jazzIn
jazzIn
Eventi e cultura

Andria, “Jazz…In” tra musica e parole. Una sinergia di emozioni e pensieri

Svoltasi ieri sera, al Liceo scientifico “R.Nuzzi” con i musicisti Montrone, Bassi e lo scrittore Nucci

Ampia partecipazione ieri sera, lunedì 18 marzo c.a., all'auditorium "Michele Palumbo" del Liceo Scientifico "Riccardo Nuzzi" di Andria.
In una atmosfera particolarmente accogliente, il jazz d'autore, proposto dal medico mecenate Stefano Porziotta, si è aperto alle contaminazioni e al fascino della letteratura classica. Infatti, a calcar per primi il palco, sono intervenuti i musicisti, Bruno Montrone (pianoforte) e Giuseppe Bassi (contrabbasso), lasciando, poi, spazio allo scrittore romano Matteo Nucci, il quale ha presentato il suo ultimo lavoro editoriale "L'abisso dell'Eros", pubblicato da Ponte alle Grazie.

Nucci, ci ha amabilmente accompagnati, in un viaggio alla scoperta dell'Eros, partendo proprio dalla Peithò, la seduzione. Ci ha trascinato nei luoghi noti e anche in quelli meno conosciuti della Grecia antica e, sotto forma di racconto, ha descritto gli effetti dell'Eros, passando dall'Esiodo della Teogonia ad Omero, da Saffo a Platone e Tucidide.

La seconda parte del discorso, era, invece dedicata all'erotismo dell'educazione, che ha il suo esponente illustre in Socrate, tanto apprezzato dai suoi allievi. L'analisi, si concentra, proprio su Elena e Menelao, coppia simbolo dell'amore infinito. Ma, nonostante ciò, l'autore, conclude la serata, con una sua dichiarazione sull'amore: "la perfetta unione afrodisiaca è impossibile. Per amarsi, è necessario tradirsi. Lottare e disperare. Lasciarsi prendere dall'ira e dall'orgoglio. Salvare la propria dignità. Eppoi rincorrersi".

Una vera e propria vetrina sulla cultura e sulle nostre origini, una sinergia emozionante tra musica e storie, organizzata grazie alla collaborazione tra il medico Stefano Porziotta -che tanto successo ha reso alla rassegna "Jazz...In"-, e le due Associazioni culturali, il "Circolo dei lettori" e "il Nocciolo".

"Si tratta di una serata incentrata sugli aspetti del libro di Matteo Nucci, L'Abisso dell'Eros, con un contorno di musica jazz – spiega il dott. Porziotta – Questo evento è stato organizzato e promosso anche dal Circolo dei Lettori e dall'associazione il Nocciolo. Quindi siamo tre potenzialità enormi, in un contenitore stupendo che ha già, da quindici anni, abituato la cittadinanza a questo tipo di empatia. Del resto, lo stesso jazzista Paolo Fresu, mediante una proposta ministeriale, ha voluto unire jazz e libri. Quindi se c'è tale proposta, vuol dire, che c'è un effetto molto importante perché, è l'introduzione di una musica che su basi molto importanti che sono quelle classiche, porta improvvisazioni fantastiche. Insomma, uno straordinario connubio, tra la parte razionale e qualla creativa".

"Tale iniziativa, nasce, innanzitutto, perché a noi piacciono molto le contaminazioni tra arti e generi diversi. Stasera uniamo la letteratura, il racconto del mito con il jazz" – commenta Gigi Brandonisio, giovane avvocato e portavoce del "Circolo dei Lettori" – Abbiamo avuto altre occasioni per collaborare e noi come Circolo dei lettori, esistiamo e svolgiamo attività da molto meno tempo. Però con il Festival della disperazione, che è il nostro fiore d'occhiello, quello è sicuramente l'ambito in cui la contaminazione avviene per eccellenza. Quindi, questa collaborazione, nasce dalla necessità di individuare uno spazio dove iniziare a fare con continuità degli eventi artistici, e soprattutto offrire la possibilità, a quanti desiderano offrire una proposta culturale di qualità, uno spazio in cui si conoscano e soprattutto si riconoscano. Quindi noi proviamo e continuiamo a far proposte convincenti ed articolate".
WhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • associazione culturale il nocciolo
  • stefano porziotta
  • Jazz in Andria
  • circolo dei lettori
Altri contenuti a tema
Jazz in Andria ed il Festival della Disperazione presentano JAZZFORLAQUILA Jazz in Andria ed il Festival della Disperazione presentano JAZZFORLAQUILA Sabato 18 maggio, ore 21 presso l'auditorium Liceo scientifico di Andria. Ingresso gratuito senza prenotazione
Jazz for l’Aquila: concerto fotografico per ricordare le terre del sisma Jazz for l’Aquila: concerto fotografico per ricordare le terre del sisma Appuntamento per sabato 18 maggio, alle ore 21.00 al Liceo Scientifico “R.Nuzzi” di Andria
“Jazz…In”: Burt Bacharach tribute al liceo Scientifico di Andria “Jazz…In”: Burt Bacharach tribute al liceo Scientifico di Andria Appuntamento per sabato 11 maggio a partire dalle ore 21.00
“Jazz…In”: International jazz day con fefi orchestra al Liceo Scientifico “R.Nuzzi” “Jazz…In”: International jazz day con fefi orchestra al Liceo Scientifico “R.Nuzzi” In programma stasera a partire dalle ore 21,00
Il grande sassofonista Seamus Blake ed il Terzetto abusivo si esibiscono per "Jazz ...in Andria" Il grande sassofonista Seamus Blake ed il Terzetto abusivo si esibiscono per "Jazz ...in Andria" Appuntamento per venerdì 27 aprile presso il liceo scientifico "R. Nuzzi"
Tanti imperdibili appuntamenti per la rassegna “Jazz…In”  di Stefano Porziotta Tanti imperdibili appuntamenti per la rassegna “Jazz…In” di Stefano Porziotta Con tre tappe ad Andria ed una al Palazzo Mariano di Canosa. Di seguito il programma
“Jazz…In”: gli arcobaleni di altri mondi colorano Andria con le note di De Andrè “Jazz…In”: gli arcobaleni di altri mondi colorano Andria con le note di De Andrè A vent’anni dalla scomparsa del cantautore genovese, una serata musicale al “R.Nuzzi”, prevista per mercoledì 24 aprile alle ore 21.00
L'attore Vittorio Continelli in scena con “Matteo Salvatore: due nomi manco un cognome” L'attore Vittorio Continelli in scena con “Matteo Salvatore: due nomi manco un cognome” Spettacolo in programma venerdì 12 aprile alle ore 21.00 presso il Liceo Scientifico “R.Nuzzi” di Andria
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.