deposito clandestino di pesce
deposito clandestino di pesce
Cronaca

Oltre un quintale di pesce non idoneo alla vendita pronto per essere commercializzato

Operazione della Guardia costiera di Bari: scoperto deposito clandestino

Nell'ambito di un operazione finalizzata alla repressione degli illeciti sulla filiera della pesca nonché alla tutela del consumatore, è terminata da poco un'importante operazione a tutela della garanzia in materia di sicurezza alimentare del mercato dei consumatori eseguita dagli Ispettori del 6° Centro di Controllo Area Pesca della Guardia costiera di Bari congiuntamente a personale dei Servizi Veterinari della Azienda Sanitaria Locale di Bari, nel corso della quale è stato scoperto un deposito clandestino in uso ad una nota pescheria del centro cittadino dove sono stati rinvenuti stoccati prodotti ittici sprovvisti dei requisiti di tracciabilità e igienico sanitari.

Nel corso dell'attività ispettiva, gli Ispettori e i funzionari dell'Asl hanno accertato che l'attività svolta all'interno del locale veniva eseguita senza alcuna autorizzazione e in spregio alle più elementari regole igienico-sanitarie.
Posto sotto sequestro più di un quintale di prodotto ittico mentre a carico del titolare sono state elevate sanzioni per un totale di € 4.500,00.
Tenuto conto dei possibili effetti nocivi derivanti dalla vendita di prodotto conservato senza rispettare le norme igienico - sanitarie, è opportuno rimarcare l'importanza di queste operazioni per la comunità tutta, visto che generalmente il consumo di prodotti ittici necessita, ovviamente, di tutti i controlli previsti per legge oltre che il rispetto dei requisiti di refrigerazione, conservazione e protezione dagli agenti esterni.
L'attività di repressione da parte degli uomini del Nucleo Ispettivo della Guardia Costiera contro gli illeciti in materia di pesca e commercializzazione illegale di prodotti ittici sprovvisti dei requisiti di legge proseguirà incessante anche nei prossimi giorni, allo scopo di garantire il rispetto delle norme e tutelare la salute degli inconsapevoli consumatori.
  • guardia costiera
  • caccia e pesca
Altri contenuti a tema
Bagnante 79enne trovato morto nei pressi dei frangiflutti alla seconda spiaggia a Trani Bagnante 79enne trovato morto nei pressi dei frangiflutti alla seconda spiaggia a Trani Le ricerche erano iniziate questa mattina poco dopo le ore 12
Colto da infarto in spiaggia, muore 58enne di Andria sul litorale delle Mattinelle Colto da infarto in spiaggia, muore 58enne di Andria sul litorale delle Mattinelle Inutili i tentativi dei bagnini di rianimarlo. Sul posto 118 ed i militari della Capitaneria di porto
Salgono le temperature ed aumenta il consumo di pasce, ma attenzione a quello d'importazione Salgono le temperature ed aumenta il consumo di pasce, ma attenzione a quello d'importazione Ormai le importazioni dall'estero hanno superato il miliardo di chili. Infatti quasi 8 pesci su 10 che arrivano sulle tavole sono stranieri
La Regione approva il nuovo Calendario Venatorio 2022/2023: le specie da cacciare e i giorni consentiti La Regione approva il nuovo Calendario Venatorio 2022/2023: le specie da cacciare e i giorni consentiti Consentito il prelievo dal 1° ottobre 2022 al 18 gennaio 2023 e nei giorni 22, 25 e 29 gennaio 2023
Tiro al volo: ad Andria la tappa del Gran premio d'Italia open trap1 Tiro al volo: ad Andria la tappa del Gran premio d'Italia open trap1 Una gara della Federazione Italiana Tiro al Volo, che vedrà impegnati atleti provenienti anche da fuori regione
Sequestrate cozze "alla diossina" dirette a Bisceglie Sequestrate cozze "alla diossina" dirette a Bisceglie Il carico, allevato in una zona del mar piccolo di Taranto inibita alla pesca, è stato intercettato dalle forze dell'ordine
Mare mosso manda a picco barca con 9 andriesi a Bisceglie: tutti tratti in salvo Mare mosso manda a picco barca con 9 andriesi a Bisceglie: tutti tratti in salvo Brutta avventura oggi, domenica 19 giugno, davanti alle acque "del Pretore". Intervento di BisceglieApprodi, di un Vigile del fuoco e della Capitaneria di porto
Cerignola nell'ambito di caccia della Bat: la vicenda approda in consiglio regionale Cerignola nell'ambito di caccia della Bat: la vicenda approda in consiglio regionale Splendido (Lega): "Un sovrannumero di cacciatori sullo stesso territorio rischia di provocare attriti tra questi e gli agricoltori e problemi ai piani di ripopolamento"
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.