Tribunale di Trani. <span>Foto Vincenzo Cassano</span>
Tribunale di Trani. Foto Vincenzo Cassano
Vita di città

Covid, il Tribunale verso una nuova stretta

Le richieste del Consiglio dell'Ordine degli avvocati e la disponibilità del Procuratore Capo di Trani

«Il rinvio fuori udienza di tutti i processi, pendenti in tutti i settori della giurisdizione di Trani (compresi quelli del Giudice di Pace), in cui debbano essere ascoltati testimoni, periti o consulenti; conseguente riduzione del numero di processi da trattare in presenza; aumento del tempo intercorrente tra un processo e quello successivo, in modo da garantire un maggior distanziamento tra gli avvocati che dovessero frequentare le aule di udienza; riduzione e contingentamento degli accessi nei palazzi di giustizia; maggiore controllo della pulizia e igiene nei palazzi di giustizia».

Sono le cinque richieste avanzate dal Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Trani Tullio Bertolino, al Presidente del Tribunale Antonio De Luce ed al capo della Procura Renato Nitti per ridurre ulteriormente il rischio contagio da covid-19, rafforzando ulteriormente i protocolli già individuati nell'accorso sottoscritto lo scorso 27 ottobre 2020.
Il numero di contagi tra avvocati e dipendenti degli uffici giudiziari, infatti, ha spinto il Consiglio dell'Ordine tranese verso questa ulteriore richiesta che è stata subito accolta dai vertici del Tribunale di Trani.

«Condivido l'esigenza di adottare misure più stringenti per affrontare l'emergenza epidemiologica, in primo luogo dando piena attuazione alle previsioni dei protocolli sottoscritti congiuntamente ed in secondo luogo adottando ulteriori cautele», ha risposto Renato Nitti, Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Trani.
«Potremmo senza dubbio – prosegue il Procuratore - procedere ad una modifica del protocollo stipulato, che si rende necessaria anche per altri aspetti alla luce delle prime applicazioni dello stesso. E' nota la mia decisa propensione, vieppiù in questo contesto, per i processi a distanza, che consentirebbero una riduzione anche drastica dei processi in presenza da conseguire anche per questa strada oltre che per il rinvio secco. La rarefazione delle presenze può essere conseguita in misura ulteriore sul piano pratico».

Una identità di vedute, quindi, che ha portato all'inserimento del Presidente Bertolino nella Commissione per le verifiche delle regole anti-Covid nel Tribunale tranese. Un inserimento che rafforza il ruolo di rappresentanza degli avvocati che ovviamente da ora in poi avranno voce in capitolo sulle scelte ultime da compiere per salvaguardare la salute e la sicurezza di tutti gli operatori di giustizia che gravitano nelle sedi giudiziarie tranesi.

Altra novità importante, decisa nella seduta di ieri del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Trani in comunanza di intenti con il Presidente della Sezione Civile del Tribunale di Trani Giuseppe Rana, che ha sempre dimostrato grande sensibilità verso questi temi, è il ricorso alle misure adottate in occasione della prima ondata della pandemia per la trattazione delle cause civili, che saranno sempre più in forma scritta e sempre meno in presenza per evitare inutili esposizioni al rischio di avvocati, personale della giustizia e clienti.
Insomma, gli operatori del diritto sono impegnati in prima linea per limitare la diffusione del contagio senza arrivare al blocco dei processi che avrebbe conseguenze devastanti per la giustizia, per i cittadini e per gli avvocati.
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Strage ferroviaria: il Consiglio Superiore della Magistratura boccia la pm Merra Strage ferroviaria: il Consiglio Superiore della Magistratura boccia la pm Merra La magistrata tranese non supera per un voto la valutazione sulla professionalità
1 Giustizia svenduta: condanna a 16 anni per Nardi, nove anni per l'ispettore Di Chiaro Giustizia svenduta: condanna a 16 anni per Nardi, nove anni per l'ispettore Di Chiaro Il tribunale di Lecce si è pronunciato nel pomeriggio di oggi
1 L'ex giudice Nardi davanti al tribunale: "Io come Enzo Tortora" L'ex giudice Nardi davanti al tribunale: "Io come Enzo Tortora" Il magistrato tranese prende la parola nell’aula bunker di Lecce. Giovedì la sentenza
Ultime fasi per il processo "Giustizia svenduta": l'accusa chiede 19 anni e dieci mesi per l'ex Gip Nardi Ultime fasi per il processo "Giustizia svenduta": l'accusa chiede 19 anni e dieci mesi per l'ex Gip Nardi La sentenza del Tribunale di Lecce è attesa per lunedì 16 novembre
Tribunale di Trani, l'Ordine degli Avvocati chiede nuove misure restrittive anti covid 19 Tribunale di Trani, l'Ordine degli Avvocati chiede nuove misure restrittive anti covid 19 Cinque i suggerimenti per rafforzare ulteriormente il protocollo, lettera a de Luce e Nitti
Tribunale di Trani, urge una sanificazione dei locali e tamponi per il personale Tribunale di Trani, urge una sanificazione dei locali e tamponi per il personale A chiederlo è il direttivo della Camera Penale di Trani
Tribunale di Trani, situazione allarmante: giudice abbandona in fretta l'aula Tribunale di Trani, situazione allarmante: giudice abbandona in fretta l'aula L'episodio è accaduto questa mattina a Palazzo Torres: pare sia arrivato il responso del tampone, purtroppo positivo
Morte di Paola Clemente: rinviato a giudizio il datore di lavoro Morte di Paola Clemente: rinviato a giudizio il datore di lavoro Lo ha deciso il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Trani. Il processo avrà inizio il 12 febbraio
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.