Donatella Fracchiolla
Donatella Fracchiolla
Politica

Imu e Tari, Frachiolla (FI): “L’Amministrazione comunale sconfessa se stessa”

Il consigliere comunale di Forza Italia: "Interessi e sanzioni dovuti e nessuna Delibera di Giunta"

In data 9 febbraio 2021, si è riunita, dietro richiesta del consigliere di Forza Italia, Donatella Fracchiolla, la III Commissione, alla presenza dell'Assessore al Bilancio, Dott. Giuseppe Tammaccaro, al fine di affrontare la questione relativa alla gestione degli avvisi di pagamento di IMU e TARI per l'anno 2015.

"Scopo dell'incontro - commenta Fracchiolla nella nota condivisa anche dai consiglieri del Centro Destra Antonio Scamarcio, Nicola Civita, Andrea Barchetta e Gianluca Grumo - "era quello di comprendere gli indirizzi dell'attuale amministrazione, ai fini della gestione della problematica relativa agli avvisi che vedono, ingiustamente, comminati interessi e sanzioni. Le novità emerse, purtroppo, non hanno risposto alle domande dei tanti cittadini andriesi, dei professionisti e delle associazioni che li assistono e li rappresentano.

Secondo l'attuale amministrazione, gli interessi e le sanzioni afferenti gli invii massivi degli avvisi in questione sarebbero dovuti. Quindi, l'amministrazione non intende emanare una Delibera di Giunta per giustificarne l'eliminazione. L'Amministrazione sconfessa se stessa e quanto dichiarato pubblicamente durante la Conferenza stampa del 15 gennaio 2021, come controllabile dalle registrazioni.

In tale circostanza, la Sindaca, unitamente all'Assessore al Bilancio dichiaravano che: "l'Amministrazione tramite Delibera di Giunta darà indirizzo agli Uffici di verificare caso per caso che, lì dove si sia determinata incertezza del tributo, come nel caso di specie, e non c'è un'omissione da parte del contribuente, la posizione sarà stralciata delle sanzioni e degli interessi che si riscuotono per cassa e non incidono sul bilancio". Quindi, era stato affermato che le sanzioni e le pene accessorie non erano dovute e l'amministrazione si impegnava ad approvare una Delibera di Giunta per giustificarne l'eliminazione.
In questi anni è accaduto che il centro sinistra:
  1. all'opposizione, ha invitato la cittadinanza a pagare secondo le vecchie aliquote, precisando che alle eventuali differenze non sarebbero dovute essere comminati sanzioni e interessi;
  2. giunto al governo della città, prima cambia idea (in ossequio alla pronuncia del TAR sulla legittimità della delibera de qua) ed emette gli avvisi in oggetto aggiungendo interessi e sanzioni (illegittimi);
  3. successivamente, ammette l'errore e lo attribuisce ad un presunto disfunzionamento del nuovo software, che avrebbe determinato un "disallineamento dei dati", invitando i cittadini a presentare ricorsi - mediazione (invece della più congrua autotutela) per l'annullamento degli avvisi, rendendosi anche disponibile ad emettere una Delibera di Giunta ad hoc per definire i principi da seguire per la gestione dei vari casi;
  4. infine, oggi, ritiene dovuti gli avvisi anche per la parte degli interessi e delle sanzioni e dichiara di non voler emettere un provvedimento degno di tale nome.
Orbene, bastando i fatti sopra fedelmente riportati a segnalare una situazione di evidente criticità e disorientamento nella quale l'odierna amministrazione di centro sinistra versa, si esprime un forte biasimo per le conseguenze molto negative per i cittadini. In particolar modo, la stragrande maggioranza di contribuenti, in buona fede, ha ottemperato all'obbligazione tributaria prevista per l'anno 2015, nelle more della statuizione del TAR, versando quanto presuntamente dovuto.

Se l'amministrazione attuale interpreta la sentenza TAR nel senso di ritenere valida la doppia imposizione fiscale per il medesimo anno di imposta e chiede la differenza a chi ha pagato meno, perché non segnalare ai cittadini che hanno versato in più, il loro diritto a chiedere il rimborso o la compensazione di quanto versato in eccedenza?. Robin Hood al contrario, l'attuale amministrazione da una parte chiede ai tartassati contribuenti il dovuto e dall'altra dimentica di segnalare il diritto alla restituzione di quanto incassato di troppo. Anche su questo punto, l'orientamento della odierna amministrazione non è stato reso noto. Ci si domanda dove risiedano i principi di "buona amministrazione" e di "amministrazione trasparente", continuamente richiamati dall'attuale Giunta".
  • Comune di Andria
  • forza italia
  • fratelli d'italia
  • antonio scamarcio
  • Lega Puglia
Altri contenuti a tema
Sistemato marciapiede retrostante ospedale civile "Bonomo" Sistemato marciapiede retrostante ospedale civile "Bonomo" L'intervento eseguito dal personale della società AndriaMultiservice
Al via la revisione semestrale delle liste elettorali nel Comune di Andria Al via la revisione semestrale delle liste elettorali nel Comune di Andria Ogni cittadino potrà prendere visione degli elenchi fino al 20 aprile
Gli ultimi aggiornamenti del Sindaco Bruno sulla partenza della campagna vaccinale all'hub di San Valentino Gli ultimi aggiornamenti del Sindaco Bruno sulla partenza della campagna vaccinale all'hub di San Valentino Chi ha 79 anni (nato nel 1942) e non ha fragilità, domani può recarsi direttamente all'hub vaccinale
Montaruli (Unibat): "Regolamento dehors da rifare" Montaruli (Unibat): "Regolamento dehors da rifare" "Convocare il Tavolo Tecnico presso il comune di Andria e magari sollecitare anche tutto l'arco consigliare, politico ed istituzionale"
Due feriti in incidente stradale nei pressi di via Canosa Due feriti in incidente stradale nei pressi di via Canosa Sul posto Polizia Locale, 118 e Vigili del Fuoco
Da domani anche nella Asl Bt vaccinazioni Astrazeneca per persone senza fragilità dai 79 anni ai 60 anni Da domani anche nella Asl Bt vaccinazioni Astrazeneca per persone senza fragilità dai 79 anni ai 60 anni Tutti gli hub/centri vaccinali della sesta provincia destinati a questa fascia di popolazione
Ultimo sopralluogo questa mattina al centro vaccinazione di San Valentino Ultimo sopralluogo questa mattina al centro vaccinazione di San Valentino Il parroco Don Michelangelo Tondolo ha benedetto la struttura alla presenza del Sindaco Giovanna Bruno
Sentenza Tar sui dehors, Confersercenti Bat: "I regolamenti vanno condivisi e concertati" Sentenza Tar sui dehors, Confersercenti Bat: "I regolamenti vanno condivisi e concertati" Il direttore della Confesercenti Provinciale BAT, Mario Landriscina interviene sulla recente decisione del giudice amministrativo
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.