Fame del riscatto. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Fame del riscatto. Foto Riccardo Di Pietro
Religioni

Fame del riscatto: pane e focaccia, l'ultima iniziativa del progetto diocesano "Senza Sbarre"

Dopo la S. Messa presso la parrocchia S. Luigi a Castel del Monte la vendita dei prodotti a km 0 della masseria "San Vittore"

Nella mattinata di ieri, domenica 9 maggio, nel corso della celebrazione liturgica Don Riccardo Agresti parroco della chiesa San Luigi a Castel del Monte ha evidenziato che la parola di Dio spiega da dove viene la vita dei cristiani ed ha aggiunto: «Dobbiamo capire e connetterci sempre alla sorgente della vita che è in sintonia con l'amore di Dio dal quale riceviamo un'istruzione fondamentale: "Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi"».

Don Riccardo, cogliendo l'occasione della ricorrenza della festa della mamma ha paragonato l'amore di una madre alla maternità di Dio che non vuole che nessuno dei suoi figli si perda, e a questo proposito ha ricordato l'ultima iniziativa del pane e della focaccia prodotta dal progetto diocesano "Senza Sbarre" che è Pane frutto del riscatto, pane che alimenta la solidarietà, pane che dà una prospettiva di speranza a chi ha distrutto i sogni. Il Sacerdote ha precisato: «Tutti abbiamo fame del riscatto è questa fame che dobbiamo sostenere, nonostante percepiamo l'errore che abbiamo subito, ma l'uomo non è il suo errore, ha sbagliato, ma quante volte noi sbagliamo e andiamo in quell'incontro con il Cristo misericordioso che ci dona nuovamente la gioia?

L'amore di Dio è diverso per sua natura da ogni altro amore ed è visibile pienamente soltanto nel mistero Pasquale dove Gesù decide di "dare" la sua vita per i suoi amici. Un'indicazione importante e qualificante, l'amore trova la sua pienezza nel "dare" e non nel ricevere. Lo specifico dell'amore cristiano è contenuto nella parola "dare" senza pretendere di ricevere nulla in cambio.

Sant'Agostino ci dice di prendere Dio come misura dell'amore perché l'unica misura dell'amore è amare senza misura. Lo specifico dell'amore umano è un amore che ha dei limiti i limiti della fragilità umana, come può apparire nella vita umana l'amore di Dio? L'amore di Dio in noi è sempre inevitabilmente un amore di risposta, amiamo perché siamo stati amati perché siamo stati oggetto di un amore che non sarà mai nostro, sarà sempre l'amore di Dio, però sarà sempre in noi. L'amore di Dio può entrare nel nostro cuore, quale sarà la sua strada? Lasciarsi amare, ed entrare in relazione con Cristo».

La celebrazione si è conclusa con la raccolta di offerte destinate al Seminario Vescovile di Andria. All'esterno della chiesa vi è stata la vendita di pasta, pane, focaccia, taralli, biscotti e uova, tutti prodotti a Km 0 presso la masseria "Senza Sbarre".
21 fotoFame del riscatto
Fame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscattoFame del riscatto
  • Progetto Senza Sbarre
Altri contenuti a tema
Si amplia il progetto diocesano “Senza Sbarre” Si amplia il progetto diocesano “Senza Sbarre” Conferenza stampa di presentazione della collaborazione tra la cooperativa “A mano libera” e “Terre di Puglia”
Un altro laboratorio artigianale alla Masseria “Senza Sbarre” Un altro laboratorio artigianale alla Masseria “Senza Sbarre” Si produrrà pane fresco con sapori e odori ormai dimenticati
“Social Film Production Con il Sud” punta sul progetto andriese di “Senza Sbarre” “Social Film Production Con il Sud” punta sul progetto andriese di “Senza Sbarre” Si intitola “Riparazioni” e tratta il delicato tema della legalità
Andria “Senza Sbarre” lunedì mattina su Rai 1 Andria “Senza Sbarre” lunedì mattina su Rai 1 Il programma “Storie Italiane” in collegamento con la Masseria San Vittore
I taralli “A Mano Libera” del progetto "Senza Sbarre" richiesti in Europa I taralli “A Mano Libera” del progetto "Senza Sbarre" richiesti in Europa Li ha acquistati il Parlamento Europeo dei Giovani
L’eccellenza dei taralli “A Mano Libera “prodotti dai detenuti del progetto “Senza Sbarre” L’eccellenza dei taralli “A Mano Libera “prodotti dai detenuti del progetto “Senza Sbarre” Purtroppo le cattive condizioni delle strade impediscono a molti cittadini di visitare San Vittore, luogo dove si fa del bene
Adorazione Eucaristica a San Vittore Adorazione Eucaristica a San Vittore Nella Cappella delle Fragilità della Masseria “Senza Sbarre” il Vescovo di Andria ha celebrato il primo appuntamento di Adorazione Eucaristica
L’Adorazione a Dio dolce obbligo d’amore L’Adorazione a Dio dolce obbligo d’amore Ripristino dell’Adorazione nella Cappella della Masseria San Vittore
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.