Benedetto Miscioscia
Benedetto Miscioscia
Territorio

Le Città dell’olio pugliesi verso il 25° Anniversario, assemblea nazionale in Puglia

Olio, dieta mediterranea, paesaggio olivicolo e biodiversità sono i punti di forza sui quali puntare

«Nello splendido scenario di un piccolo comune garganico, Carpino in Provincia di Foggia, con un vasto territorio olivetato con la tipica Ogliarola Garganica, con la Foresta Umbra alle spalle e il lago di Varano di fronte con lo sfondo delle Isole Tremiti, le città dell'olio italiane sempre più determinate a sviluppare progettualità di promozione e valorizzazione dei propri territori e delle proprie eccellenze, prima fra tutte l'olio extravergine di oliva grazie alle 500 varietà di olive, si sono incontrate e confrontate nella 47^ Assemblea Nazionale delle Città dell'Olio per discutere e condividere le future linee programmatiche, in vista delle celebrazioni del 25° anniversario della sua fondazione. Il 2019 infatti sarà l'anno celebrativo di un quarto di secolo caratterizzato da un'intensa attività, che proiettano la nostra associazione verso nuove sfide e la Puglia vorrà essere una delle protagoniste in positivo. La cultura dell'olio e dell'oliva sarà il motore della riscoperta dei nostri territori attraverso il turismo dell'olio, in vista anche del contemporaneo anno celebrativo del "Turismo lento"»,

Ne da notizia il vice presidente e coordinatore regionale della Puglia, Benedetto Miscioscia che parla di «un impegno costante e progressivo che non potrà prescindere da un coinvolgimento diretto dei cittadini delle Città dell'Olio che dovranno avere la consapevolezza, grazie anche al lavoro e alla dedizione delle amministrazioni delle Città dell'Olio, di vivere in un territorio che ha tanto da scoprire ancora, in cui l'esperienza di vita e lo stile di vita della Dieta Mediterranea, è un valore aggiunto da dover comunicare con sempre maggiore convinzione e determinazione. L'assemblea di Carpino che ha visto la presenza ed il coinvolgimento di amministratori del Friuli Venezia Giulia, passando per il Trentino e scendendo per il Veneto, l'Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Umbria, Molise, Campania, Basilicata, la nostra Puglia con circa 50 varietà di olive, la Calabria e le Isole maggiori Sicilia e Sardegna, ha confermato il ruolo importante che le Città dell'Olio rappresentano per il nostro Paese per costruire e rafforzare quella rete delle Città dell'olio unite da quel filo d'olio che si identifica in quel sentiero che caratterizza i Paesi del Mediterraneo. La Puglia con il suo coordinamento e la presenza di tanti Comuni, oltre a Carpino che ci ha degnamente ospitati, ha dimostrato ancora una volta di essere all'altezza delle sfide, cogliendo anche l'occasione per esprimere solidarietà e vicinanza ai comuni interessati dalla recente gelata con le immaginabili conseguenze economiche e sociali e ai comuni soci che stanno subendo l'onda distruttrice della famigerata Xylella che avanza inesorabilmente tanto da arrivare ad interessare anche il Comune di Fasano, rappresentata all'Assemblea dell'Assessore Luana Amati, che ha colto l'occasione per esternare le proprie preoccupazioni e quelle degli olivicoltori per il grave rischio a cui sta andando incontro un territorio come quello fasanese che con i suoi olivi ultrasecolari, vere e proprie sculture naturali, si contraddistingue per la sua storia e tradizione olivicola. Il nostro obiettivo rimane quello di difendere e salvaguardare tutte le piante di olivo che compongono il nostro patrimonio olivicolo nazionale oltre che regionale attivandoci per prevenire il fenomeno partendo dall'assunzione delle responsabilità di ciascuno per mettere in campo tutte le necessarie cure agronomiche ad iniziare dalle arature dei terreni, ai trattamenti mirati oltre la pratica della potatura. E' per queste ragioni che i 320 soci italiani, vogliono rendersi sempre più protagonisti nella realizzazione di un progetto fatto di percorsi legati al tema dell'olivicoltura con argomenti legati alla riscoperta della civiltà olivicola, allo sviluppo del turismo dell'olio, alla sostenibilità, salvaguardia e tutela dei paesaggi olivicoli, all'ambiente e alla biodiversità, che le caratterizzano e le contraddistinguono. Olio, Dieta Mediterranea, Paesaggio Olivicolo e Biodiversità sono i punti di forza sui quali puntare, in quanto autentica ricchezza di ciascuna città dell'olio italiane e pugliese in particolare. Con questa prospettiva ed in occasione delle celebrazioni del 25° anniversario, il coordinamento ha inteso candidare la Regione Puglia nel 2019 per garantire la fornitura dei ramoscelli di ulivo da distribuire ai fedeli che assistono in Piazza San Pietro alla Santa Messa in occasione della Domenica delle Palme celebrata dal Santo Padre. Un gesto per dimostrare la vitalità della nostra Regione e dei nostri olivicoltori a voler reagire e rendersi partecipi nonostante il flagello della Xylella e della gelata. Un motivo in più per chiedere il coinvolgimento degli organismi di governo regionale, in primis l'assessorato all'agricoltura con l'assessore Di Gioia e quello al turismo con l'assessore Capone, in ragione del Protocollo d'intesa sottoscritto recentemente».

  • benedetto miscioscia
Altri contenuti a tema
Andria celebra la giornata della "Festa della Primavera” Andria celebra la giornata della "Festa della Primavera” Iniziativa di “FareAmbiente - laboratorio verde" di Andria e  dell’Istituto Scolastico Secondario di 1° grado "G. Salvemini"
Città dell’Olio della Puglia: "Grave preoccupazione per l’avanzamento incontrollato della xilella" Città dell’Olio della Puglia: "Grave preoccupazione per l’avanzamento incontrollato della xilella" Necessario coinvolgimento degli Enti locali e di informare gli agricoltori all'utilizzo delle buone pratiche agricole
Olio capitale: a Trieste dal 15 al 18 marzo Olio capitale: a Trieste dal 15 al 18 marzo Ecco come partecipare alla manifestazione
Decreto Sicurezza: è botta e risposta tra Miscioscia e Zinni che replica "Solo un altro occhiolino mandato a Salvini" Decreto Sicurezza: è botta e risposta tra Miscioscia e Zinni che replica "Solo un altro occhiolino mandato a Salvini" "Ministro Salvini, Miscioscia è un brav'uomo e un bravo politico, basti vedere i conti del Comune che ha amministrato: non si dimentichi di lui".
Miscioscia (Noi con Salvini): "Sulla presa di posizione circa il Decreto Sicurezza non so se ridere o piangere" Miscioscia (Noi con Salvini): "Sulla presa di posizione circa il Decreto Sicurezza non so se ridere o piangere" "Una contestazione contro Giorgino solo strumentale e distorta per polemizzare sul piano politico"
Impianto Api di via Togliatti ad Andria, divampa la polemica Impianto Api di via Togliatti ad Andria, divampa la polemica Montaruli (4^ Consulta Ambiente): «Miscioscia non faccia l’inutile portavoce, il suo è un intervento di bassa lega»
Miscioscia (Lega): "Montaruli e la brutta figura sull'ex distributore API di via Togliatti. Amministrazione Giorgino incolpevole" Miscioscia (Lega): "Montaruli e la brutta figura sull'ex distributore API di via Togliatti. Amministrazione Giorgino incolpevole" Il consigliere comunale della Lega-Noi con Salvini, dott. Benedetto Miscioscia ripercorre la vicenda giudiziaria ed amministrativa                             
Gelate e crisi olivicola: "Non ci sono calamità di serie A e calamità di serie B" Gelate e crisi olivicola: "Non ci sono calamità di serie A e calamità di serie B" Le città dell’Olio della Puglia: "Per le conseguenze della gelata il comparto olivicolo-oleario messo in ginocchio”
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.