Liquore
Liquore
Speciale

Grappa Berta, un mito senza tempo

Storia di un prodotto unico, da apprezzare e da regalare

Gli appassionati di grappa artigianale la conosceranno già. In pochi, invece, non ne avranno mai sentito parlare. Si tratta della grappa della distilleria Berta, azienda piemontese che si occupa da ben 4 generazioni di produzione di grappa e prodotti artigianali.

Una delle peculiarità della famiglia Berta, oltre alla sua storia più che longeva, è proprio la sua produzione artigianale, con massima attenzione alla qualità e al territorio.

Oggigiorno, questo prodotto davvero unico nell'aspetto e nel gusto, si può acquistare anche online: sono numerosi, infatti, i portali online dove poter trovare la grappa Berta al miglior prezzo.

Grappa Berta: una storia lunga 4 generazioni
Attualmente, l'azienda Berta si trova a Mombaruzzo, un piccolo comune della provincia di Asti, in Piemonte, ma la distilleria ha avuto sede per diversi anni a Nizza Monferrato, sempre nei dintorni della stessa provincia. Il primo a occuparsi di grappa è stato Paolo Berta e successivamente i suoi figli e nipoti. Una storia che racconta la voglia di una famiglia di affermarsi nel mondo dei distillati per qualità e non per fatturato e produzione. Tanto è vero che le grappe della famiglia Berta sono ancora oggi risultato di produzioni artigianali e ben poco industriali. Lo scopo è proprio quello di salvaguardare il gusto e l'aroma del prodotto, per un'esperienza davvero unica al palato. Una strategia vincente, che ha permesso alla distilleria Berta di oltrepassare anche i confini italiani, producendo e vendendo grappa perfino all'estero.

Attualmente, la sede di Mombaruzzo non è solo luogo di produzione bensì un posto visitabile anche al pubblico: oltre agli impianti, sono presenti una serie di sale di degustazione dei distillati, insieme alle più suggestive cantine dove vengono invecchiati e affinati i prodotti.

Grappa della distilleria Berta: tipologie e caratteristiche
Tra le grappe più apprezzate e commercializzate dalla distilleria Berta abbiamo:
  • Grappa Bric del Gaian: prodotta dalle vinacce delle campagne del Piemonte. Queste, raggiunta la distilleria, vengono fatte prima fermentare e successivamente avviate verso il processo di distillazione in alambicchi. L'utilizzo del vapore all'interno di questo supporto permette alla grappa di trattenere tutti gli aromi presenti delle vinacce che poi è possibile ritrovare nel distillato stesso;
  • Grappa Elisi: questa è prodotta con vinacce del Barbera. Il suo processo di produzione non è molto dissimile da quello della grappa Bric del Gaian. Tuttavia, il distillato viene fatto invecchiare in botti composte da legno differente. Lo scopo è quello di conferire alla grappa quel classico aroma di legno più tipico. Il colore della grappa, poi, è ambrato ed è un accompagnamento perfetto per un dessert di fine pasto, magari anche a base di cioccolato fondente;
  • Grappa Monprà: viene ottenuta sempre dalle vinacce del Barbera ma anche del Nebbiolo. Questo distillato viene fatto invecchiare per oltre un anno in caratelli di legno, con lo scopo di arricchire il bouquet aromatico del prodotto. In questo caso, la grappa Monprà può essere utilizzata ugualmente come distillato di fine pasto, ma perfetto soprattutto per impreziosire il gusto di un buon caffè;
  • Grappa Villa Prato: è considerato dagli esperti di distillati la grappa probabilmente più famosa e gustata della famiglia Berta. È ottenuta miscelando differenti grappe di altrettanti diversi vitigni e viene fatta invecchiare per circa due anni in caratelli con differenti essenze, per conferire un aroma unico e mai sentito prima. Ha un gusto morbido ed un colore ambrato. In ultimo, non si può dimenticare il rapporto qualità prezzo, davvero unico;
  • Grappa Tre soli Tre: fa parte delle Riserve della distilleria Berta, ed è un altro prodotto molto conosciuto. Il suo invecchiamento è lungo oltre i 10 anni e avviene, in questo caso, in botti di legno. Il profumo che sprigiona il distillato è quasi fruttato e ricorda di molto i ribes e l'amarena, ma si possono sentire anche delle tonalità di cacao. Un prodotto perfetto, magari da acquistare come regalo.
  • Vino
Altri contenuti a tema
Vino di ottima qualità grazie al Nero di Troia, Montepulciano e Aglianico, pur con una flessione nella produzione Vino di ottima qualità grazie al Nero di Troia, Montepulciano e Aglianico, pur con una flessione nella produzione Parola del Conte Onofrio Spagnoletti Zeuli, titolare dell'omonima azienda agricola, tra i produttori vitivinicoli più importanti del territorio
Vino: insuccesso per la vendemmia verde e la distillazione di crisi Vino: insuccesso per la vendemmia verde e la distillazione di crisi Coldiretti Puglia chiede l'immediata attivazione di misure di sostegno
Cia Puglia: verso gli 8milioni e mezzo di ettolitri di vino nel 2020 Cia Puglia: verso gli 8milioni e mezzo di ettolitri di vino nel 2020 “False le voci a proposito di prossime quotazioni a 14 euro al quintale per l’uva da vino”
Nino Marmo: "Snellire le procedure di autorizzazione di trasporto uva" Nino Marmo: "Snellire le procedure di autorizzazione di trasporto uva" Agricoltori costretti a posticipare la raccolta dell’uva a causa tempi imposti dal Comune di Andria
Coldiretti: "Taglio dell'Iva su beni alimentari essenziali ha un effetto valanga sul carrello degli italiani" Coldiretti: "Taglio dell'Iva su beni alimentari essenziali ha un effetto valanga sul carrello degli italiani" Con riapertura di ristoranti, trattorie, osterie, agriturismi, cantine e bar ripresa delle esportazioni pugliesi
L'Unione Europea concede proroga per nuovi impianti vigneti L'Unione Europea concede proroga per nuovi impianti vigneti Crolla la vendita dei vini, causa la chiusura forzata di ristoranti e bar
Per il vino Primitivo scoppia la "guerra" tra Puglia e Sicilia Per il vino Primitivo scoppia la "guerra" tra Puglia e Sicilia In prima linea la Regione e Coldiretti che promettono dura battaglia nelle sedi istituzionali competenti
Coronavirus, 5 Consorzi vini dop pugliesi:  “Non ci sono le condizioni necessarie per il Vinitaly 2020” Coronavirus, 5 Consorzi vini dop pugliesi: “Non ci sono le condizioni necessarie per il Vinitaly 2020” Tra questi anche il Consorzio di Tutela Vini Castel del Monte doc e docg
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.