Finestra di una chiesa (foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay)
Finestra di una chiesa (foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay)
Attualità

La Chiesa: una storia d’amore in tempo di Pandemia

Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Forse che la mia pupilla interiore è più tersa? Forse sì…forse per questo vedo la Chiesa più bella, senza appianature sul suo volto; la vedo più giovane, più forte, più Madre, cinta da un grande grembiule di fronte all'insicurezza del mondo avvolto e avvilito dalla Pandemia.

La Chiesa! Se fossi un pittore la dipingerei su mille tele azzurre! Se fossi musicista comporrei per Lei le canzoni più belle! Se fossi poeta le poesie più linde e più pure! La Chiesa! Mai esistito un tempo in cui si sia sentito bisogno di Lei: la Chiesa!

La Chiesa! La passione per la Chiesa! La Chiesa! In passione per l'uomo! Preghiera, meditazione, trasparenza, coscienza che fa diventare la vita una continua contemplazione! Se un talento avessi, lo spenderei per Lei: la Chiesa! Se un sol sospiro, per Lei: la Chiesa! Se una vita sola: tutta per Lei: la Chiesa! Se una sola parola: Grazie!

Grazie per averci insegnato a donare! Grazie per l'umiltà di ricevere. Grazie per averci svelato il segreto che è meglio vivere "un quarto d'ora di carità che 23 ore e tre quarti di penitenza". (Un Padre Greco). Com'è bella la Chiesa, creatura sempre viva, che non conosce vecchiezza, che da mane a sera c'insegna come vivere la vita. Com'è bella la Chiesa con al centro Maria, Madre tra i figli. Commuove la sua storia d'Amore.

Della Chiesa si dice: «Se il nostro cuore non canta di Lei, è un organo spento. Se la nostra mente non la vede e non l'ammira, è cieca e cupa. Se la nostra bocca non la dice, è meglio che si secchi in essa la parola» (Chiara Lubich). Ho un sogno! Quando busserò alla sua porta e mi chiederà chi sono, non dirò il nome mio ma poter dire: Sono Chiesa!
  • centro igino giordani
Altri contenuti a tema
Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Una breve riflessione del referente del Centro Igino Giordani di Andria, Gino Piccolo
Riscoprire il disegno della città Riscoprire il disegno della città Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
2 O Sacerdoti o Politici O Sacerdoti o Politici Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La Città sia una tela preziosa e la sua cornice il Cielo La Città sia una tela preziosa e la sua cornice il Cielo Una riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Un libro per l’Europa in festa Un libro per l’Europa in festa Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
1 Per Emanuele Crestini, sindaco di Rocca di Papa Per Emanuele Crestini, sindaco di Rocca di Papa Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, scrive al Commissario Tufariello e alla classe politica andriese
1 Lavorare davanti a Dio Lavorare davanti a Dio Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria, in occasione della Festa dei Lavoratori
3 “Beati coloro che investiranno in Economie di Comunione” “Beati coloro che investiranno in Economie di Comunione” Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.