Mons. Giuseppe Di Donna
Mons. Giuseppe Di Donna
Religioni

Anniversario scomparsa di mons. Di Donna: S. Messa in Cattedrale

Sarà officiata dai Vescovi mons. Luigi Mansi e mons. Giuseppe Favale

Uno degli appuntamenti più importanti che vedono coinvolti il popolo di Dio all'inizio del nuovo anno è senza dubbio il giorno 2 gennaio. Da 66 anni ininterrottamente, nella chiesa Cattedrale di Andria si celebra una Santa Messa per ricordare le virtù umane e spirituali del Venerabile mons. Giuseppe Di Donna.

Le cronache del tempo raccontano che il 2 gennaio 1952, alle ore 14.23, Frà Giuseppe Di Donna intraprendeva un nuovo cammino, quello dell'incontro con Cristo, buon Pastore. Dopo pochi minuti la notizia si diffonde in città e nella diocesi di Andria e tutti accorsero per pregare, per piangere per la sua perdita ed esultare perché lasciava questa terra ed entrava nella casa del Padre un santo. Nei giorni seguenti la nostra chiesa Cattedrale era gremita di gente che acclamava il Vescovo santo.

Pertanto, domani, martedì 2 gennaio 2018, alle ore 19 nella chiesa Cattedrale di Andria, si svolgerà una cerimonia liturgica che sarà officiata dal vescovo diocesano mons. Luigi Mansi e da quello della diocesi Conversano-Monopoli, mons. Giuseppe Favale.

Alla cerimonia prenderanno parte Autorità civili, militari e religiose di Andria e di Rutigliano, città di origine di mons. Di Donna. Per l'occasione due carabinieri in alta uniforme saranno presenti alla cerimonia, in ricordo del suo intervento in favore di alcuni militari tenuti in ostaggio durante i violenti moti popolari del marzo del 1946.

Invece, giovedì 11 gennaio, alle ore 20, presso la chiesa del Carmine, ad Andria si svolgerà l'adorazione Eucaristica, ispirata ai testi del Venerabile mons. Giuseppe Di Donna.



.
Mons. Giuseppe Di Donna
  • Diocesi di Andria
  • Mons. Giuseppe Di Donna
  • cattedrale di andria
  • mons. luigi mansi
Altri contenuti a tema
Presepe del quartiere Maraldo, una tradizione che si rinnova da cinque anni Presepe del quartiere Maraldo, una tradizione che si rinnova da cinque anni La benedizione del Vescovo mons. Luigi Mansi al piazzale Cosalanto, dove è stata realizzata l'opera
Una pubblicazione per il progetto "Senza Sbarre" di don Riccardo Agresti e don Vincenzo Giannelli Una pubblicazione per il progetto "Senza Sbarre" di don Riccardo Agresti e don Vincenzo Giannelli Il libro di Giannicola Sinisi, sarà presentato l' 11 dicembre 2019 alle 15.30 nell’Aula magna della Corte di Appello di Bari
La Caritas di Andria organizza un incontro per riflettere sul rispetto dell'ambiente La Caritas di Andria organizza un incontro per riflettere sul rispetto dell'ambiente Un tema importante è quello legato alla produzione, ai consumi e di conseguenza all'inquinamento della plastica
Disponibile il numero di dicembre del periodico diocesano “Insieme” Disponibile il numero di dicembre del periodico diocesano “Insieme” In primo luogo la riflessione di mons. Luigi Mansi sul Santo Natale
Caritas diocesana: al via la raccolta straordinaria di vestiario Caritas diocesana: al via la raccolta straordinaria di vestiario Sarà possibile conferire gli indumenti da sabato 7 sino a domenica 15 dicembre
Sul retro della Cattedrale di Andria regnano sporcizia e inciviltà Sul retro della Cattedrale di Andria regnano sporcizia e inciviltà Quel luogo sacro di storia e di preghiera è divenuto ormai paradigma di degrado
Cesti natalizi per sostenere il progetto "Senza Sbarre" Cesti natalizi per sostenere il progetto "Senza Sbarre" Con tale acquisto si fornirà un concreto aiuto all' iniziativa voluta da don Riccardo Agresti e don Vincenzo Giannelli
Ad Andria un convegno interdiocesano sul tema del “Fine vita” Ad Andria un convegno interdiocesano sul tema del “Fine vita” Appuntamento per sabato 30 novembre, alle ore 18, presso il Museo diocesano
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.