Fidelis Andria-Picerno. <span>Foto Antonio D'Oria</span>
Fidelis Andria-Picerno. Foto Antonio D'Oria
Calcio

Partita pazza al "Degli Ulivi" e beffa finale per la Fidelis Andria: il Picerno vince 2-3

Rimonta biancazzurra alla fine del primo tempo dopo il vantaggio di D'Angelo. Contro-sorpasso dei lucani nel secondo tempo

Una sconfitta che brucia perchè arrivata all'ultimo secondo, ma è inspiegabile l'atteggiamento passivo nel secondo tempo che ha lasciato campo agli ospiti. Dopo il successo a Messina, la Fidelis Andria ricasca in una nuova sconfitta perdendo 2-3 al "Degli Ulivi" contro il Picerno: gara dalle mille emozioni soprattutto nei minuti finali delle due frazioni di gioco. I biancazzurri giocano uno splendido primo tempo e ribaltano lo svantaggio in due minuti, ma nella ripresa si abbassano troppo concedendo diverse occasioni ai lucani. I federiciani sono terzultimi e nel prossimo turno sono attesi da un altro scontro salvezza in trasferta contro il Monterosi.

Gara subito vivace e al 4' arriva la prima occasione per i padroni di casa: Di Noia riceve da Casoli e calcia di prima intenzione da fuori area, conclusione bloccata a terra da Viscovo. I lucani sono squadra tosta e non rinunciano ad attaccare: al 14' bel cross di Dettori per De Cristofaro che di testa anticipa l'uscita di Vandelli e manda il pallone a lato di un soffio. Passano tre minuti e si torna dall'altra parte: Di Noia supera un avversario sulla fascia e crossa al centro per Bubas, zampata in anticipo sul primo palo e risposta attenta di Viscovo in due tempi. I biancazzurri fanno la partita e in alcuni frangenti costruiscono situazioni interessanti negli ultimi sedici metri, come al 32'. Bella azione tutta palla a terra della Fidelis, al limite dell'area Di Noia triangola con Bubas e si presenta davanti alla porta, miracolo di Viscovo che si oppone ma il centrocampista poteva fare sicuramente meglio. Mai abbassare la guardia, e al 42' i federiciani pagano a caro prezzo una disattenzione: azione dei lucani al limite dell'area di rigore biancazzurra, D'Angelo approfitta di un retropassaggio sbagliato di Alcibiade e con la strada spianata davanti a Vandelli non può sbagliare, portando avanti il Picerno. È il primo episodio chiave di un finale di primo tempo da capogiro: il vantaggio ospite dura pochissimo, perché due minuti dopo Venturini svetta più in alto di tutti su cross da calcio d'angolo e infila il pallone nel sacco riportando subito la sfida in parità. E non è finita qui: nell'unico minuto di recupero la Fidelis trova addirittura la rete del vantaggio. Bubas spalle alla porta gira il pallone per Casoli che si inserisce in area e incrocia nell'angolino basso dove il portiere non può arrivare: rimonta completata in due minuti e delirio al "Degli Ulivi".

Nella ripresa il Picerno attacca alla ricerca del pareggio e la Fidelis commette l'errore di abbassarsi troppo, lasciando spesso l'iniziativa agli ospiti. Le occasioni sono tutte per il Picerno: al 50' punizione di Dettori che scavalca la barriera, tentativo centrale respinto da Vandelli. Chance anche al 63' per De Cristofaro che ha spazio al limite dell'area e conclude mandando il pallone di poco sopra la traversa. Due minuti dopo altra punizione insidiosa di Dettori che esce a lato di un soffio. La Fidelis non riesce ad alzare il proprio baricentro e l'insistenza degli ospiti nella metà campo biancazzurra paga al 77': cross a centro area per Reginaldo che spizza di testa sul secondo palo dove c'è Esposito che la gira in porta e riporta il risultato in parità. Poco dopo i lucani vanno anche vicini al vantaggio: al 78' De Cristofaro si inserisce fra due difensori biancazzurri e si presenta davanti a Vandelli, bravo ad anticipare l'uscita sbarrando il tentativo di pallonetto dell'avversario. Passano tre minuti e c'è occasione anche per Pitarresi che rientra sul sinistro al limite dell'area e scarica una conclusione centrale, respinta da Vandelli con qualche difficoltà. Pericoloso anche il subentrato Alcides all'85' con un tiro-cross che finisce alto di un soffio. I cambi di mister Ginestra non portano frutti e al 94' subisce la beffa più tremenda: fallo di Vandelli in area e calcio di rigore al fotofinish, dal dischetto va Pitarresi che trasforma regalando i tre punti ai lucani.
30 fotoLa galleria fotografica del match a cura di Pasquale Leonetti
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Vandelli; 4 Venturini, 90 Alcibiade (82' De Marino), 5 Legittimo; 20 Casoli, 24 Gaeta (55' Bolognese), 30 Bonavolontà, 10 Di Noia (82' Dipinto), 21 Nunzella; 19 Bubas (66' Di Piazza), 26 Tulli (66' Alberti).
PANCHINA: 22 Paparesta, 99 Dini, 3 Carullo, 6 Dipinto, 8 Bolognese, 9 Di Piazza, 13 Lacassia, 14 De Marino, 29 Alberti, 31 Graziano, 32 Leonetti, 93 Zampano.
ALLENATORE: Ciro Ginestra.

PICERNO (3-5-2): 22 Viscovo; 3 Vanacore (68' Allegretto), 28 De Franco, 18 Garcia; 8 De Cristofaro (82' Alcides), 5 Pitarresi, 14 Dettori, 7 D'Angelo (68' Esposito), 25 Guerra; 17 Gerardi (89' Carrà), 19 Reginaldo (89' De Ciancio).
PANCHINA: 1 Albertazzi, 6 Allegretto, 9 Vivacqua, 11 Esposito, 13 Alcides, 24 Stasi, 29 Terranova, 30 De Ciancio, 39 Coratella, 69 Carrà, 77 De Marco, 99 Setola.
ALLENATORE: Leonardo Colucci.

INDISPONIBILI: Bordin (FID), Benvenga (FID)

MARCATORI: 42' D'Angelo (PIC), 44' Venturini (FID), 46' Casoli (FID), 77' Esposito (PIC)

AMMONITI: 23' Garcia (PIC), 26' Bubas (FID), 58' Tulli (FID), 73' De Cristofaro (PIC), 74' De Franco (PIC)

ESPULSI: /

ARBITRO: Luca Angelucci, sezione di Foligno.

ASSISTENTI: Domenico Castro, sezione di Livorno; Marco Toce, sezione di Firenze.

QUARTO UOMO: Samuele Andreano, sezione di Prato.
  • Fidelis Andria
Altri contenuti a tema
Bolsius-Tulli: la Fidelis Andria batte 2-0 il Giugliano, seconda vittoria di fila Bolsius-Tulli: la Fidelis Andria batte 2-0 il Giugliano, seconda vittoria di fila In classifica i biancazzurri si lasciano alle spalle Messina e Viterbese e salgono a quota 14 punti
La Fidelis Andria torna a vincere e respira in classifica: 1-0 al Monterosi La Fidelis Andria torna a vincere e respira in classifica: 1-0 al Monterosi Decisiva la rete di Dalmazzi nel primo tempo. I biancazzurri agganciano Messina e Viterbese
Fidelis Andria, il nuovo allenatore della Primavera 4 è Aldo Papagni Fidelis Andria, il nuovo allenatore della Primavera 4 è Aldo Papagni Il tecnico biscegliese raccoglie il testimone di Diaw Doudou, a cui è stata affidata la guida della prima squadra
La Fidelis Andria gioca bene ma perde 2-1 a Crotone in rimonta La Fidelis Andria gioca bene ma perde 2-1 a Crotone in rimonta Ai biancazzurri non basta il vantaggio di Bolsius. L'ex Dini protagonista di due grandi parate nel secondo tempo
Bolsius risponde a Falbo: tra Fidelis Andria e Monopoli finisce 1-1 Bolsius risponde a Falbo: tra Fidelis Andria e Monopoli finisce 1-1 Gara positiva dei biancazzurri che costruiscono più occasioni nel secondo tempo
Fidelis, sollevati dall'incarico il tecnico Cudini e il DS Federico Fidelis, sollevati dall'incarico il tecnico Cudini e il DS Federico La squadra sarà affidata temporaneamente al tecnico della Primavera, Diaw Doudou
La Fidelis Andria torna a muovere la classifica: pareggio per 0-0 sul campo della Gelbison La Fidelis Andria torna a muovere la classifica: pareggio per 0-0 sul campo della Gelbison Gara avarissima di emozioni e risultato giusto. Nel prossimo turno biancazzurri attesi dal derby contro il Monopoli
La Fidelis Andria ci ricasca: pessimo secondo tempo e il Foggia ribalta il derby La Fidelis Andria ci ricasca: pessimo secondo tempo e il Foggia ribalta il derby Vittoria dei rossoneri per 3-1, con una rimonta in 19 minuti. Inutile il gol di Candellori per i biancazzurri
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.