donazione organi
donazione organi
Attualità

Donazione organi: la Bat è seconda tra le province pugliesi, alle spalle di Bari

Il rapporto realizzato dal Centro nazionale trapianti per l'edizione 2022 di "Indice del Dono"

E' Leverano, in provincia di Lecce, il comune più generoso della Puglia per quanto riguarda la donazione di organi. Il dato arriva dall'ultima edizione dell'Indice del Dono, il rapporto realizzato dal Centro nazionale trapianti che mette in fila i numeri delle dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti registrate nel 2021 all'atto dell'emissione della carta d'identità nelle anagrafi dei 6.845 Comuni italiani in cui il servizio è attivo. L'indice, diffuso in occasione della 25ma Giornata nazionale della donazione degli organi che si celebra domenica prossima 24 aprile, è espresso in centesimi ed è elaborato tenendo conto di alcuni indicatori come la percentuale dei consensi, quella delle astensioni e il numero dei documenti emessi.

Leverano ha raggiunto un indice di 76,76/100, grazie a un tasso di consensi del 98,5%, con un'astensione del 53,4%: su 1119 cittadini che hanno richiesto la carta d'identità la scorso anno in 521 hanno scelto di registrare una decisione: 513 sì e solo 8 no . Questi numeri hanno permesso al centro salentino di raggiungere la decima posizione assoluta nella classifica nazionale dei comuni medio-piccoli (5-30mila abitanti). Al secondo posto regionale invece c'è Corigliano d'Otranto (LE), mentre in terza posizione troviamo Gagliano del Capo (LE). Tra le province, Bari è la prima della regione, 68° su 107 a livello nazionale, seguono Barletta-Andria-Trani (73°), Brindisi (77°), Taranto (78°), Lecce (80°) e Foggia (107° e ultima).

Complessivamente la Puglia è risultata 16° tra le regioni italiane, con un indice del dono di 55,91/100 (consensi alla donazione 64,1%, astenuti 43,9%), sotto la media nazionale che nel 2021 si è attestata a quota 59,23/100 (consensi 68,9%, astenuti 44,3%) ma con risultati in crescita rispetto allo scorso anno.
  • donazione organi
Altri contenuti a tema
Nuova donazione d'organi nell'Asl Bt con l'indispensabile supporto dell'Anatomia Patologica di Andria Nuova donazione d'organi nell'Asl Bt con l'indispensabile supporto dell'Anatomia Patologica di Andria Un uomo di 88 anni di Trani ha donato il fegato e i reni
Ospedale Bonomo Andria: una donna di Corato dona reni e fegato Ospedale Bonomo Andria: una donna di Corato dona reni e fegato Si tratta della seconda donazione multiorgano dell’anno per la Asl Bt
Ad Andria la prima donazione multiorgano del 2024 Ad Andria la prima donazione multiorgano del 2024 Una donna georgiana di 47 anni ha donato cuore, fegato e reni
Volata in cielo troppo presto, prima di andare dona reni, fegato, cuore e cornee Volata in cielo troppo presto, prima di andare dona reni, fegato, cuore e cornee Indicibile il dolore. Grande commozione e grande partecipazione hanno accompagnato le attività di prelievo
Donati questa notte al "Lorenzo Bonomo" fegato e cornee di un 45enne andriese Donati questa notte al "Lorenzo Bonomo" fegato e cornee di un 45enne andriese Si tratta della dodicesima donazione multiorgano dall’inizio dell’anno ad oggi nella ASL Bt
Maratona trapianti in Puglia, 9 interventi in 48 ore. Uno ha riguardato il "Bonomo" di Andria Maratona trapianti in Puglia, 9 interventi in 48 ore. Uno ha riguardato il "Bonomo" di Andria Coinvolte nove equipe dedicate al prelievo di 13 organi e cinque equipe per i trapianti
Undicesima donazione multiorgano al Bonomo di Andria Undicesima donazione multiorgano al Bonomo di Andria Una donna di 59 anni di Trinitapoli ha donato il fegato, il cuore, i reni, i polmoni e le cornee
Al Bonomo di Andria una donna di 51 anni di Bisceglie ha donato fegato, cuore, reni, polmoni e cornee Al Bonomo di Andria una donna di 51 anni di Bisceglie ha donato fegato, cuore, reni, polmoni e cornee In una sola sala operatoria si sono avvicendate cinque equipe diverse
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.