lavoratori andria
lavoratori andria
Enti locali

Marmo (FI): "Opinabile gestione del personale al Comune di Andria"

Il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, critica alcuni provvedimenti adottati

"Cerchiamo di capirci. Quando amministrano i politici, questi sono soggetti al controllo e alla critica delle opposizioni e dei cittadini. Nessuno può pensare che non sia lo stesso quando amministrano altri, diversi dai politici! Nei fatti rileviamo che continuano a verificarsi al Comune di Andria alcune scelte incomprensibili e a dir poco opinabili sul fronte delle politiche per il personale, in perfetta continuità con il recente passato, scelte che vanno tutte nella direzione di ridurre l'efficienza della macchina amministrativa andriese, facendo sorgere più di una perplessità anche sull'attuale gestione".

Lo chiede in una nota il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo.

"Sorvoliamo su taluni avvisi pubblici adottati con eccesso di discrezionalità e parliamo di altro.
Si autorizza, per esempio, il cambio dei profili degli agenti di polizia locale, adibendoli ad altri uffici, senza preoccuparsi, però, di attrarre nuovo personale favorendo processi di mobilità in entrata al Comune di Andria.
Non solo. Eccessivamente rapide appaiono le autorizzazioni e i nulla osta per i dipendenti che lo richiedono, favorendo la "fuga" dagli uffici. Oggi, è arrivata l'ultima autorizzazione per la mobilità di un vigile che sarà, quindi, trasferito in un altro Comune. Non solo, quindi, i vigili sono adibiti ad altre mansioni, ma si è acceso anche il "semaforo verde" per i trasferimenti, depauperando e spogliando il corpo della polizia municipale.

Tutti hanno il diritto di chiedere trasferimenti, ma qualcuno ha il dovere di tutelare il funzionamento della macchina amministrativa ponendo la condizione basilare che la mobilità si concede solo a scambio: uno esce e un altro entra. Così come i cambi di profili possono avvenire a seguito di un minimo di programmazione e di verifica del fabbisogno di personale. La domanda, perciò, sorge spontanea: qual è la politica di gestione del personale da parte del Commissario? Si nota una certa e, per certi versi, incomprensibile continuità. In questo momento sentiamo di dire che non sono soddisfatti i bisogni dell'Amministrazione e della Comunità cittadina. Saranno gli stessi organi amministrativi a subire gli effetti del depauperamento degli uffici. E non si dica che non sono affari nostri".
  • Comune di Andria
Altri contenuti a tema
Cooperativa Trifoglio sospende i servizi sociali Cooperativa Trifoglio sospende i servizi sociali La triste decisione a seguito dell'ingente credito che vanta nei confronti del Comune di Andria
Scuola "Mariano": lezioni regolari dopo l'allagamento dei locali Scuola "Mariano": lezioni regolari dopo l'allagamento dei locali I dipendenti della Soc. AndriaMultiservice hanno lavorato questa notte ed alle prime luci del mattino
Il Commissario Tufariello incontra la Comunità parrocchiale di San Riccardo Il Commissario Tufariello incontra la Comunità parrocchiale di San Riccardo Le problematiche del vasto quartiere di San Valentino portate all'attenzione della Gestione Commissariale
Caldarone (Andria Bene Comune): "Una Rete Civica che si candida a governare Andria" Caldarone (Andria Bene Comune): "Una Rete Civica che si candida a governare Andria" "Inizia un percorso politico per rilanciare le speranze e ridare dignità nel territorio"
Dehors, sospeso il regolamento. Il Tar accoglie ricorso Dehors, sospeso il regolamento. Il Tar accoglie ricorso Il 18 novembre dell'anno prossimo udienza nel merito
Furto con scasso negli uffici comunali di Largo Grotte Furto con scasso negli uffici comunali di Largo Grotte Ignoti avrebbero portato via solo poche centinaia di euro. Il furto sarebbe avvenuto tra sabato e domenica
Come si giunse all' ampliamento del Cimitero di Andria Come si giunse all' ampliamento del Cimitero di Andria Nuovo interessante approfondimento storico da parte dell'architetto Vincenzo Zito
Centro storico e musica: sarà possibile trovare una intesa? Centro storico e musica: sarà possibile trovare una intesa? Il Comitato residenti del centro storico espone il proprio punto di vista dopo le ultime prese di posizione
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.