Antonio Pistillo
Antonio Pistillo
Turismo

Turismo delle radici, ne parla l’ambasciatore andriese di Italia&Friends Antonio Pistillo

Dopo aver partecipato, a Matera, alla prima borsa internazionale dedicata al turismo di ritorno

Si è svolta in due appuntamenti, 20 e 21 novembre, a Matera, la prima borsa internazionale dedicata al turismo di ritorno nella terra d'origine, ovvero una rassegna fieristica che si rivolge ai discendenti di italiani che da più generazioni sono andati via a vivere in un altro paese. Un appuntamento completamente inedito, ma che secondo gli operatori del settore merita di essere approfondita poiché la ricerca e la scoperta delle origini di questi viaggiatori può offrire spunti importanti per il territorio e per la loro programmazione.

Durante la prima edizione di ROOTS in, a cui hanno aderito circa 200 seller provenienti da ogni parte d'Italia e rappresentati istituzionali da undici regioni italiane, ciascuna delle quali ha presentato le proprie offerte rivolte a questo specifico segmento di mercato, si è delineato il quadro e le buone pratiche da mettere a sistema, per poi approfondire nelle successive edizioni con l'inserimento di nuove tematiche.

Tra i partecipanti dell'iniziativa c'era l'ambasciatore andriese dei Saperi e Sapori di Puglia per Italia&Friends, Antonio Pistillo nonché uno dei componenti del rooting team di Letizia Sinisi, massima esperta di turismo delle radici ed autrice del libro "Turismo delle Radici un'opportunità per ripartire con il Rooting Experience Planning", il quale ci ha spiegato in maniera più dettagliata le finalità di questo mercato di nicchia e l'esperienza vissuta in prima persona al workshop. "Sono stati due giorni interessanti di approfondimenti, incontri, formazione, networking e business. Il Rooting Team nasce per portare avanti un progetto internazionale su un Turismo sostenibile, rappresentato proprio dalla ricerca delle "radici". Si tratta di un mercato largamente inesplorato e con un enorme potenziale: sono circa 80 milioni i discendenti degli Italiani nel mondo".

Quali ripercussioni, questi viaggiatori, possono generare sul nostro territorio?

L'indotto che può generare è molto interessante perché coinvolge Tour Operator che potranno organizzare viaggi ad hoc coinvolgendo le amministrazioni comunali soprattutto quelle dei Borghi da cui sono partite le maggiori emigrazioni. Importante è fornire strumenti per realizzare una programmazione volta a promuovere il turismo di ritorno con percorsi alla riscoperta del territorio, delle tradizioni e della gastronomia.

Attualmente che tipo di riscontro si sta registrando?

Vi è una inversione di tendenza oriundi o figli di oriundi che spinti dal desiderio di conoscere e proprie origini, scoprono posti in cui vorrebbero viverci anche grazie al lavoro Agile in cui si può lavorare da qualsiasi posto dotandolo di connessioni idonee. Il compito delle comunità è quello di sviluppare la rete di accoglienza ricettiva e a questo devono contribuire sia il pubblico che il privato.

Per che cosa si distingue da altri segmenti turistici?

E' differente, soprattutto, dal turismo di massa, perché questi viaggiatori desiderano soprattutto conoscere meglio e assaporare cultura, tradizioni e autenticità locali. Spesso la vacanza non è un pacchetto standard, ma è organizzata e ritagliata su misura per i bisogni di questi visitatori, che appaiono molto specifici. Infatti, sin dalla fase di progettazione del viaggio, i turisti delle radici richiedono un'assistenza continua e servizi personalizzati, la cui offerta spesso è tuttora carente".

Dopo aver vissuto questa esperienza formativa, cosa ti auspichi per il tuo territorio?

Sono orgoglioso di far parte con una "team leader" come la Professoressa Letizia Sinisi a cui vanno i migliori complimenti per il suo lavoro accurato nella ricerca strategica di questa tipologia di Turismo con un enorme valore aggiunto. Purtroppo la Puglia non è stata rappresentata adeguatamente a questo appuntamento importante. Spero che in futuro numerosi tour operator possano avvicinarsi con interesse a questa nuova realtà. In Puglia abbiamo borghi dove hanno subito uno spopolamento con forti emigrazioni verso gli Stati Uniti, ed è compito di chi sta studiando questo progetto del Turismo delle Radici invogliare gli oriundi a tornare per scoprire le peculiarità dei nostri territori sia dal punto di vista culturale dei loro avi che della ricerca delle esperienze e dei sapori enogastronomici, così da generare una nuova filiera turistica.
FB IMGFB IMGFB IMG
  • Turismo
  • Antonio Pistillo
Altri contenuti a tema
Pasquetta: Più gettonati picnic e gite fuori porta. In agriturismo passeggiate in uliveti e boschi didattici Pasquetta: Più gettonati picnic e gite fuori porta. In agriturismo passeggiate in uliveti e boschi didattici Analisi di Coldiretti Puglia per la Pasquetta, che evidenzia la voglia di evasione dei cittadini in occasione del Lunedì dell’Angelo
Pasqua, Confagricoltura fiduciosa: “Tra le provincie di Bari e Bat agriturismi al completo” Pasqua, Confagricoltura fiduciosa: “Tra le provincie di Bari e Bat agriturismi al completo” "La campagna con le sue strutture è diventata un trend in forte crescita in questi ultimi anni"
BIT di Milano, la Puglia nel 2023 supera 16 mln di presenze turistiche: +4% sul 2022 BIT di Milano, la Puglia nel 2023 supera 16 mln di presenze turistiche: +4% sul 2022 I dati in sintesi con i risultati delle strategie di internazionalizzazione
Il 7 gennaio torna "Domenica al museo": ingressi gratuiti anche in Puglia Il 7 gennaio torna "Domenica al museo": ingressi gratuiti anche in Puglia L'elenco dei siti culturali che hanno aderito all'iniziativa
Vacanze al museo: le aperture del Castel del Monte durante le festività Vacanze al museo: le aperture del Castel del Monte durante le festività Il 2024 si apre con tre giornate per conoscere il nostro patrimonio artistico-culturale
Ecco lo Stupor Mundi, la rievocazione della nascita di Federico II ad Andria Ecco lo Stupor Mundi, la rievocazione della nascita di Federico II ad Andria Grande partecipazione all’evento, arricchito da esibizioni volte a coinvolgere il pubblico e proseguito fino a Piazza Duomo
Avventura a lieto fine per un pensionato di Andria: ricoverato per una polmonite acuta a Sharm el-Sheikh Avventura a lieto fine per un pensionato di Andria: ricoverato per una polmonite acuta a Sharm el-Sheikh Un viaggio turistico stava per finire in tragedia senza le cure di primissimo ordine dei sanitari egiziani, tra cui il Pr. Fady Michael
Alla biblioteca "Ceci" il corso dell'Its Academy Puglia Marketing & Design in "E-commerce & Sales Managers" Alla biblioteca "Ceci" il corso dell'Its Academy Puglia Marketing & Design in "E-commerce & Sales Managers" L'iniziativa è stata presentata dal prof. Savino Santovito, docente dell'Università di Bari-Dipartimento di Economia e Commercio
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.