Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)
Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)
Attualità

Sanità: due giorni di formazione sulla gestione delle maxiemergenze

Il corso è stato gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)

Si è conclusa a Barletta la prima edizione di un corso di formazione rivolto a medici e infermieri sull'hospital disaster management. Ventidue sanitari, tra medici e infermieri, hanno partecipato a una attività teorica e pratica sulla gestione sanitaria della crisi che può originarsi all'interno di una struttura sanitaria o in un contesto esterno: per gestire al meglio una crisi o una maxiemergenza è necessario che sia stata già sviluppata e provata una strategia di azione, una pianificazione che va studiata tenendo conto del percorso delle vittime attraverso le fasi di accettazione, triage, stabilizzazione, diagnostica e ricovero, secondo quanto descritto dalle Linee Guida predisposte dal Dipartimento della Protezione civile per la pianificazione intraospedaliera.

Il corso di formazione è stato gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC) con il coordinamento del dottor Giuseppe Di Paola, referente del Pronto Soccorso di Barletta. L'obiettivo è stato naturalmente quello di formare i sanitari nella gestione della crisi, sia da un punto di vista clinico che gestionale e organizzativo: il coordinamento delle attività di intervento in caso di maxiemergenza non può che essere sostenuto da figure professionali formate e preparate con una profonda conoscenza del contesto in cui abitualmente operano.

Il gruppo degli istruttori AIMC impegnati per questo corso è stato formato dal dr. Malara Consolato, Past-President dell'AIMC, con notevole esperienza nella gestione ospedaliera delle maxi-emergenze; la dott.ssa Carola Martino, Presidente dell'AIMC e componente del Gruppo Chirurgia d'Urgenza di Pisa e dal Team Leader del Gruppo, dr. Giuseppe Arcidiacono, che vanta numerose missioni all'estero (Cina, Nepal, Iran, Haiti, Sri Lanka). Supervisore in aula è stato il dottor Gaetano Dipietro, Past-President AIMC.
Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)Corso gestito dall'Associazione italiana Medicina delle Catastrofi (AIMC)
  • Sanità
  • Ospedali
  • ordine dei medici bat
Altri contenuti a tema
Di Bari (M5S): "La Sanità della Bat è stata ridotta all'osso" Di Bari (M5S): "La Sanità della Bat è stata ridotta all'osso" Video messaggio della consigliera regionale pentastellata Grazia Di Bari
Convegno “Promozione di sani stili di vita e collaborazione tra i professionisti della salute” Convegno “Promozione di sani stili di vita e collaborazione tra i professionisti della salute” Coinvolte tutte le figure che convergono sull'obiettivo della salvaguardia della salute dell'individuo
Sanità. Di Bari (M5S): “Emiliano nel giro della Asl BT  dimentica Andria e Spinazzola” Sanità. Di Bari (M5S): “Emiliano nel giro della Asl BT  dimentica Andria e Spinazzola” Polemica la rappresentante pentastellata dopo l'annuncio della vista di domattina del governatore pugliese
AslBt Day: il presidente Michele Emiliano in visita nelle strutture della Bat AslBt Day: il presidente Michele Emiliano in visita nelle strutture della Bat La visita è in programma domani venerdì 4 ottobre c.a.
Congresso Regionale ACOI, il dott. Sabino Capuzzolo vince il contest per i medici under 40  Congresso Regionale ACOI, il dott. Sabino Capuzzolo vince il contest per i medici under 40  Terminate le due giornate di formazione per i chirurghi ospedalieri italiani
Nella Bat il Congresso regionale dell'Associazione chirurghi ospedalieri italiani Nella Bat il Congresso regionale dell'Associazione chirurghi ospedalieri italiani Il tema scelto sarà: “Il trattamento laparoscopio delle urgenze chirurgiche addominali”
Fascicolo Sanitario Elettronico, Laricchia (M5S): "Attivato solo 63mila pugliesi. Campagne informative su tutto il territorio" Fascicolo Sanitario Elettronico, Laricchia (M5S): "Attivato solo 63mila pugliesi. Campagne informative su tutto il territorio" "Numeri per i quali francamente c'è poco da esultare". Istituito nel 2012 è costato 5 mln di euro
Regione: attivati i primi 2 mila fascicoli sanitari elettronici Regione: attivati i primi 2 mila fascicoli sanitari elettronici Il servizio rientra nel più ampio quadro di SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.