Mercato Comunale di via Flavio Giugno
Mercato Comunale di via Flavio Giugno
Vita di città

Addio al mercato di via Flavio Giugno, l'area sarà recuperata

Sabato la chiusura dopo 92 anni di attività, da lunedì al via il cantiere

Sabato 7 ottobre si sono chiusi i cancelli del Mercato Comunale di via Flavio Giugno. Era il 1931 quando Andria iniziava a vivere quel luogo con destinazione commerciale.

"Quasi un secolo di storia! In quel quartiere ci sono le mie radici, tra piazza Sant'Agostino e l'annessa Chiesa, via Porta La Barra, via Fergola. C'è ancora l'insegna del negozio storico dei miei nonni, dei miei zii. Non ho rinunciato a tornare per l'ultima volta a fare la spesa qui, dove ogni volta per me è stata festa, da quando ero piccina e il sabato mio padre mi portava come appuntamento fisso, irrinunciabile. Anche oggi, festa.
Ho salutato gli operatori, i cittadini. Con molta sofferenza ci si stacca da questo luogo ma tutti, davvero tutti, hanno la consapevolezza che la riqualificazione da tanti sempre annunciata e mai concretizzata, va fatta. Non si può attendere oltre.
E allora, voltiamo pagina e continuiamo il cambiamento di questa Città che ha delle bellezze incredibili, da riportare alla luce.
Proprio come questo luogo, antico refettorio degli agostiniani, poi stalle di servizio dei palazzi nobiliari.
Appena il cantiere sarà materialmente allestito, tornerò sul posto per spiegarvi quale sarà il progetto di recupero e rifunzionalizzazione", scrive la Sindaca sui social.
E non è finita qui: a breve, anche il mercato di via De Anellis (la piazza del pesce), diventerà un nuovo cantiere.
  • Comune di Andria
  • centro storico andria
Altri contenuti a tema
“Rassegna teatrale in vernacolo”: pubblicata la manifestazione di interesse “Rassegna teatrale in vernacolo”: pubblicata la manifestazione di interesse Il Comune di Andria intende raccogliere tutte le manifestazioni di interesse
Ciclovia urbana: conferenza stampa per illustrare il progetto Ciclovia urbana: conferenza stampa per illustrare il progetto In programma oggi, giovedì 22 febbraio presso la sala giunta di Palazzo di Città
UdC Andria: «Il Comune renda nota la possibilità di sottoscrivere alcune iniziative di legge popolare» UdC Andria: «Il Comune renda nota la possibilità di sottoscrivere alcune iniziative di legge popolare» Riguardano lo stop all’indottrinamento gender nelle scuole, il diritto alla libertà di pagamento in contanti e quello all’autoproduzione del cibo
Fratelli d'Italia Andria: "L’area del cantiere dell’interramento continua ad avere livelli molto alti di inquinamento" Fratelli d'Italia Andria: "L’area del cantiere dell’interramento continua ad avere livelli molto alti di inquinamento" Commissario cittadino dott. Sabino Napolitano: "dall’amministrazione Bruno solo parole, parole e parole!"
Il Comune avvia la bonifica di 42 siti sparsi sul territorio cittadino Il Comune avvia la bonifica di 42 siti sparsi sul territorio cittadino Assessore alla Qualità della Vita, Losappio: “Aggravio delle spese pubbliche”
Addario (Pd): "Per il nuovo ospedale di Andria arrivano le prime certezze" Addario (Pd): "Per il nuovo ospedale di Andria arrivano le prime certezze" A giugno nuovo accordo di programma tra Governo e Regione. La Asl Bt entro l’estate indizione gara di esecuzione sul 1° livello di progettazione
Tra centro storico e contrade rurali, Andria ed il suo territorio invasi dai rifiuti Tra centro storico e contrade rurali, Andria ed il suo territorio invasi dai rifiuti Davanti alla chiesa di San Domenico come in contrada Coppe, esempi di degrado che avviliscono l'intera comunità
Il centro Zenith, a proposito delle scritte inneggianti il nazismo nella nostra città Il centro Zenith, a proposito delle scritte inneggianti il nazismo nella nostra città Le parole del responsabile del sodalizio, prof. Antonello Fortunato
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.