L'Ultima Cena di Sant’Apollinare nuovo in Ravenna
L'Ultima Cena di Sant’Apollinare nuovo in Ravenna
Religioni

Giovedì Santo: l'Ultima Cena di Sant’Apollinare nuovo in Ravenna

Riflessione di Michele Carretta, incaricato diocesano per la Musica sacra, in occasione del Triduo Pasquale

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Arte e musica possono essere alleati contro la noia o la tristezza che spesso accompagnano questi giorni, in cui siamo costretti a stare in casa. In questo senso, grande è l'opportunità di conoscere l'arte sacra diffusa in tutta Italia, a partire da quelle opere che si riferiscono alla Pasqua di Cristo, accompagnati da un ideale sottofondo musicale. È questa l'esperienza a cui vorrei invitare ogni lettore.

Al giovedì santo la Chiesa Cattolica ricorda l'istituzione dell'Eucaristia, momento cruciale della Vita di Cristo, che nella storia dell'arte è stato sempre rappresentato come l'Ultima cena. La sua prima rappresentazione nell'Occidente Cristiano è stata quella di Sant'Apollinare Nuovo a Ravenna. Si tratta di uno dei 26 riquadri musivi dedicati alla vita di Cristo, situati nella fascia più alta della navata della basilica e databili agli inizi del VI secolo.

In primo piano vi è la figura del Cristo, che occupa il primo posto a sinistra, disteso su un fianco, alla maniera tipicamente orientale, insieme ai discepoli che siedono con lui attorno al tavolo. Il Cristo è rappresentato in dimensioni maggiori rispetto agli altri personaggi ed indossa una tunica ed un pallio di color porpora, segno di grande dignità, simile a quella dell'Imperatore. Sulla tavola due grossi pesci e sette pani, che servono a richiamo la moltiplicazione dei pani e dei pesci raccontata dai vangeli, e ora riletta in chiave eucaristica. Non a caso il quadro musivo della moltiplicazione è collocato esattamente di fronte a quello dell'Ultima cena ed entrambi vicini all'Altare, lì dove si perpetua il sacrificio incruento di Cristo, come afferma la teologia.

Se il pesce è chiaro simbolo cristologico, se si considera che pesce in greco è ICHTHYS, parola che viene letta come acronimo di Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore, il numero dei pani, sette, rimanda all'universalità del sacrificio eucaristico, istituito per tutti gli uomini, «per voi e per tutti», come si legge nei vangeli. L'Ultima cena, dunque, è il preludio di quanto si compirà a distanza di poche ore sul Calvario.

Abbiniamo idealmente a questa Ultima Cena, il brano "Adoro Te Devote", il cui testo costituisce una meditazione teologica sull'Eucarestia. Nel video in basso, l'esecuzione del Coro Vox et Anima di Andria.
  • Michele Carretta
Altri contenuti a tema
1 Pasqua di Risurrezione: il radioso Cristo di Piero della Francesca Pasqua di Risurrezione: il radioso Cristo di Piero della Francesca Una riflessione del M° Michele Carretta che ci propone l'ascolto del "Gloria in Excelsis Deo" di Antonio Vivaldi
Sotto la croce di Cristo, a meditare sul suo amore che va «fino alla fine» Sotto la croce di Cristo, a meditare sul suo amore che va «fino alla fine» Al dipinto dell'Angelico, il M° Michele Carretta ci propone l'ascolto di "Tenebrae facte sunt" di Marc Antoine Charpentier
Dantedì, una riflessione di Michele Carretta sulla figura di Ulisse nella Divina Commedia Dantedì, una riflessione di Michele Carretta sulla figura di Ulisse nella Divina Commedia L'autore andriese condivide uno scritto in occasione del giorno in cui si ricorda il celebre poeta, oggi 25 marzo
Dantedì, numerosi i collegamenti tra Andria ed il pensiero dantesco Dantedì, numerosi i collegamenti tra Andria ed il pensiero dantesco Michele Carretta ci invita a riscoprire il Sommo poeta, in vista delle celebrazioni del prossimo 25 marzo
Lumen Fidei: eletto il Consiglio direttivo dell'associazione religiosa e culturale Lumen Fidei: eletto il Consiglio direttivo dell'associazione religiosa e culturale Fissati gli obiettivi che saranno perseguiti. Prossimo appuntamento l'11 marzo presso la Chiesa di San Francesco
Una celebrazione eucaristica per festeggiare Santa Cecilia Una celebrazione eucaristica per festeggiare Santa Cecilia Tutti i musicisti (professionisti e non, scuole di musica e cori parrocchiali, cantati e coristi, direttori di coro e strumentisti, ecc) chiamati a partecipare
Nasce nella diocesi di Andria l'associazione religiosa e culturale "Lumen Fidei" Nasce nella diocesi di Andria l'associazione religiosa e culturale "Lumen Fidei" Lo annuncia Michele Carretta, incaricato diocesano per la Musica sacra e responsabile del Coro
Presentazione del libro di Michele Carretta: "Miserere di me. La misericordia nella Divina Commedia" Presentazione del libro di Michele Carretta: "Miserere di me. La misericordia nella Divina Commedia" Appuntamento a venerdì 26 ottobre 2018, ore 19.30 presso la Biblioteca diocesana “San Tommaso d’Aquino”, in Largo Seminario, 8 ad Andria
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.