Nino Marmo
Nino Marmo
Politica

Marmo (FI): “Illegittima la nomina di Pellegrino a consulente di Emiliano per realizzazione strutture sanitarie”

"Emiliano non finisce di sorprenderci e chissà che altro ci riserverà nei prossimi mesi"

"Sono basito: se un uomo "di legge", si crea una normativa fantasiosa per fare ciò che preferisce - sottolinea in una nota il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo-, in barba alla normativa vera, allora c'è qualcosa che non va. La nomina del collega Paolo Pellegrino a consigliere delegato per la costruzione, manutenzione, attrezzaggio tecnologico di tutte le strutture edilizie del sistema sanitario regionale (tra cui il nuoco ospedale di Andria n.d.r.), è assolutamente illegittima. Non esiste da nessuna parte, non esiste un solo riferimento normativo a supporto di questa figura. Nemmeno nello statuto del Consiglio regionale! Pellegrino è collega serio e meritevole di stima, il problema è Emiliano, che persevera nell'affidare incarichi illegittimi per i suoi interessi personali. Mi dispiace dover dire al presidente che non gli è consentito qualsiasi cosa e le leggi si rispettano: se non gli vanno bene, ne proponga la modifica. Continuare a girare a vuoto senza nominare un assessore alla Sanità è un atto di arroganza e disinteresse ai problemi dei nostri cittadini.

Forse pensa di essere in un consiglio comunale, dove le deleghe ai consiglieri sono previste dal Tuel! Qui siamo in una assemblea legislativa, come il parlamento: immaginate il Presidente del Consiglio dei Ministri che nomina un "parlamentare delegato"? Al massimo nomina un sottosegretario, com'è previsto dallo Statuto della Regione Lombardia che, appunto, ha i sottosegretari!
Emiliano non finisce di sorprenderci e chissà che altro ci riserverà nei prossimi mesi: ci saranno effetti speciali "mano a mano" che ci si avvicina alla scadenza del mandato... i fuochi d'artificio, come nelle "sagre" di parse".
  • regione puglia
  • michele emiliano
  • nino marmo
  • forza italia
  • Nuovo ospedale di andria
Altri contenuti a tema
Giovani in Consiglio: eletti anche due ragazzi di Andria per il biennio 2019-2021 Giovani in Consiglio: eletti anche due ragazzi di Andria per il biennio 2019-2021 Sono Alessandra Leonetti e Nicola Cassano, rispettivamente del "Colasanto" e dello "Iannuzzi"
Pulizia del canale Ciappetta Camaggio: la soddisfazione di Marmo Pulizia del canale Ciappetta Camaggio: la soddisfazione di Marmo "Chiesto intervento della Regione per scongiurare alluvioni che potrebbero interessare il centro abitato"
Ad Andria presentazione del libro di Piero Tateo “La Puglia degli ulivi dopo la xylella” Ad Andria presentazione del libro di Piero Tateo “La Puglia degli ulivi dopo la xylella” In programma venerdì 22 novembre alle ore 18.00 presso la sala conferenza “P.Attimonelli”
Maltempo, Coldiretti soddisfatta mozione unanime Consiglio regionale Maltempo, Coldiretti soddisfatta mozione unanime Consiglio regionale Adottato dopo le segnalazioni dell’Organizzazione che ha raccolto le denunce degli agricoltori
Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni La piattaforma di vendita che sarà utilizzata, sarà gestita da Trenitalia
Vola l’export verso la Cina: anche aziende andriesi in vetrina a Shanghai Vola l’export verso la Cina: anche aziende andriesi in vetrina a Shanghai La Puglia sarà l'unica regione italiana a partecipare a questo appuntamento internazionale
Assegno di cura: chi potrà accedere al Reddito di Dignità Assegno di cura: chi potrà accedere al Reddito di Dignità I chiarimenti forniti dall'assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri
Regione: riparto fondo affitti 2018, assegnati ad Andria 225mila euro Regione: riparto fondo affitti 2018, assegnati ad Andria 225mila euro Pisicchio: "Nonostante i continui tagli statali la Puglia ha dimostrato particolare attenzione alle fasce più deboli"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.