Vincenza Angrisano
Vincenza Angrisano
Cronaca

Femminicidio ad Andria: Vincenza Agrisano pronta a trasferirsi in una casa lontana dal marito

Il femminicidio è "l'esito di una progressione criminosa e di una escalation criminale", partita il 23 novembre scorso

"Avrebbe preso in affitto un appartamento e si sarebbe trasferita il 20 dicembre" Vincenza Angrisano, la 42enne uccisa dal marito il 28 novembre in una casa alla periferia di Andria. Da circa "un mese", tra i due, i litigi "erano sempre più frequenti – si legge nell'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di Luigi Leonetti firmata dal Gip del Tribunale di Trani, Lucia Anna Altamura. L'uomo, 51 anni è detenuto nella casa circondariale di Lucera (Fg), è accusato di omicidio volontario aggravato dall'aver commesso il fatto nei confronti della coniuge.

Il femminicidio è "l'esito di una progressione criminosa e di una escalation criminale", partita il 23 novembre scorso "mediante due forti schiaffi in volto", emerge dal provvedimento. La 42enne in quella circostanza aveva fatto ricorso alle cure del caso nell'ospedale di Barletta. Leonetti, nelle sue dichiarazioni, ha confessato di aver "sedimentato l'idea di uccidere sua moglie. Non aveva ben chiaro il momento, né il luogo, né la modalità, ma questo pensiero si era riproposto più volte nella sua mente". Fatto che poi è accaduto il 28 novembre. È stato proprio lui a chiamare il 118 "per prestare le necessarie cure" alla donna che "a suo dire stava 'per morire'" ma aggiungendo anche "di non volerle dare soccorso, affermando per ben tre volte 'non mi interessa'" aiutarla.

All'arrivo degli operatori sanitari poi avrebbe confessato. "Zia, papà ha accoltellato mamma, ha ucciso mamma. Corri". Sono le parole che il maggiore dei due figli della coppia ha pronunciato al telefono chiamando la sorella della madre.
  • Comune di Andria
  • violenza sulle donne
  • procura della repubblica trani
  • Femminicidio
  • Vincenza Angrisano
Altri contenuti a tema
Strage treni del 2016. Di Bari (M5S): “Nostro dovere tenere vivo il ricordo delle vittime di questa tragedia” Strage treni del 2016. Di Bari (M5S): “Nostro dovere tenere vivo il ricordo delle vittime di questa tragedia” Nota della consigliera del M5S Grazia Di Bari nel giorno dell’ottavo anniversario dell’incidente ferroviario sulla tratta Andria - Corato
Espropri ad Andria per il PNRR: sollevati dubbi sulla correttezza delle procedure effettuate Espropri ad Andria per il PNRR: sollevati dubbi sulla correttezza delle procedure effettuate La nota dell’avvocato Antonio Guantario di Andria
Tragedia ferroviaria: l'on. Matera (FdI) interviene a Montecitorio per ricordare le vittime Tragedia ferroviaria: l'on. Matera (FdI) interviene a Montecitorio per ricordare le vittime In occasione dell’ottavo anniversario della tragedia ferroviaria sulla linea Andria-Corato
Urban Mobility Associazione, la sicurezza è il fulcro della mobilità sostenibile Urban Mobility Associazione, la sicurezza è il fulcro della mobilità sostenibile "La sicurezza deve obbligatoriamente essere alla base dei nostri movimenti", sottolinea il presidente del sodalizio Antonio Leonetti
Dimensionamento scolastico e nuovo ospedale di Andria: intervento di Azione Bat Dimensionamento scolastico e nuovo ospedale di Andria: intervento di Azione Bat Due vicende scottanti per la città fidelis
Nuovo laboratorio di Patologia Clinica al "Bonomo" di Andria Nuovo laboratorio di Patologia Clinica al "Bonomo" di Andria Tra le altre, una apparecchiatura permetterà di avere esami routinari, marcatori tumorali ed ormoni nell’arco di poche ore
Sindaco Bruno: "Situazione preoccupante con il taglio fondi ai Comuni deciso dal Governo" Sindaco Bruno: "Situazione preoccupante con il taglio fondi ai Comuni deciso dal Governo" Confermato un imponente taglio quinquennale in danno di Comuni e Province
Avis Andria: "Torna l'emergenza sangue. Appello alla donazione" Avis Andria: "Torna l'emergenza sangue. Appello alla donazione" Preoccupa, in particolar modo la carenza di sangue del gruppo Zero positivo
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.