Comitato Nuovo Ospedale di Andria
Comitato Nuovo Ospedale di Andria
Attualità

Nuovo Ospedale di Andria: "Il tempo dell’attesa è finito. Oggi è tempo di pretesa e protesta!"

Dal Comitato per il Nuovo Ospedale di Andria giunge la risposta del responsabile del Dipartimento per la Salute della Regione

«Dopo oltre due mesi dall'invio del documento con il quale il Comitato avanzava al presidente Emiliano una serie di preoccupazioni ed interrogativi in merito ai tempi del procedimento, ai problemi progettuali, al Piano Clinico Gestionale, oltre che sulle voci riguardanti il depotenziamento operativo dell'Ospedale Bonomo, finalmente la più volte annunciata risposta è pervenuta a firma del responsabile del Dipartimento della Salute della Regione Puglia dr Montanaro. Nel frattempo ci sono state diverse novità, a cominciare dalla notizia che l'Accordo di Programma a suo tempo sottoscritto tra Regione Puglia e Governo sta scaduto».

Abbiamo espresso il nostro sconcerto con la nota del 29 gennaio: mai nel corso dell'ultimo anno si era fatto riferimento a tale scadenza che certamente era nota alla Regione e alla ASL! Oggi con la citata risposta della Regione, che di seguito pubblichiamo, ci viene fatto un racconto di quanto accaduto e di quanto accadrà che CI LASCIA PERPLESSI. Evitiamo di calcolare -prosegue la nota del Comitato per il Nuovo Ospedale di Andria- i tempi entro i quali tutto ciò dovrebbe accadere: molto lunghi, ancorché si cerchi di immaginare che non si parta da zero. Viene spontaneo chiedersi come mai questi adempimenti, che sono gli stessi previsti per il procedimento scaduto, non siano stati rispettati e quali siano le motivazioni reali che hanno prodotto questo pericoloso epilogo. L'Unica tangibile realtà è che oggi anziché scorgere la sagoma del Nuovo Ospedale che andava prendendo forma, siamo qui ancora a parlare di adempimenti preliminari perché si arrivi alla "posa della prima pietra". Ma vi è di più. I costi dell'intervento, anche per effetto della poderosa inflazione, sono aumentati. Per quanto ci riguarda, al di là del racconto procedimentale che la Regione ci fa, la priorità è verificare che i residui stanziamenti previsti per la edilizia ospedaliera in Puglia siano compatibili con i costi ora quantificabili. È certamente questa la prima delle verifiche che va fatta. SIAMO DELUSI ED IRRITATI PER IL TEMPO PERSO, PER I RITARDI CHE UNA GESTIONE NON PROPRIO ATTENTA HA PRODOTTO, PER IL MOLTIPLICARSI DI AUDIZIONI, ANNUNCI, PRESENTAZIONI CHE A NULLA HANNO PORTATO. Molte sono le incognite che ora si affollano, a cominciare da quelle riguardanti le risorse finanziarie disponibili sulla cui sufficienza ci aspettiamo parole di verità ed atti concludenti. Rimane una sola certezza: il Nuovo Ospedale di Andria si deve fare. Lo impone il rispetto alla salute dei cittadini Andriesi e della BAT. Per quanto ci riguarda, interpretando i sentimenti della nostra comunità, continueremo a vigilare e a denunciare se ce ne fosse bisogno, convinti che ora IL TEMPO DELLA ATTESA È FINITO. ORA È IL TEMPO DELLA PRETESA E DELLA PROTESTA».

In allegato
la risposta, a firma del responsabile del Dipartimento per la Salute della Regione Puglia dr. Vito Montanaro, alla lettera inviata al presidente della Regione Puglia Emiliano il 22 novembre 2023, da parte del Comitato per il Nuovo Ospedale di Andria.

Nota del dipartimento per la Salute della Regione PugliaNota del dipartimento per la Salute della Regione Puglia
  • Comune di Andria
  • Ospedali
  • Ospedale Bonomo
  • regione puglia
  • Comitato nuovo ospedale di Andria
Altri contenuti a tema
Manutenzione strade urbane: lavori fino al prossimo 18 maggio Manutenzione strade urbane: lavori fino al prossimo 18 maggio Dal 22 al 18 maggio provvedimenti per il traffico
Nei luoghi di Palazzo Ducale riqualificati e riconsegnati alla città, presentata la 587^ edizione della Fiera d’Aprile Nei luoghi di Palazzo Ducale riqualificati e riconsegnati alla città, presentata la 587^ edizione della Fiera d’Aprile Ricco e variegato il programma delle manifestazioni che si apre ufficialmente oggi, 23 aprile
"Scopire l'affettività": una tavola rotonda ad Andria "Scopire l'affettività": una tavola rotonda ad Andria L'evento organizzato dall'associazione "Hi Nic" per un inclusione "consapevole"
Aspra polemica ad Andria in Forza Italia: Lullo attacca Fisfola e Fracchiolla Aspra polemica ad Andria in Forza Italia: Lullo attacca Fisfola e Fracchiolla "Un ex Presidente del Consiglio Comunale che ha contribuito alla caduta del precedente Governo cittadino e allo sfascio totale della coalizione"
Di Lorenzo (Pd) ed il paradosso della tangenziale che non può coesistere con il progetto del nuovo ospedale Di Lorenzo (Pd) ed il paradosso della tangenziale che non può coesistere con il progetto del nuovo ospedale Viene rimarcato come "l’inutile tratto della provinciale" sia "a scapito del nuovo ospedale"
Lavori di manutenzione per viale Ovidio, via Vecchia Barletta e via Barletta Lavori di manutenzione per viale Ovidio, via Vecchia Barletta e via Barletta Nelle vie indicate istituito il divieto di sosta e fermata, il restringimento della carreggiata ed il senso unico alternato
Fiera d'Aprile 2024: ecco tutte le manifestazioni in programma Fiera d'Aprile 2024: ecco tutte le manifestazioni in programma Un'edizione nata nel segno della rinascita
Nuovi riconoscimenti per le attività storiche di Puglia: 49 sono alla Bat Nuovi riconoscimenti per le attività storiche di Puglia: 49 sono alla Bat Andria e Barletta 6 per ciascuna, 3 per Canosa di Puglia ed altrettante a Bisceglie, una a Margherita di Savoia e ben 30 vanno a Trani
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.