Renato Nitti
Renato Nitti
Attualità

Procura della Repubblica, domani si insedia il nuovo procuratore di Trani Renato Nitti

Il magistrato giurerà davanti al collegio del Tribunale penale, presieduto dal dottor Antonio de Luce

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Si insedierà domani, martedì 31 marzo, il neo procuratore della Repubblica di Trani Renato Nitti. Giurerà davanti al collegio del tribunale penale che sarà presieduto dal presidente Antonio de Luce.

Giunge così alla conclusione l'annosa vicenda giudiziaria iniziata nella primavera 2017 quando il Consiglio Superiore della Magistratura nominò Antonino Di Maio quale successore di Carlo Mario Capristo (passato alla Procura di Taranto) che aveva guidato l'ufficio inquirente tranese sino a Maggio 2016. Nitti sostenne di avere più titoli di Di Maio per la nomina a Procuratore di Trani e perciò impugnò la decisione del CSM.

Nonostante una prima sentenza del Consiglio di Stato, il CSM ribadì la nomina di Di Maio. Anche questo provvedimento fu impugnato da Nitti ed il 31 ottobre scorso il Consiglio di Stato gli diede nuovamente ragione.

Alla luce della seconda sentenza del Consiglio di Stato, Di Maio, che nel frattempo aveva continuato a svolgere le funzioni di Procuratore di Trani, rinunciò alla candidatura in previsione della nuova pronuncia sulla nomina al vertice dell'ufficio inquirente tranese da parte della quinta commissione del CSM.

Il 5 febbraio, poi, la parola definitiva del Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura con la nomina di Nitti, barese, 52 anni, che prima del nuovo incarico dirigenziale ha svolto funzioni di sostituto procuratore presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Bari.

Da Febbraio ad oggi le funzioni di Procuratore della Repubblica di Trani sono state svolte dal procuratore aggiunto Achille Bianchi che pure presenzierà alla cerimonia di insediamento di Nitti, prevista in forma "spartana" a causa dell'emergenza coronavirus.
  • procura della repubblica trani
Altri contenuti a tema
Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione 4 anni invece per il suo collega Luigi Scimé. Condanne per gli avvocati Sfrecola e Ragno
"Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok "Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok Per il giudice e il poliziotto l'ok ai domiciliari era arrivato lo scorso 19 giugno
Per l'ex procuratore di Trani Capristo, confermati gli arresti domiciliari Per l'ex procuratore di Trani Capristo, confermati gli arresti domiciliari Alla decisione del Gip di Potenza, ora il legale del magistrato si rivolgerà al Tribunale del riesame
1 Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Coinvolti nell'indagine i fratelli Mancazzo oltre a Capristo e al poliziotto Scivattaro. L'accusa è di aver fatto pressioni su un magistrato
2 Arrestato l'ex procuratore di Trani Carlo Maria Capristo, ora ai domiciliari Arrestato l'ex procuratore di Trani Carlo Maria Capristo, ora ai domiciliari Le accuse sono di tentata corruzione, truffa e falso
Common Land: truffa ai danni dell'Agea sui fondi dell'agricoltura Common Land: truffa ai danni dell'Agea sui fondi dell'agricoltura Sequestro di 380 mila euro, 18 gli indagati
Contrasti tra gruppi criminali: i Carabinieri di Andria arrestano pregiudicato per tentato omicidio Contrasti tra gruppi criminali: i Carabinieri di Andria arrestano pregiudicato per tentato omicidio Compiute attività tecniche, servizi di osservazione ed analisi degli elementi che sono emersi dalle investigazioni
Mariti violenti tratti in arresto dalla Polizia di Stato: ancora due codici rossi ad Andria Mariti violenti tratti in arresto dalla Polizia di Stato: ancora due codici rossi ad Andria Tristi vicende familiari che continuano a vedere donne e figli maltrattati da padre padrone e marito spietato
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.