dehors
dehors
Attualità

Misure economiche, proroga dehors, Confesercenti: "Ora misure necessarie al ripristino delle superfici originarie occupate"

L'associazione di categoria scrive alle Amministrazioni comunali

Il "decreto aiuti-ter", pubblicato in G.U. n. 223 del 23.9.2022, all'art. 40, prevede la proroga dell'occupazione di suolo pubblico per "dehors e tavolini all'aperto" al 31 dicembre 2022, consentendo ai Comuni di confermare, fino al termine dell'anno in corso, senza prevederne l'estensione automatica della durata, la validità delle autorizzazioni concesse.

La Confesercenti Provinciale Bat, intervenendo sul tema, ha inviato una nota alle Amministrazioni Comunali del territorio, per conoscenza alla Provincia ed alla Prefettura, per invitarLe a prevedere e provvedere, oltre a quanto stabilito dal citato decreto, le misure necessarie al ripristino delle superfici originarie occupate.

Il Decreto, venendo incontro ad una espressa richiesta inviata dalla FIEPeT Confesercenti nazionale, rappresenta "una disposizione sicuramente lodevole, dato che consentirà agli esercenti pubblici di continuare con il lavoro all'esterno delle attività e, soprattutto, ad affrontare meglio un periodo che si preannuncia critico di aumenti in tutti i settori, a cominciare dalle utenze energetiche.

Non solo, si legge nella nota, consente di ovviare all' impreparazione di molti Comuni della ns. Provincia Bat che dovranno, terminato il periodo di proroga, favorire il ripristino dello stato dell'arte "ante emergenza Covid".

I Comuni potrebbero e dovrebbero cogliere l'occasione della ennesima proroga per sfruttare al meglio questo lasso di tempo concesso dal Governo, per programmare, alcune settimane prima della scadenza del 31 Dicembre (periodo delle Festività Natalizie), una precisa informazione ufficiale ai commercianti ed una stringente successiva attività di controllo da parte delle Forze dell'Ordine per il ripristino ordinato delle superfici originariamente occupate e debitamente autorizzate.

La Confesercenti Provinciale BAT, nella nota, chiede altresì di incontrarsi per affrontare contemporaneamente l'irrisolta problematica legata alla regolamentazione "delle occupazioni di suolo pubblico in Centro storico in applicazione del Codice dei beni Culturali", notoriamente problematiche per l'iter concessorio, sia sulle modalità che sulla tempistica occorrente, che prevede lo specifico ruolo della Soprintendenza territoriale e ricorda che non bisogna abbandonare a se stesso il "Tavolo di Concertazione" istituito presso la Prefettura Bat, costituito da Rappresentanti delle due Associazioni maggiormente rappresentative, i loro consulenti tecnici, ed i rappresentanti della Soprintendenza e della stessa Prefettura.
Il Tavolo è stato incaricato di studiare e produrre una bozza di Regolamento, costituita da una parte generale e da parti specifiche per le diverse fattispecie insistenti nei Comuni di Barletta, Andria, Trani e Bisceglie per mettere fine agli aspri contraddittori che hanno caratterizzato i rapporti tra Imprese, Sportelli Unici dei Comuni e Uffici della Soprintendenza nel rilascio delle autorizzazioni per le occupazioni di spazio e suolo pubblico tramite le diverse tipologie di dehors installate nei nostri Centri Storici".
  • dehors
Altri contenuti a tema
Faraone e Sgarra (M5S): «Sui dehors necessario fare chiarezza sui costi dell'occupazione e tempi di concessione» Faraone e Sgarra (M5S): «Sui dehors necessario fare chiarezza sui costi dell'occupazione e tempi di concessione» Dopo l'evento Gucci a Castel del Monte, le consigliere pentastellate rivolgono precise richiesta alla Civica Amministrazione
Restano semplificate le procedure relative all'installazione dei dehors Restano semplificate le procedure relative all'installazione dei dehors Lo rende noto Confesercenti Bat: "Interpretazione di normative sul tema dehors meno dogmatiche e più pragmatiche"
Covid 19, il Comune sostiene le attività economiche: semplificazioni ed esenzioni per dehors Covid 19, il Comune sostiene le attività economiche: semplificazioni ed esenzioni per dehors Ma novità anche sulle Ztl, chiusura dalle 13 alle 16 e anticipazione di quella serale alle 19.30 per consentire le attività di ristorazione anche a pranzo
Comune pronto a concedere spazi pubblici per ripresa attività somministrazione cibi e bevande Comune pronto a concedere spazi pubblici per ripresa attività somministrazione cibi e bevande Ass. Troia: "Possibile utilizzo sede stradale ed esenzione Canone Unico Patrimoniale (ex Tosap)"
Dehors e spazio pubblico, in Consiglio comunale mozione urgente su riapertura ristorazione Dehors e spazio pubblico, in Consiglio comunale mozione urgente su riapertura ristorazione A presentarla le minoranze ad esclusione dei 5Stelle. "Inderogabile assumere ogni possibile provvedimento per alleviare i disagi economici a causa dell'emergenza sanitaria"
Montaruli (Unibat): "Regolamento dehors da rifare" Montaruli (Unibat): "Regolamento dehors da rifare" "Convocare il Tavolo Tecnico presso il comune di Andria e magari sollecitare anche tutto l'arco consigliare, politico ed istituzionale"
Sentenza Tar sui dehors, Confersercenti Bat: "I regolamenti vanno condivisi e concertati" Sentenza Tar sui dehors, Confersercenti Bat: "I regolamenti vanno condivisi e concertati" Il direttore della Confesercenti Provinciale BAT, Mario Landriscina interviene sulla recente decisione del giudice amministrativo
Dehors ad Andria, i commercianti ci avevano visto giusto Dehors ad Andria, i commercianti ci avevano visto giusto Il Tar accoglie ricorsi. Claudio Sinisi (Confcommercio): “Ora serve partecipazione, un tavolo tecnico con Comune e Sovrintendenza per trovare la quadra”
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.