ortofrutta
ortofrutta
Territorio

A fronte dell'aumento del costo della spesa cala solo il prezzo della frutta fresca

Una situazione che sta creando difficoltà a molte imprese per la stangata sulla bolletta energetica che ha un effetto valanga

Nel carrello della spesa cala solo il prezzo della frutta fresca che fa segnare una riduzione del 2,5% in netta controtendenza rispetto all'andamento generale, un calo che pesa anche sui compensi riconosciuti agli agricoltori che in molti casi hanno subito pesanti danni a causa del clima pazzo del 2021. E' l'allarme lanciato da Coldiretti Puglia che denuncia una forbice dei prezzi dal campo ai banchi di vendita che si è ulteriormente allargata del 367% per le zucchine, del 267% per le melanzane, del 92% per i peperoni, del 329% per le carote, fino al 185% dal campo alla tavola per i finocchi.
"E' deflazione nei campi dove agli agricoltori si vedono pagare dall'ortofrutta all'olio oltre il 30% in meno rispetto allo scorso anno e al di sotto dei costi di produzione, per colpa delle distorsioni lungo la filiera che provoca pesanti squilibri, mentre i consumatori pagano i peperoni 3 euro al chilo le carote e le cicorie, a 2,80 euro al chilogrammo le zucchine, fino a 2,85 euro al chilo i finocchi, prezzi che triplicano dal campo alla tavola. È necessario investire sul futuro competitivo delle imprese agricole, minacciato e indebolito dalle distorsioni lungo la filiera, dalla distribuzione all'industria fino alle campagne, dove i prodotti agricoli sono pagati sottocosto pochi centesimi. Serve una grande azione di responsabilizzazione dal campo allo scaffale per garantire che dietro tutti i prodotti agricoli e agroalimentari in vendita, italiani e stranieri, ci sia un percorso di qualità che riguardi l'ambiente, la salute e il lavoro, con una equa distribuzione del valore", denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.
Una situazione che – evidenzia la Coldiretti regionale - sta creando difficoltà a molte imprese per la stangata sulla bolletta energetica che ha un effetto valanga, aumentando i costi di produzione della filiera agroalimentare. I rincari energetici si trasferiscono – sottolinea Coldiretti Puglia – sui costi nella catena del cibo come quello per gli imballaggi, dalla plastica per i vasetti dei fiori all'acciaio per i barattoli, dal vetro per i vasetti fino al legno per i pallet da trasporti e alla carta per le etichette dei prodotti che incidono su diverse filiere, dalle confezioni di latte, alle bottiglie per olio, succhi e passate, alle retine per gli agrumi ai barattoli smaltati per i legumi. Il risultato è che, ad esempio, quando si acquista una passata al supermercato si paga più per la confezione che per il pomodoro contenuto. A questi si aggiungono peraltro i rincari dei prezzi dei carburanti, dalla benzina al gasolio – conclude Coldiretti Puglia – che rischiano di scatenare una tempesta perfetta per le tasche degli italiani in un Paese dove l'85% delle merci viaggia su strada e i costi della logistica arrivano ad incidere fino dal 30 al 35% su prodotti freschi per frutta e verdura secondo una analisi della Coldiretti su dati Ismea.
  • coldiretti
  • agricoltura
  • mercato ortofrutticolo
Altri contenuti a tema
Natale in masseria: in Puglia negli agriturismi è sold out Natale in masseria: in Puglia negli agriturismi è sold out La nuova variante Omicron e la possibile evoluzione dei contagi hanno ridotto drasticamente la scelta di passare le vacanze all'estero
«In tre minuti trenta chili ad albero», la Coldiretti lancia l'allarme furti di olive «In tre minuti trenta chili ad albero», la Coldiretti lancia l'allarme furti di olive Il calo della produzione del 30-40% rispetto alla media produttiva pugliese – aggiunge Coldiretti Puglia  – sta facendo degenerare la situazione
Black Friday: buon riscontro in termini di vendite, anche per quanto riguarda gli acquisti dell'agroalimentare Black Friday: buon riscontro in termini di vendite, anche per quanto riguarda gli acquisti dell'agroalimentare Nei mercati degli agricoltori in Puglia, il weekend è stato dedicato all'olio extravergine di oliva
Monitoraggio della mosca dell'olivo, bollettino fitosanitario del 22 novembre Monitoraggio della mosca dell'olivo, bollettino fitosanitario del 22 novembre A cura del servizio di assistenza tecnica della OP – OLEARIA AIPO PUGLIA
Crisi per il comparto agrumicolo regionale: subito un piano promozionale del prodotto in accordo con la Distribuzione Organizzata Crisi per il comparto agrumicolo regionale: subito un piano promozionale del prodotto in accordo con la Distribuzione Organizzata Gravi ripercussioni sui redditi delle imprese agricole
Agricoltura: manca la manodopera, specie quella italiana per la raccolta della produzione, come quella olivicola Agricoltura: manca la manodopera, specie quella italiana per la raccolta della produzione, come quella olivicola La Puglia è dipendente dal contributo dei lavoratori stranieri. L'analisi di Coldiretti regionale
Scarsa la dotazione di verde nelle città della Bat: male per Barletta, seguono Andria e Trani Scarsa la dotazione di verde nelle città della Bat: male per Barletta, seguono Andria e Trani Resi noti i dati sulla percentuale di verde cittadino nella giornata del ringraziamento
"Salvare l'olivicoltura dalla distruzione": oltre 500 partecipanti al dibattito pubblico ad Andria "Salvare l'olivicoltura dalla distruzione": oltre 500 partecipanti al dibattito pubblico ad Andria Un incontro a più voci per fare il punto sulla crisi olivicola in Puglia
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.