Convegno UNAI ad Andria
Convegno UNAI ad Andria
Convegni

UNAI chiude ad Andria la formazione 2018/2019 e lancia nuove idee per il futuro

Al Cristal Palace Hotel il convegno “Novità legislative, tecniche e giurisprudenziali”

Si è tenuto sabato 28 settembre scorso, presso il Cristal Palace Hotel di Andria, l'ultimo appuntamento di UNAI Bat-Foggia con la formazione degli Amministratori di Condominio per l'annualità 2018/2019, valido ai sensi del DM 140/2014 e organizzato dall'ormai consolidata esperienza e professionalità della Segreteria Provinciale UNAI. "Novità legislative, tecniche e giurisprudenziali": questo il tema del convegno, che assegnava 4 crediti formativi ai partecipanti e conclusosi con un test finale che ha convalidato i 15 crediti annuali per ciascun associato, obbligatori per la formazione. Partner dell'evento il Sole24Ore.

Un convegno arricchito dalla presenza dei rappresentanti sindacali delle province Bari e Lecce, oltre che della Bat: un fatto significativo, come ha dichiarato il Segretario Provinciale CSC di UNAI Bat-Foggia, dott. Angelo Frisardi, «che dimostra il riconoscimento del lavoro svolto da UNAI in Puglia e diventato anche un modello a livello nazionale». Per la segreteria provinciale dell'associazione si avvia il terzo anno di rappresentanza; diverse le proposte in cantiere, come ha aggiunto il dott. Frisardi: «Presto avvieremo un comitato operativo composto da consulenti e iscritti UNAI, che avrà il compito di organizzare la formazione e attrarre l'interesse quotidiano degli iscritti. Per quanto concerne i prossimi convegni, invece, daremo spazio a nuove tematiche come la psicologia condominiale, con l'intervento di esperti».

Nelle ultime settimane si è parlato molto di UNAI anche a livello nazionale. L'associazione chiede una tutela della professione, come ha dichiarato nel corso del convegno di Andria il Segretario Provinciale Sindacale, Gianluca Sanguedolce: «A livello nazionale si è parlato di un registro per gli amministratori di condominio. La posizione della nostra associazione, invece, è l'ottenimento di un albo: puntiamo infatti a farci riconoscere quantomeno come un'associazione che abbia le stesse caratteristiche di un albo. La nostra professione deve essere tutelata e vogliamo essere trattati alla stessa maniera dei professionisti».

Di notevole spessore gli interventi dei relatori intervenuti, che hanno offerto ai partecipanti molteplici spunti di riflessione. L'Avv. Nicola Addati, Foro di Trani, ha presentato la riforma relativa ai condomini morosi e alla doppia parziarietà, definendo innanzitutto il concetto di obbligazione parziaria come il dovere per ogni debitore di pagare solamente la quota che gli spetta. Un orientamento che, però, allunga i tempi di recupero del credito in capo al creditore, soprattutto in presenza di condòmini inadempienti. Così la riforma del condominio del 2012, che contempera gli interessi sia dei condomini che dei creditori, stabilisce che il creditore può rivolgere le proprie pretese anche nei confronti dei condòmini "virtuosi", sempre pro quota, una volta appurato che i condòmini morosi non siano in grado di adempiere alla propria obbligazione.

Spazio anche alla tecnologia come mezzo di supporto per l'amministratore di condominio: una tematica approfondita dal dott. Raffaele Toritto, Segretario Provinciale UNAI Bari, che ha delineato un quadro sulle esigenze della categoria e tracciato proposte utili e concrete per il lavoro quotidiano dell'amministratore. In particolare, il dott. Toritto ha presentato una piattaforma digitale utile per tutte le specifiche dell'attività amministrativa condominiale: un mezzo che offre notevoli vantaggi per un'efficace ottimizzazione dei tempi e per migliorare la qualità del proprio lavoro, anche con l'obiettivo di ottenere una maggiore soddisfazione da parte dei condomini.

Il dott. Michele De Cesare, consulente assicurativo, ha invece esposto le problematiche condominiali relative ai danni da acqua e ripristino del danno, sottolineando quanto sia prioritaria l'esigenza per gli amministratori di condominio di riconoscere queste situazioni di rischio per poi essere in grado di trovare una pacifica risoluzione al problema. La dimensione degli edifici cambia a seconda della zona geografica: un'importante suddivisione, quella mostrata dal dott. De Cesare, che consente di prevedere le tipologie di rischio a seconda delle fasce geografiche.

Il convegno si è rivelato occasione propizia, in vista di scadenze imminenti, per discutere anche di tematiche fiscali con il quadro AC e il modello 770 relativi al Dichiarativi 2019: ne ha parlato il commercialista e consulente UNAI dott. Francesco Vinciguerra. Il quadro AC, come ha spiegato il relatore, deve essere utilizzato dagli amministratori di condominio per effettuare alcuni adempimenti: comunicare i dati identificativi del condominio oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati sulle parti comuni condominiali; comunicare l'importo complessivo dei beni e servizi acquistati dal condominio nell'anno solare e i dati identificativi dei relativi fornitori.

Relazione conclusiva a cura del dott. Tomaso Miracapillo, chimico e fisico, il quale ha tracciato un excursus sull'evoluzione giuridico-istituzionale dell'Acquedotto Pugliese, infrastruttura pubblica di approvvigionamento idrico-potabile della regione Puglia e di alcuni comuni della Campania. Il dott. Miracapillo ha presentato le informazioni societarie relative ad AqP (società partecipate, ossia Aseco S.p.a.; consiglio di amministrazione; collegio sindacale; organismo di vigilanza), soffermandosi successivamente sul Servizio Idrico Integrato, regolato normativamente in tutto il mondo e legato alla gestione amministrativa dell'acqua.
12 fotoConvegno UNAI ad Andria sabato 28 settembre 2019
  • UNAI - Unione Nazionale Amministratori d'Immobili
Altri contenuti a tema
Coronavirus, UNAI si mobilita a tutela degli associati Coronavirus, UNAI si mobilita a tutela degli associati Anche nella Bat sospesi i convegni e le assemblee condominiali
Reverse charge, la vittoria di UNAI: svolta decisiva per gli amministratori di condominio Reverse charge, la vittoria di UNAI: svolta decisiva per gli amministratori di condominio Obbligo ristretto solo ai committenti che appaltino opere per importi superiori a 200.000 euro
Inquinamento elettromagnetico e salute delle persone: UNAI in primo piano nei temi d’attualità Inquinamento elettromagnetico e salute delle persone: UNAI in primo piano nei temi d’attualità Ad Andria si è svolto il primo convegno dell'annualità 2019/2020 per la formazione degli Amministratori di Condominio
“Elettrosmog in condominio”: UNAI avvia ad Andria il nuovo anno formativo “Elettrosmog in condominio”: UNAI avvia ad Andria il nuovo anno formativo Sabato 14 dicembre convegno all’ITES “E. Carafa”. Presenzierà anche il Presidente della Provincia Bat, Bernardo Lodispoto
UNAI, Regolamento di Sicurezza Urbana: sanzioni da 50 a 500 euro per i trasgressori nei condomini UNAI, Regolamento di Sicurezza Urbana: sanzioni da 50 a 500 euro per i trasgressori nei condomini Dall'entrata in vigore il 16 agosto 2019, segnalati già alcuni casi di infrazioni nelle abitazioni
UNAI accoglie con soddisfazione il Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana UNAI accoglie con soddisfazione il Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana Il nuovo aggiornamento disciplina i comportamenti dei cittadini nelle aree pubbliche e all'interno delle abitazioni
“Novità legislative, tecniche e giurisprudenziali”: nuovo convegno UNAI ad Andria​ “Novità legislative, tecniche e giurisprudenziali”: nuovo convegno UNAI ad Andria​ Sabato 28 settembre appuntamento con la formazione degli Amministratori di Condominio
L'acqua e i suoi "intrusi": il Decreto 31, la direttiva sull'acqua da bere L'acqua e i suoi "intrusi": il Decreto 31, la direttiva sull'acqua da bere Il condominio in tutti i suoi aspetti: decimo approfondimento di UNAI Bat con il contributo del dott. Giuseppe Novelli
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.