materiale esplodente
materiale esplodente
Cronaca

Materiale esplodente e munizioni rinvenuti in un casolare abbandonato

Continuano i controlli dei Carabinieri sul territorio di Andria

Continuano incessanti i controlli a tutela dell'ordine pubblico sul territorio del comune di Andria.
In questi ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Andria, supportati da altri militari del Comando Provinciale di Bari, dai "Cacciatori di Puglia" e da un'unità cinofila per la ricerca di armi ed esplosivi, oltre ai consueti posti di blocco e di controllo lungo le principali arterie stradali. hanno passato al setaccio diversi casolari abbandonati al fine di rinvenire armi o materie esplodenti.

In particolare, i "Cacciatori", specializzati nell'individuare e bonificare nascondigli e rifugi utilizzati dalla criminalità per i traffici illeciti traffici di armi, droga e refurtiva, unitamente ai reparti territoriali, hanno eseguito numerose ispezioni di casolari ed in contrada Pozzelle delle Murge, all'interno di un casolare abbandonato hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro, in buono stato di conservazione, n.60 cartucce cal. 12 ed 82 artifizi pirotecnici di varie forme appartenenti alla categoria "F4", ovvero per i quali è vietata la compravendita senza apposita licenza dell'Autorità di Pubblica Sicurezza, poiché considerati ad alto potenziale esplodente.

Al riguardo, i Carabinieri hanno avviato indagini per risalire ai possessori del suddetto materiale esplodente che poteva essere utilizzato per realizzare le c.d. "marmotte" o per qualche attentato dinamitardo. Nell'area, infatti, non si esclude possa trovare rifugio qualche latitante del territorio.

Sono stati poi segnalati alcuni giovani trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti. 15 i detenuti agli arresti domiciliari controllati. 22 le contravvenzioni al Codice della Strada, elevate, ritirando un documento di guida.
  • Carabinieri
  • carabinieri andria
  • controlli carabinieri
Altri contenuti a tema
Il Tenente Bonfardino Ufficiale al Merito della Repubblica Il Tenente Bonfardino Ufficiale al Merito della Repubblica All’ufficiale dell’Arma in congedo, già in servizio ad Andria l’alta onorificenza dal Capo dello Stato
Tenta di uccidere il padre a colpi di accetta: arrestato dai carabinieri Tenta di uccidere il padre a colpi di accetta: arrestato dai carabinieri E' accaduto a Minervino Murge. L'uomo è fuori pericolo e ricoverato presso l'ospedale "L. Bonomo" di Andria
Madre e figlio gestivano supermarket della droga nel centro cittadino Madre e figlio gestivano supermarket della droga nel centro cittadino Operazione compiuta dai militari della Compagnia di Andria
Stretta dei carabinieri sui furti di olive: già sventati due nelle campagne di Andria Stretta dei carabinieri sui furti di olive: già sventati due nelle campagne di Andria La rete dei controlli sta interessando i territori della Bat e Bari. Ed arrivano i primi arresti
A fuoco capannone nella zona PIP di Andria A fuoco capannone nella zona PIP di Andria Sul posto Polizia Locale, Vigili del Fuoco e Carabinieri
Pregiudicato andriese arrestato dai carabinieri nel pescarese Pregiudicato andriese arrestato dai carabinieri nel pescarese Era alla guida di un camion rubato ad una ditta di asfalti
Furti di uva ed olive nella notte: ronde di agricoltori ad Andria e nella Bat Furti di uva ed olive nella notte: ronde di agricoltori ad Andria e nella Bat Allarme criminalità, produttori preoccupati per l'escalation di furti. Coldiretti chiede più controlli da parte delle FF.OO.
Ladri d'auto e ricettatori incappano nelle reti dei Carabinieri Ladri d'auto e ricettatori incappano nelle reti dei Carabinieri Due brillanti interventi messi a segno dai militari della locale Compagnia
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.