Pesce
Pesce
Cronaca

160 chili di prodotti ittici sequestrati nel porto di Trani

Operazione congiunta di Guardia Costiera di Barletta e Squadra Nautica della Questura di Bari. Lente d'ingrandimento sulla vendita in banchina del pesce

Ben 160 chili di prodotti ittici di varie specie sono stati sequestrati ed avviati a smaltimento nel porto di Trani in un'azione congiunta di Guardia Costiera di Barletta e Squadra Nautica della Questura di Bari. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, gli agenti coadiuvati da medici e tecnici del Servizio Veterinario dell'Azienda Sanitaria Locale di Barletta, hanno proceduto al sequestro per le precarie condizioni igienico sanitarie di commercializzazione dei prodotti ittici.

Il pesce era su banchetti posti sul ciglio banchina, esposti alle polveri ed ai gas di scarico dei veicoli che transitavano nelle vicinanze. La legislazione comunitaria e nazionale, finalizzata alla tutela della salute del consumatore, vieta la commercializzazione di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione, sanzionandola penalmente.

Per questa ragione sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria 6 soggetti noti ed uno ignoto che ha abbandonato il prodotto ittico sul ciglio banchina facendo perdere le proprie tracce, con l'accusa di commercializzazione di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. L'attività ispettiva è tuttora in corso, con sopralluoghi dei militari del dipendente Ufficio Locale Marittimo di Trani volti a reprimere il fenomeno della commercializzazione di prodotto ittico in banchina, in contrasto con le modalità previste dalla normativa vigente, che consente ai produttori la vendita diretta dal motopesca.
  • porto di trani
  • asl bat
  • questura di bari
  • polizia
Altri contenuti a tema
Tiziana Dimatteo: "La direzione generale di una Asl rappresenta per me una nuova e stimolante sfida professionale" Tiziana Dimatteo: "La direzione generale di una Asl rappresenta per me una nuova e stimolante sfida professionale" Le prime dichiarazioni della Dg della Asl Bt
Nuovi Dg, per la Asl Bat designata Tiziana Di Matteo Nuovi Dg, per la Asl Bat designata Tiziana Di Matteo Già direttrice amministrativa del Policlinico di Bari. Delle Donne confermato all'Irccs Oncologico Giovanni Paolo II
Trasporto disabili, diritto assente da oltre un anno: le famiglie manifestano davanti alla Asl Bt Trasporto disabili, diritto assente da oltre un anno: le famiglie manifestano davanti alla Asl Bt La referente Sabina Amorese: «Da soli non possiamo farcela»
Tentativo di furto in un'azienda agricola di Andria Tentativo di furto in un'azienda agricola di Andria Il colpo sventato dal pronto intervento della Vigilanza Giurata e della Polizia di Stato. Indagini in corso
Calcio a 5: epico scontro tra la Asl Bt ed il Circolo Tennis di Andria Calcio a 5: epico scontro tra la Asl Bt ed il Circolo Tennis di Andria L'amichevole sfida in programma mercoledì 1° dicembre alle ore 20:30 presso il campo del circolo tennis di Andria
La Breast Unit dell'Asl Bt in prima fila nella prevenzione del tumore al seno La Breast Unit dell'Asl Bt in prima fila nella prevenzione del tumore al seno Con l'iniziativa della Croce Rossa Italiana svoltasi ad Andria 50 le donne sottoposte a visita dai medici in servizio ad Andria e Barletta
Richiamo di vaccino anti Covid per gli operatori scolastici, al via lunedì le somministrazioni in Puglia Richiamo di vaccino anti Covid per gli operatori scolastici, al via lunedì le somministrazioni in Puglia Un’ulteriore spinta alla campagna delle terze dosi
Il Questore Pellicone consegna le medaglie di commiato ai poliziotti in congedo Il Questore Pellicone consegna le medaglie di commiato ai poliziotti in congedo 13 Medaglie ad altrettanti poliziotti che hanno trascorso la loro vita negli Uffici della provincia e nelle Specialità della Polizia di Stato
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.