, la Regione è una nave che viaggia senza capitano e, fino alle prossime elezioni, i cittadini dovranno pagare centinaia di milioni di euro in più per gli errori e la cattiva gestione del centrosinistra. Una domanda al presidente della Giunta va fatta: invece di andare perennemente in giro, può immaginare di stare qualche giorno fermo dietro la scrivania e leggere un po' di report, se li ha? Potrebbe autosequestrarsi oppure, se non ci riesce, potrebbe imitare Foscolo: si faccia legare alla sedia!".
  • Sanità
  • regione puglia
  • michele emiliano
  • nino marmo
Altri contenuti a tema
Suicidio di Andria, Abbaticchio: “Una giovane ragazza pugliese ha rinunciato alla vita e noi dove eravamo?” Suicidio di Andria, Abbaticchio: “Una giovane ragazza pugliese ha rinunciato alla vita e noi dove eravamo?” Nota del Garante regionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: "migliorare sistema di tutela e protezione minori e adolescenti"
A convegno i medici ed odontoiatri della Bat: "De rebus medicis sub specie legibus - La consulenza tecnica d'ufficio" A convegno i medici ed odontoiatri della Bat: "De rebus medicis sub specie legibus - La consulenza tecnica d'ufficio" Appuntamento a venerdì 21 e sabato 22 giugno a Trani, presso il Polo Museale
Campagne allagate a Minervino Murge, Marmo: “Chi risarcirà gli agricoltori danneggiati?” Campagne allagate a Minervino Murge, Marmo: “Chi risarcirà gli agricoltori danneggiati?” Nota del presidente del gruppo regionale di Forza Italia
Da Pennetti Lab una giornata dedicata alla prevenzione dell'osteoporosi Da Pennetti Lab una giornata dedicata alla prevenzione dell'osteoporosi Conoscere e prevenire con il consiglio degli esperti
Al via la campagna di comunicazione regionale "Noi non Sprechiamo!" Al via la campagna di comunicazione regionale "Noi non Sprechiamo!" La Regione Puglia lancia una importante campagna contro gli sprechi alimentari
Sprechi alimentari: "Per contrastarli Emiliano riporti le cucine negli ospedali. Oggi sono troppi i pasti buttati" Sprechi alimentari: "Per contrastarli Emiliano riporti le cucine negli ospedali. Oggi sono troppi i pasti buttati" Lo chiedono i consiglieri regionali del M5S
ANAC archivia procedimento su Pugliapromozione ANAC archivia procedimento su Pugliapromozione Ass. Capone: "Mai avuto dubbi"
Sprechi alimentari, Mennea (Pd): "Uno spot per diffondere la legge e combattere la povertà" Sprechi alimentari, Mennea (Pd): "Uno spot per diffondere la legge e combattere la povertà" La campagna di comunicazione potrebbe non fermarsi allo spot, che dall'1 luglio sarà in tv e sui social
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.