raccolta olive
raccolta olive
Cronaca

Oltre alla siccità arrivano ad Andria i primi furti di olive: agricoltori preoccupati

Un ingente furto, avvenuto la scorsa notte è stato denunciato alle Forze dell'ordine

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
La vigilia della campagna olivicola in una delle capitali dell'olivicoltura nazionale si preannuncia carica di tante incognite. Timori tra le associazioni ed organizzazioni del settore per le alte temperature che stanno facendo maturare precocemente il prodotto, quando le drupe non contengono ancora sufficiente polpa da olio. Ricorrenti irrigazioni stanno facendo lievitare i costi per le anticipazioni agrarie e stanno creando non pochi problemi per gli invasi irrigui ormai ai livelli di guardia.

Ed intanto lo spettro dei furti di olive, non ancora di olio, fa capolino ad Andria. E' di qualche ora fa l'indiscrezione di un grosso furto di olive avvenuto in un magazzino di compravendita di olive, proprio alla vigilia dell'avvio delle prime operazioni di raccolta della campagna olivicola 2019-20.

Nottetempo ignoti sarebbero penetrati all'interno di questo magazzino, situato alla periferia di Andria ed avrebbero portato via un quantitativo considerevole di olive: un colpo sulle cui modalità stanno adesso indagando gli agenti del locale Commissariato della Polizia di Stato, che hanno avviato le indagini con l'avvallo del supporto investigativo del gabinetto della scientifica. Prima di questo ingente furto, solo piccoli furti avvenuti nelle immediate vicinanze del centro abitato, di poche decine di chili di olive, per lo più azioni di persone che hanno bisogno di raggranellare qualche euro per potersi sfamare, niente di criminale.

Un episodio che non preannuncia niente di buono. Stiamo parlando di olive sicuramente giunte ad Andria non dai territori limitrofi, visto che le operazioni non sono ancora iniziate. Probabilmente da altri territori di regioni limitrofe, quali la Basilicata o la Calabria o addirittura dalla Grecia o da Paesi extra comunitari.

Generalmente prima dell'avvio di una nuova campagna olearia giungono nei porti pugliesi navi con olio d'oliva estero che il più delle volte viene fatto arrivare così da mantenere calmierato il prezzo del primo olio extra vergine d'oliva. Non solo: quest'olio viene utilizzato per le prime miscelazioni, così da poter immettere prontamente sul mercato quantità di olio d'oliva spacciato per fresco olio d'oliva pugliese.

Adesso l'arrivo delle prime olive ad Andria lascia molti olivicoltori preoccupati: il timore è quello di vedere non solo crollare a causa della siccità, una produzione che si delineava molto positiva dopo l'infausta produzione dell'anno prima, falcidiata da xylella e gelate. L'arrivo di quantitativi di olive, da regioni vicinori o dall'estero, pronte per essere lavorate mentre la maggior parte dei frantoi è ancora ferma, lascia presagire movimenti di mercato che potrebbero portare ad azioni speculative a danno delle giuste aspettative degli olivicoltori nostrani, sempre attenti alla qualità del prodotto ed alla genuinità dell'olio extra vergine d'oliva.

Speriamo che ciò non avvenga: ne va della nostra economia e di uno dei settori strategici del comparto primario.
  • polizia
  • furti di olive
  • olive
  • Polizia di Stato Andria
  • olivi
Altri contenuti a tema
Calendario Polizia di Stato 2021: i proventi destinati ancora una volta all’ Unicef Calendario Polizia di Stato 2021: i proventi destinati ancora una volta all’ Unicef Il ricavato della vendita sosterrà l’emergenza Covid e il Piano di assistenza “Marco Valerio”
Trasferito al Policlinico di Bari il 45enne ferito ieri sera ad Andria Trasferito al Policlinico di Bari il 45enne ferito ieri sera ad Andria Le sue condizioni non sono gravi. Indagini della Polizia di Stato
Trasportato in ospedale 45enne ferito in zona Porta Sant'Andrea Trasportato in ospedale 45enne ferito in zona Porta Sant'Andrea E' accaduto questa sera intorno alle ore 19.15. Indagini della Polizia di Stato
Biciclette elettriche: anche la Polizia di Stato effettua controlli e sequestri tra Andria, Barletta, Bisceglie e Trani Biciclette elettriche: anche la Polizia di Stato effettua controlli e sequestri tra Andria, Barletta, Bisceglie e Trani L'attività è stata fortemente voluta dal Prefetto della provincia Barletta Andria Trani
Persia (COISP): «Questura di Andria, a quando l’eterna incompiuta?» Persia (COISP): «Questura di Andria, a quando l’eterna incompiuta?» Mentre si attende la nomina del primo Questore, i promessi rinforzi non sono mai giunti sul territorio
1 Dieci bici elettriche sequestrate tra la villa comunale ed il monumento di Caduti Dieci bici elettriche sequestrate tra la villa comunale ed il monumento di Caduti Intervento congiunto sabato sera, 25 luglio delle Forze dell'ordine, ma continuano purtroppo a verificarsi danneggiamenti
Surriscaldamento di alcuni quadri elettrici: incendio circoscritto a centrale elettrica in via Vecchia Barletta Surriscaldamento di alcuni quadri elettrici: incendio circoscritto a centrale elettrica in via Vecchia Barletta Intervento di Polizia di Stato e di una squadra dei Vigili del Fuoco di Barletta, impegnati fino alle 8 di stamane
Sventato assalto sull'A/14 ad un portavalori sul tratto Canosa di Puglia - Cerignola Sventato assalto sull'A/14 ad un portavalori sul tratto Canosa di Puglia - Cerignola E' accaduto intorno alle ore 15.40. Battute nella zona con elicottero e l'ausilio dei poliziotti dei Commissariati di P.S. della zona
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.