Luca D'Angelo, Fidelis Andria
Luca D'Angelo, Fidelis Andria
Calcio

Fidelis, D'Angelo: «Dopo Catania conoscerete il mio futuro»

Tanti assenti in Sicilia. Si riducono le speranze di rinnovo del tecnico abruzzese

La Fidelis Andria si appresta ad affrontare l'ultimo impegno stagionale sul proibitivo campo del Catania. La squadra etnea è costretta a vincere e sperare in un passo falso delle altre pretendenti alla salvezza per evitare l'inferno dei play-out, mentre il team azzurro e alla ricerca dell'ultimo punto per conquistare la matematica certezza della qualificazione alla prossima Tim Cup. Una gara che si presenta ancor più difficile per la Fidelis alla luce delle numerose defezioni. Oltre agli infortunati Ferrero, Piccinni e Poluzzi, non ci saranno gli squalificati Cortellini, Onescu e Tartaglia. Nell'ultima conferenza stampa pre-gara il tecnico Luca D'Angelo, che per l'occasione sarà squalificato, parla anche del suo futuro che sembra essere sempre più lontano dalla città federiciana.

«E' inutile nascondersi - esordisce Luca D'Angelo - quella di Catania sarà una gara difficilissima alla luce delle tante assenze a causa di infortuni e squalifiche, ed io per primo non potrò sedere in panchina. Però detto questo sono sicuro che i ragazzi che scenderanno in campo daranno il 100% per conquistare quest'ultimo punto che ci permetterebbe di raggiungere l'obiettivo Tim Cup senza aspettare i risultati dagli altri campi».

Per quanto riguarda il futuro il tecnico abruzzese non si sbilancia ancora.

«Martedì scorso ho incontrato il presidente Montemurro e il diesse Doronzo - spiega D'Angelo - e mi hanno proposto il rinnovo del contratto. Ho detto loro che avrei fatto le mie dovute valutazioni e decidere se sposare ancora o no questo progetto. E' inutile dire che qui ad Andria ho trovato un ambiente bellissimo con grandi uomini e una splendida tifoseria, perciò - conclude il tecnico abruzzese - voglio decidere con la dovuta calma e dopo la gara del Cibali conoscerete il mio futuro».
  • Lega Pro
  • Fidelis Andria
  • luca d'angelo
  • Catania Calcio
Altri contenuti a tema
La Fidelis Andria si scioglie nel finale: il Gladiator sbanca il "Degli Ulivi" 0-2 La Fidelis Andria si scioglie nel finale: il Gladiator sbanca il "Degli Ulivi" 0-2 Rekik e Di Paola regalano ai campani tre punti pesanti in chiave salvezza
Per la Fidelis Andria un nuovo scontro salvezza al "Degli Ulivi". Favarin: «Settimana difficile» Per la Fidelis Andria un nuovo scontro salvezza al "Degli Ulivi". Favarin: «Settimana difficile» Buone notizie per il tecnico: tutti a disposizione per la sfida contro il Gladiator domani pomeriggio
Atto intimidatorio contro la Fidelis Andria: esplode bomba carta sull'auto di Fabio Moscelli Atto intimidatorio contro la Fidelis Andria: esplode bomba carta sull'auto di Fabio Moscelli Forze dell'Ordine al lavoro per risalire all'autore del vile gesto
E' scomparso Vincenzo Attimonelli, imprenditore del settore tessile manifatturiero E' scomparso Vincenzo Attimonelli, imprenditore del settore tessile manifatturiero Uomo dalle innate capacità manageriali, lascia la moglie ed i suoi tre figli
Diluvio di gol al "Monterisi": Fidelis Andria battuta 6-3 dal Cerignola Diluvio di gol al "Monterisi": Fidelis Andria battuta 6-3 dal Cerignola Spettacolo nel derby, i biancazzurri tentano la rimonta dopo tre reti di svantaggio ma sbagliano molto in difesa
Fidelis, parla l'esterno Ruben Nives: «Contento di essere tornato, Andria piazza importante» Fidelis, parla l'esterno Ruben Nives: «Contento di essere tornato, Andria piazza importante» Il promettente classe 2000 ha esordito da titolare domenica scorsa contro la Gelbison
Cuore Fidelis Andria in dieci uomini: Gelbison battuta 2-1 al 90' Cuore Fidelis Andria in dieci uomini: Gelbison battuta 2-1 al 90' Finale di gara rocambolesco: vantaggio di D'Orsi, pareggia Uliano all'83', ancora D'Orsi fa esplodere lo stadio al fotofinish
Riparte il campionato, la Fidelis riceve la Gelbison. Favarin: «Niente più scuse, diamo una svolta» Riparte il campionato, la Fidelis riceve la Gelbison. Favarin: «Niente più scuse, diamo una svolta» Biancazzurri a 16 punti, campani a 19: al "Degli Ulivi" uno scontro importante in chiave salvezza
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.