Esibizione della Banda musicale della Polizia di Stato
Esibizione della Banda musicale della Polizia di Stato
Attualità

"E lucevan le stelle..!" ottima performance della Banda musicale della Polizia di Stato

Concerto con oltre mille spettatori ai piedi di Castel del Monte, inserito nel programma "Paesaggi umani e spirituali"

Una splendida serata di metà luglio e la suggestiva cornice del maniero federiciano hanno fatto da contorno all'ottima performance della Banda musicale della Polizia di Stato, che domenica 21 luglio, ha preso parte, con un "concerto solidale", al programma estivo dal tema "Paesaggi umani e spirituali", organizzato dalla Comunità parrocchiale della chiesa di San Luigi, con don Riccardo Agresti per il progetto diocesano "Senza Sbarre".

I 72 concertisti che compongono la rinomata Banda musicale della Polizia di Stato, diretta dal M° Maurizio Billy, hanno eseguito brani di musica classica e contemporanea, accompagnando alcune famose arie sinfoniche eseguite dal tenore Aldo Caputo e dal soprano Federica Balucani.

Una storia lunga oltre 80 anni che rappresenta un'eccellenza mondiale, punto di riferimento per la Polizia di Stato, come ha ricordato la presentatrice Ertilia Giordano, davanti al numeroso pubblico intervenuto con il questore di Bari e quello di Vibo Valentia, rispettivamente Giuseppe Bisogno ed Annino Gargano, dal Prefetto della Bat, Dario Sensi, dal Comandante provinciale dei Carabinieri Fabio Cairo, dal Primo Dirigente del Commissariato di P.S. Emanuele Bonato, dal vice Questore Gerardo Di Nunno, dal Maggiore della G.d.F. Doriana Dileo e dal Capitano dei Carabinieri Domenico Montalto.

"La musica come importante veicolo di divulgazione della cultura e dell'arte italiana nel mondo, messaggio universale di pace e fratellanza", come ha tenuto a sottolineare Giannicola Sinisi, sostituto procuratore generale presso la Corte di Appello di Bari, intervenuto anch'egli alla manifestazione, che ha accompagnato sin dagli albori questo particolare progetto di rieducazione e reinserimento sociale.

Nel suo saluto Giannicola Sinisi ha voluto dedicare il concerto al Commissario di P.S. Boris Giugliano, a 40 anni dalla sua uccisione per opera della mafia e alle vittime del dovere della Polizia di Stato.

Nel corso della serata, è stata donata a don Riccardo Agresti e don Vincenzo Giannelli, artefici di questo progetto diocesano, nel quale i detenuti imparano un lavoro per reinserirsi nella società, la prima opera del Museo dedicato all'arte contemporanea -curato da Stefano Del Bravo- nato nel carcere Senza Sbarre, alla masseria di contrada San Vittore, ad Andria.

Il fotografo di fama internazionale Alessandro Dobici, con l'opera donata al progetto "Senza Sbarre" ha interpretato, con un significativo scatto, la visione della condizione umana del detenuto. Ed il sogno dei due sacerdoti andriesi, coltivato per anni, si è concretizzato anche con l'avvio di un pastificio "A mani libere" in cui lavorano i detenuti che diventa un ponte tra il carcere e il mondo.
38 fotoEsibizione della Banda musicale della Polizia di Stato
Esibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoEsibizione della Banda musicale della Polizia di StatoIMG WAIMG WAIMG WAda sx i Dirigenti di P.S. Raffaele Fiantanese e Gerardo Di NunnoIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
Altri video:
Banda musicale della Polizia di Stato (2)2 minuti
  • questura di bari
  • Diocesi di Andria
  • don riccardo agresti
  • giannicola sinisi
  • doriana dileo
  • Gerardo Di Nunno
  • Progetto Senza Sbarre
  • Emanuele Bonato
  • Cap. Domenico Montalto
  • Giuseppe Bisogno
Altri contenuti a tema
Passaporto elettronico, dal 4 novembre arriva la prenotazione online Passaporto elettronico, dal 4 novembre arriva la prenotazione online Anche per i cittadini andriesi, la possibilità di evitare lunghe attese presso il locale Commissariato di via Rossini
Al via il Convegno Ecclesiale Diocesano: “Si prese cura di Lui” Al via il Convegno Ecclesiale Diocesano: “Si prese cura di Lui” Tre giorni di lavori alla presenza del vescovo Mons. Luigi Mansi
Realizzato il Calendario Pastorale della diocesi di Andria Realizzato il Calendario Pastorale della diocesi di Andria Le principali iniziative riguardanti la comunità diocesana per l'anno pastorale 2019-2020
Ad Andria il Convegno Ecclesiale Diocesano dal 14 al 16 ottobre Ad Andria il Convegno Ecclesiale Diocesano dal 14 al 16 ottobre Tre serate in programma presso l'istituto scolastico "Riccardo Lotti" in via Cinzio Violante, 1
"L’arte del prendersi cura": presentata la proposta formativa annuale dell’Ufficio Catechistico Diocesano "L’arte del prendersi cura": presentata la proposta formativa annuale dell’Ufficio Catechistico Diocesano Al centro la lettera pastorale di mons. Luigi Mansi sulla parabola del buon samaritano
Il "fidei donum" di Andria in Valle d'Aosta: don Antonio Leonetti Il "fidei donum" di Andria in Valle d'Aosta: don Antonio Leonetti E intanto il Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi, ha richiamato in diocesi don Salvatore Sciannamea
Sicurezza ed ordine pubblico, D'Ambrosio (M5S): "Andria e la Bat devono aspirare ad elevati livelli di vivibilità" Sicurezza ed ordine pubblico, D'Ambrosio (M5S): "Andria e la Bat devono aspirare ad elevati livelli di vivibilità" Avviata interlocuzione con il nuovo Ministro Lamorgese e con il Comandante dei CC. Nistri
Aggrediscono due ragazzi di colore per sottrargli alcuni spiccioli: denuncia a piede libero per due andriesi Aggrediscono due ragazzi di colore per sottrargli alcuni spiccioli: denuncia a piede libero per due andriesi E' accaduto stamane in pieno centro. Intervento della Polizia di Stato che è risalita alla vicenda grazie ad alcune telecamere di sorveglianza
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.